Notizie Locali Comunicati

Lega Valtiberina: “Il progetto Pnrr per la Casa di Comunità va cambiato”

"Pronti a difendere l’ospedale della Valtiberina, anche con future mobilitazioni"

Print Friendly and PDF

È molto attuale il tema della Casa di Comunità che verrà realizzata presso il presidio ospedaliero di Sansepolcro, in particolare nei locali degli attuali poliambulatori, con fondi PNRR per un importo superiore al milione di euro.

La realizzazione di tale struttura all’interno dell’attuale palazzina dei poliambulatori, comporterebbe infatti lo spostamento dei poliambulatori stessi al piano terra dell’ospedale all’interno degli attuali locali dell’Unità Operativa di Riabilitazione Funzionale (Fisioterapia) che a sua volta sarebbe spostata in locali privati distanti dall’ospedale.

La Lega con i suoi consiglieri comunali ha seguito la vicenda, incontrando più volte l’assessore Menichella che ringraziamo per la disponibilità e la condivisione, e ha elaborato una propria precisa posizione sul tema:

la Lega è assolutamente contraria allo spostamento del reparto di Fisioterapia dall’attuale posizionamento e, non essendoci altri locali liberi all’interno dell’ospedale stesso, è impensabile l’esternalizzazione del servizio in locali privati;

la Lega reputa la palazzina dei poliambulatori come una delle aree più efficienti del presidio ospedaliero e di cui l’utenza è assolutamente soddisfatta, perciò immaginare uno spostamento dei poliambulatori in ambienti diversi ci risulta poco comprensibile;

allo stesso tempo però la Lega è assolutamente consapevole dell’importanza di portare a termine la realizzazione del progetto della Casa di Comunità e dell’importanza che ciò avrebbe per lo sviluppo della medicina territoriale.

Perciò secondo la Lega l’unica strada perseguibile per procedere con la realizzazione di questo progetto, preservando allo stesso tempo due realtà (riabilitazione e poliambulatori) che già adesso funzionano in maniera assolutamente efficiente riscuotendo soddisfazione da parte dell’utenza, è quella di rimettere mano al progetto e prevedere nello stesso la realizzazione di una nuova palazzina, a fianco dell’attuale palazzina poliambulatori (ovvero la stessa posizione che Sindaco e Assessore hanno assunto con i dirigenti Usl). La Lega è molto scettica riguardo all’impossibilità di modificare il progetto PNRR e in ogni caso reputa la realizzazione di tale ulteriore palazzina assolutamente necessaria almeno per trattenere in loco il servizio di fisioterapia, perciò anche nel caso in cui sia verificata l’impossibilità di modifiche a tale progetto, secondo la Lega sarà fondamentale l’intervento di Azienda Sanitaria e Regione per reperire i fondi necessari per la sua realizzazione.

La Lega è quindi pronta a difendere l’Ospedale della Valtiberina e annuncia future mobilitazioni e raccolte firme nel caso in cui le richieste dell’Amministrazione Comunale di Sansepolcro non siano accolte.

Redazione
© Riproduzione riservata
30/11/2022 18:12:02


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Contrasto all’abbandono dei rifiuti e videosorveglianza: l'iniziativa a Città di Castello >>>

“Attacchi predatori da parte di lupi nella Provincia di Arezzo: atto della Lega sulla problematica" >>>

Il 30 gennaio Umbertide torna a commemorare Donato Fezzuoglio >>>

Ristorazione e campi da calcetto nel nuovo parco di via Giovanni Acuto ad Arezzo >>>

Città di Castello, conclusi i lavori alla cappella della Madonna delle Grazie >>>

Città di Castello, settimana corta: dirigenti e famiglie ascoltate in commissione >>>

Il Comune di Arezzo selezionato come membro della Missione dell'UE >>>

Giornata della Memoria e del Ricordo: le iniziative promosse a San Giustino >>>

Arezzo, Fratelli d’Italia: “Distributori di assorbenti gratuiti nelle scuole” >>>

Infrastrutture, Confartigianato: “Arezzo ancora al palo sulle principali opere pubbliche” >>>