Notizie dal Mondo Cronaca

Haiti, il premier Henry licenzia il procuratore che lo accusa dell’assassinio di Moise

Deposti anche il ministro della Giustizia e il segretario generale

Print Friendly and PDF

Tensione ad altissimi livelli negli ultimi giorni tra la magistratura di Haiti e il premier Ariel Henry, che in un solo giorno ha annunciato la destituzione di un procuratore, del ministro della giustizia e del segretario generale del consiglio dei ministri. La vicenda inizia con la richiesta del procuratore generale della capitale, Bed-Ford Claude, di incriminare Henry per l’assassinio del predecessore, il presidente Jovenel Moise. Il magistrato avrebbe chiesto al giudice anche di impedirgli di lasciare il Paese, dopo il rifiuto di Henry di presentarsi all’ultimo interrogatorio in tribunale. «Ci sono abbastanza elementi compromettenti per perseguire Henry e chiedere un’accusa definitiva» aveva scritto Claude prima di essere sostituito.

Secondo la richiesta di incriminazione presentata, le prove a conferma del coinvolgimento del premier nel complotto – che era sfociato nel raid dello scorso 7 luglio – sarebbero schiaccianti: tra queste, le telefonate che il premier avrebbe indirizzato, poche ore dopo l’introduzione degli assassini nelle stanze di Moise, a Joseph Felix Badio, ex funzionario governativo, ovvero il principale sospettato dell’esecuzione. Le telefonate sarebbero durate complessivamente 7 minuti e il cellulare del premier è stato successivamente geolocalizzato all’Hotel Montana, molto vicino all’abitazione di Moise. Proprio su questi aspetti il premier avrebbe dovuto far luce nell’ultima udienza in tribunale, insieme a Joseph Felix Badio, che è però attualmente latitante. La risposta di Henry all’azione del procuratore non ha tardato ad arrivare, e in una lettera di licenziamento, datata lunedì, Claude veniva allontanato per indefiniti «gravi errori amministrativi». Successivamente, con un Tweet di martedì l'ufficio del primo ministro dichiarava che il procuratore capo di Port-au-Prince, Bed-Ford Claude, era stato sostituito da Frantz Louis Juste. Claude è adesso sotto scorta dopo aver ricevuto «gravi e disturbanti minacce» negli scorsi cinque giorni. 

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
15/09/2021 22:04:29


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Usa: morto Colin Powell per complicazioni da Covid >>>

Covid, volano i contagi in Gran Bretagna tra zero restrizioni e la Delta >>>

Tre ballerini italiani morti in un incidente a Riad >>>

Pechino ha testato un missile ipersonico, allarme degli Usa >>>

Spazio, lanciata Lucy, la sonda Nasa per esplorare gli asteroidi di Giove >>>

Indonesia, 11 bambini annegati durante una gita scolastica >>>

Gran Bretagna, è morto David Amess: il deputato dei Tory è stato accoltellato in chiesa >>>

Usa, l’ex presidente Bill Clinton è in terapia intensiva per un’infezione >>>

Usa, bambino di due anni spara alla mamma collegata su Zoom >>>

Norvegia, armato di arco e frecce fa strage: almeno 5 morti e diversi feriti >>>