Sport Locale Ciclismo (Locale)

Nona edizione per La Marzocchina, la ciclostorica del Valdarno Superiore

Due i percorsi studiati sia per i meno esperti che per i più allenati

Print Friendly and PDF

Due ruote e un paesaggio da cartolina insaporiti con passione ed entusiasmo; in accompagnamento mostre, eventi, arte e buon cibo. Questi gli ingredienti della nona edizione della corsa non competitiva a partecipazione gratuita, in programma sabato 11 e domenica 12 settembre 2021. Partenza domenica alle ore 9 da San Giovanni Valdarno. Due i percorsi studiati sia per i meno esperti che per i più allenati: il “corto” di 21 km e il “classico” di 55 km. Tra gli angoli inediti da scoprire, i 35 chilometri di strade bianche chiuse al traffico all’interno dell’area mineraria di Santa Barbara, recuperata grazie al lavoro di Enel. Tante le iniziative legate all’edizione di quest’anno fra cui La Marzocchina dei piccoli, visite guidate alla città, mostre fotografiche e l’inaugurazione della pista ciclabile di via Genova

Torna La Marzocchina, la ciclostorica a partecipazione gratuita che sabato 11 e domenica 12 settembre 2021 porterà centinaia di appassionati a percorrere le campagne del Valdarno Superiore, con la regia della Pro Loco di San Giovanni Valdarno, della Confcommercio della provincia di Arezzo, il patrocinio di Regione Toscana, Camera di Commercio di Arezzo-Siena, i comuni di San Giovanni Valdarno, Cavriglia e Figline Incisa Valdarno e il contributo di Enel, Moretti srl, Savini e altri sponsor privati.

La manifestazione non competitiva giunge quest’anno alla sua nona edizione e si presenta con il consueto fascino vintage della scampagnata tra amici con vecchie bici d’epoca, a percorrere dolci colline, antichi borghi e la piana dell’Arno.

A presentarla questa mattina, giovedì 2 settembre, nella grande sala di Palomar, Casa della cultura, il sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi, il vice sindaco di Figline Incisa Valdarno Enrico Buoncompagni, l’assessore al turismo e alle attività produttive di Cavriglia Paola Bonci, il presidente della Pro Loco di San Giovanni Valdarno Massimo Pellegrini, il presidente della Confcommercio sangiovannese Paolo Mantovani, il referente per gli affari istituzionali e sostenibilità di Enel Toscana e Umbria Emiliano Maratea, il fondatore de L’Eroica Giancarlo Brocci e il responsabile de La Marzocchina Alessio Papi.

In questa edizione saranno due i tracciati pensati sia per i meno esperti sia per i più allenati, con partenza unica da piazza Masaccio a San Giovanni Valdarno, il  “corto” da 21 chilometri e il “classico” da 55 chilometri. Lungo il percorso saranno dislocati le aree di ristoro con prelibatezze del territorio a cura di Dolcezze Savini, Caseificio Le Fabbrie, Cantina Valdarno, Coop.fi sezione soci San Giovanni Valdarno, Coop Minatori Cavriglia, La Gastronomia, i punti meccanici per assistere i ciclisti grazie alla collaborazione con Gaudenzi e le postazioni fotografiche dove il Fotoclub “Il Palazzaccio” immortalerà i momenti salienti della corsa.

Massima attenzione per le misure di sicurezza anti-Covid: verrà monitorata la temperatura corporea di tutti i partecipanti e ognuno dovrà presentare, al ritiro del pacco gara, il proprio Green pass vaccinale o essere risultato negativo al test molecolare o antigenico rapido nelle 48 ore precedenti la manifestazione.

Tra i punti di forza della Marzocchina, i 35 chilometri di strade bianche chiuse al traffico all’interno dell’area mineraria di Santa Barbara, nei comuni di Cavriglia e Figline Incisa Valdarno, recuperati grazie all’importante lavoro svolto da Enel, che ha permesso di realizzare un percorso sicuro immerso nel verde in un angolo inedito di Toscana, nell’ambito del più ampio progetto di riqualificazione che prevede la valorizzazione dell’area dal punto di vista turistico, sportivo e naturalistico. E proprio Enel, presente sul territorio con le attività di produzione e distribuzione di energia elettrica e con i Punti Enel distribuiti in Valdarno, sostiene l’iniziativa che unisce i valori dello sport, della cultura e dell’arte.

Un momento particolare della giornata sarà il consueto premio dedicato alla memoria di Omero Sguerri, collega Enel di Santa Barbara e l’assegnazione dei primi speciali.

E a fine gara il tradizionale stufato alla sangiovannese, il piatto forte del territorio, attenderà i partecipanti all’arrivo. Cittadini e turisti potranno inoltre gustarlo durante tutto il fine settimana in piazza Cavour insieme ad altre prelibatezze tipiche di San Giovanni e del Valdarno.
In occasione de La Marzocchina inoltre saranno molti gli eventi collaterali che animeranno la città.  Giovedì 9 settembre sarà inaugurata la mostra fotografica nella Pieve di San Giovanni Battista, a cura del Fotoclub Il Palazzaccio che  resterà aperta fino a lunedì 20 settembre. Giovedì sarà anche la giornata dedicata ai più giovani con l’iniziativa “Facciamo Squadra – La  Marzocchina dei Piccoli”, in collaborazione con Olimpia Valdarnese. Durante il fine settimana la Pieve di San Giovanni Battista sarà arricchita dalla mostra dedicata ai ciclisti professionisti della provincia di Arezzo e alle squadre professionistiche della provincia di Arezzo (a cura di Vittorio Landucci e Massimo Pulitini) e da un’esclusiva esposizione di libri dal tema “Il Ciclismo dei Pionieri“ a cura di Vittorio Landucci fondatore della Biblioteca del Ciclista.

Sabato 11 alle ore 11 ci sarà inoltre l’inaugurazione della pista ciclabile di via Genova, realizzata dall’Amministrazione comunale grazie anche al contributo della Regione Toscana sulla mobilità sostenibile. Un percorso a due ruote che collegherà il centro storico della città all’area sportiva e al polo scolastico Don Milani. 

“E’ un orgoglio e una soddisfazione che La Marzocchina, una ciclostorica che sta crescendo ogni anno di più in popolarità ed ospita partecipanti che provengono da tutta Italia e dall’estero, sia nata a San Giovanni Valdarno ed abbia nel Centro Storico di San Giovanni Valdarno la partenza e l’arrivo che costituiscono il cuore di una manifestazione sportiva e ludica di questa natura”, dichiara Valentina Vadi, sindaco di San Giovanni Valdarno. “Attraverso questa gara amatoriale vengono promossi e conosciuti il nostro Comune ed il Valdarno, oltre che valorizzato uno stile di vita sano a contatto con l’ambiente naturale. Numerosi, anche quest’anno, gli eventi collaterali della ciclostorica, a cui abbiamo voluto aggiungere l’inaugurazione del tratto di ciclabile che da via Genova arriva fino al plesso delle scuole elementari Don Milani, realizzato con il contributo della Regione Toscana sulla mobilità sostenibile. Grazie a questo finanziamento abbiamo potuto recuperare e riqualificare un’area inutilizzata che corre lungo il canale Battagli e restituirla alla città e alla cittadinanza nella forma di una pista ciclabile dotata di illuminazione che consentirà una mobilità verde e pulita, soprattutto per i bambini e le bambine che si recheranno a scuola. Ringrazio gli organizzatori e gli sponsor, tutti, che anche in un momento così difficile sono riusciti a mettere in piedi questa nona edizione della Marzocchina, nel rigoroso rispetto di tutta la normativa di sicurezza legata alla emergenza sanitaria”.

 “L’edizione 2021 sarà, per la prima volta, una delle manifestazioni ‘amiche’ del Ciclo Club Eroica – spiega Alessio Papi, uno dei fondatori della manifestazione - un rapporto sinergico che darà lustro e grande visibilità fra le ciclostoriche della Coppa Toscana Vintage, con la volontà di condividere in terra Toscana la passione per le manifestazioni ciclistiche vintage. Ospite speciale di questa edizione il valdarnese Rinaldo Nocentini, nome illustre del ciclismo nella nostra vallata, che pedalerà lungo quelle strade che lo hanno visto crescere e diventare un grande campione”.

“Unire sport, natura, enogastronomia e turismo all’insegna del benessere. È questa la formula vincente de La Marzocchina, nella quale come Confcommercio abbiamo creduto e investito da sempre – racconta Paolo Mantovani, presidente della delegazione sangiovannese di Confcommercio – i risultati, di anno in anno, ci stanno dando ragione, tanto più che nell’era del post Covid il mercato turistico internazionale cerca proprio destinazioni che riescano ad abbinare la sicurezza con uno stile di vita più sostenibile. Le ricadute si faranno sentire sull’intera rete valdarnese dell’accoglienza, che deve crescere e rinnovarsi seguendo questi nuovi input”.

“Anche in questo 2021 siamo felici e orgogliosi di ospitare La Marzocchina – dichiara Massimo Pellegrini, presidente della Pro Loco di San Giovanni Valdarno – Sono state numerose le difficoltà organizzative ma la pandemia non ci ha fermato lo scorso anno e non ci ferma quest’anno. E per questa nona edizione, come Pro Loco di San Giovanni, abbiamo sentito la necessità e il desiderio di creare una serie di iniziative intorno all’evento affinché tutta la comunità potesse sentirsi partecipe e coinvolta. Vogliamo che la corsa sia l’occasione per la nostra città di mettersi in mostra, di farsi conoscere e apprezzare non solo dai partecipanti ma anche da coloro che accorrono per assistere alla gara. Quest’anno si disputerà anche ‘La Marzocchina dei piccoli’, un evento pensato per i più giovani, molti dei quali indosseranno magliette d’epoca. E lo spirito sarà lo stesso: mettiamo da parte l’agonismo per esaltare la voglia di stare insieme e condividere una passione”.

“Ci fa particolarmente piacere essere di nuovo tra i main sponsor di questa nona edizione de La Marzocchina – sottolinea Emiliano Maratea, referente affari istituzionali e sostenibilità Enel Toscana e Umbria – non solo per i meravigliosi 38 chilometri di strade bianche chiuse al traffico all’interno della nostra area mineraria, ma anche perché questa bella manifestazione è parte di un progetto più ampio di valorizzazione del territorio che unisce sport, energia, storia ed economia circolare, elementi fondamentali dell’attività di Enel che al centro della propria azione ha messo proprio la sostenibilità. La nostra azienda è impegnata in tutta Italia in progetti di turismo sostenibile e iniziative come La Marzocchina aprono scenari innovativi per lo sviluppo green che vede istituzioni, aziende, associazioni e talenti del territorio uniti nel segno della sostenibilità”.

Il richiamo della Marzocchina contribuirà ancora una volta a promuovere il Valdarno Superiore come terra d’elezione per gli amanti delle due ruote.

 

Redazione
© Riproduzione riservata
02/09/2021 14:32:16


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Ciclismo (Locale)

Presentata l’edizione 2021 de l’Intrepida >>>

Anghiari, iniziato il conto alla rovescia per l'Intrepida 2021 >>>

Tutto quello che c’è da sapere sulla Bettona Etruscan Mtb di mountain bike >>>

Organizzazione a pieno regime per la Bettona Etruscan Mtb >>>

Nona edizione per La Marzocchina, la ciclostorica del Valdarno Superiore >>>

Il ciclismo incontra la vendemmia nel primo evento gravel in Valdichiana >>>

Tutto pronto per il Giro del Casentino: appuntamento per domenica 22 agosto >>>

Ciclismo d'oro alle Olimpiadi di Tokyo, la medaglia arriva a Sansepolcro con Fred Morini >>>

Arriva in Toscana “Appennino Bike Tour 2021”, la ciclovia più lunga d’Italia >>>

Biciclette umbre sulle Dolomiti >>>