Notizie Nazionali Politica

Milano, Vittorio Feltri guiderà la lista Fdi alle amministrative

L’annuncio di Giorgia Meloni: «Entrerà nel partito, lo abbiamo convinto con facilità»

Print Friendly and PDF

Non sarà lui a sfidare Giuseppe Sala – contrariamente a quanto si è vociferato nelle scorse settimane – ma alla campagna elettorale prenderà parte lo stesso: Vittorio Feltri, bergamasco, classe 1943, ex direttore di Libero, sarà capolista per Fratelli d’Italia per la corsa a Palazzo Marino. L’annuncio è stato fatto dalla leader del partito, Giorgia Meloni, arrivata oggi a Milano per presentare il suo libro “Io sono Giorgia”: «Sono estremamente fiera di annunciare, non solo che il direttore Vittorio Feltri ha deciso di iscriversi a Fratelli d'Italia, ma l'abbiamo anche convinto con facilità a guidare la nostra lista per le prossime amministrative a Milano», ha detto Meloni.

Il nome di Feltri, che dal 26 giugno 2020 ha dato le dimissioni dall’Ordine dei Giornalisti perché sottoposto a troppi provvedimenti disciplinari, era circolato nelle scorse settimane proprio come possibile sfidante di Sala. ma ai microfoni di LaPresse l’ex giornalista ha chiarito che «non mi candido a sindaco perché non ho nessuna voglia di farlo, perché mi romperei i c...oni a fare quel mestiere lì che non so fare. Non so neanche amministrare un condominio – ha spiegato Feltri – figuriamoci Milano. Il consigliere si gratta le palle, fin lì ci riesco».

Intanto, domani dovrebbe essere ufficializzato il nome del candidato sindaco, dopo il vertice della coalizione di centrodestra convocato in giornata. Dopo un casting durato undici mesi, a sfidare Giuseppe Sala per far tornare nelle mani del centrodestra Milano – dal 2011 governata dal centrosinistra – sarà Luca Bernardo, il primario di pediatria del Fatebenefratelli. Oggi il medico ha avuto la benedizione di Meloni, arrivata in città anche per dare l’avvio alla campagna elettorale più rimandata di sempre. «Bernardo mi ha fatto un’ottima impressione, è un profilo di grande umanità e da madre non posso che avere una passione per un pediatra. Le mie impressioni sono ottime, ma serve confronto con coalizione», ha spiegato Meloni, che del medico dice di aver apprezzato «la capacità di ascolto: mi ha detto che un pediatra sa che quando deve fare una diagnosi di un bambino sotto i due anni la fa solamente se sa ascoltare la mamma. Oggi una politica capace di ascoltare può fare la differenza».

L’ufficialità arriverà comunque dopo il vertice di domani. Se il nome di Bernardo per Palazzo Marino è dato ormai per certo, meno certa è la composizione della «squadra» annunciata nei giorni scorsi dal leader della Lega Matteo Salvini. Anzi, proprio l’esistenza stessa della «squadra» è messa in dubbio da più parti: i rappresentati locali dei partiti hanno infatti fatto notare, da più parti, che se il team che affiancherà Bernardo in campagna elettorale si trasformerà poi in quello degli assessori, allora non c’è ragione che i politici locali corrano. Torna quindi a traballare la figura di Gabriele Albertini, ex sindaco di Milano, il cui nome circola con una certa insistenza per il ruolo di vicesindaco. Anche Meloni ieri ha espresso delle perplessità a riguardo: «La candidatura di Albertini a vice è sicuramente un’opzione sul tavolo. Credo però che si debba partire dal candidato sindaco prima di parlare del vicesindaco. Siamo ancora un passo indietro, speriamo di risolvere la prima questione per poi passare alla seconda». Quello che la leader di FdI dà per certo è invece la «contendibilità» di Milano: «Sono sempre stata certa che la città fosse contendibile: il fatto di godere di ottima stampa non vuole dire necessariamente godere anche del consenso dei cittadini», ha detto riferendosi a Sala.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
06/07/2021 05:54:24


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Via libera del Cdm, Green Pass obbligatorio per tutti i lavoratori: dalle colf alle partite Iva >>>

Green Pass, Il governo pone la fiducia sul decreto in Senato >>>

Cosa cambia nel nuovo catasto: la riforma del mattone >>>

Cingolani: il prossimo trimestre la bolletta elettrica aumenta del 40% >>>

Letta apre al dialogo con Fratelli d’Italia sul Quirinale >>>

Letta: "Chi non si vaccina ed è ambiguo col green pass è contro la libertà degli altri" >>>

L'Italia verso il green pass esteso sul lavoro >>>

Si ferma la corsa di Renzi: dopo aver guadagnato parlamentari, ora inizia a perderne >>>

Green Pass obbligatorio per i genitori che vanno a prendere i figli a scuola >>>

Green Pass, dietrofront della Lega. La maggioranza ritira gli emendamenti alla Camera >>>