Notizie Locali Economia

Le grandi aziende dell'Umbria mantengono i fatturati nonostante la crisi

Imprese che esaltano il made in Italy nel mondo e che fanno della qualità il loro valore aggiunto

Print Friendly and PDF

I dati, relativi ai bilanci del 2020, forniti dall’ultimo studio “Osservatorio delle imprese” di Acacia group, dicono che le grandi aziende dell'Umbria stanno tenendo testa alla crisi. Pac 2000 A (gruppo Conad), Ast, Eurospin Tirrenica, Coop Centro Italia e Brunello Cucinelli, si confermano nei primi cinque gradini in testa alla classifica regionale delle imprese in base al fatturato. L’Umbria si dimostra una regione ricca di imprese che esaltano il made in Italy nel mondo e che fanno dell’eccellenza e della qualità il loro valore aggiunto. Aziende guidate da ‘capitani d’impresa’ che hanno saputo fare squadra per guardare lontano, certificato dal fatto che su 820 società italiane che meglio hanno performato nonostante la pandemia, emerge che ben 22 di queste sono umbre. Per Acacia i valori delle imprese per il 2020, annus horribilis della pandemia, “inducono a fidarsi del futuro.

 

 

 

 

 

 

Redazione
© Riproduzione riservata
29/11/2021 07:08:32


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Oltre 11 milioni di euro nel nostro territorio grazie al Superbonus 110% >>>

Per salvare lo storico Caffè dei Costanti di Arezzo arriva la Pasticceria Chieli di Sansepolcro >>>

Secondi: “Forte preoccupazione per il futuro della tabacchicoltura in Alta Valle del Tevere" >>>

Si estende il rapporto con Ferrero per la filiera nocciole in Toscana >>>

Assemblea aziendale generale dei lavoratori della filiera tabacchicola dell’Alta Valle del Tevere >>>

Centoventi giorni per il futuro della Fimer >>>

Toscana: Male il 2021 per il settore frutticolo: mancata produzione da 50% a 100% >>>

75 anni e il meglio deve ancora venire: Il carico di novita’ della Baraclit >>>

Royalties troppo elevate: la Newlat Food Spa lascia il Marchio Buitoni alla Nestlè >>>

Saldi invernali 2022, attesa alta in provincia di Arezzo >>>