Economia L'Esperto

Bonifico ordinario, istantaneo e urgente. Ecco le differenze

Ecco le differenze

Print Friendly and PDF

Tra i metodi più comuni per pagare e trasferire denaro su un altro conto corrente c’è il bonifico. I bonifici si possono suddividere in tre tipologie: ordinario, urgente e istantaneo. Mentre il bonifico ordinario è fornito da tutte le banche, il bonifico urgente e istanteneo no. Attenzione però a non confonderli perché non sono la stessa cosa. Vediamo quali sono le principali differenze.

Bonifico ordinario

Il bonifico bancario ordinario è il metodo di trasferimento di denaro da un conto ad un altro. Per eseguire un bonifico ordinario è sufficiente eseguirlo attraverso il proprio home banking, app della propria banca o recandosi in filiale. Il titolare del conto da cui parte il bonifico viene chiamato “ordinante”, perché ordina appunto alla propria banca di trasferire per lui il denaro ad un’altra persona. Chi riceve invece il denaro viene chiamato “beneficiario”.

I tempi di trasferimento dipendono dal tipo di contratto del conto corrente ma anche se l’ordinante e beneficiario hanno il conto presso la stessa banca e filiale. Nel calcolo del tempo necessario per il trasferimento di denaro si deve tener presente anche l’orario di cut-off ovvero l’ora entro la quale l’ordine di bonifico si considera ricevuto dalla banca, generalmente tra le 17:00 e le 18:00. Per i tempi di un bonifico ordinario va ricordato che richiedendolo oltre questi orari oppure in un giorno festivo, la banca lo eseguirà il giorno lavorativo successivo.

Quindi se l’ordinante e beneficiario hanno il conto corrente con la stessa banca il trasferimento avviene entro due giorni. Mentre se i conti correnti sono di due banche differenti le tempistiche si allungano fino a tre giorni lavorativi.

Precisiamo che, in ogni caso, se un bonifico viene eseguito il venerdì o durante un giorno festivo, come il fine settimana, non si considerano quei giorni. Pertanto il conteggio dei due giorni lavorativi inizia a partire dal primo giorno lavorativo utile. Se quindi il bonifico viene inviato il venerdì, verrà ricevuto non prima di lunedì o martedì. Generalmente il bonifico ordinario nazionale viene offerto gratuitamente o prevede una piccola commissione di 1€.

Bonifico urgente

Il bonifico urgente è uno strumento di pagamento che permette di trasferire denaro in tempi più brevi di un bonifico ordinario, ma non quanto quello istantaneo.

Il bonifico urgente permette di trasferire denaro nell’arco di 2 ore dall’ordine di pagamento, ma le tempistiche possono variare a seconda della banca. Permettendo di inviare denaro in tempi più brevi ha anche un costo maggiore. Spesso si aggira tra i 5€ e i 15 €, ma in alcuni casi può essere anche più alto. Il costo dipende dalla banca, dalla tipologia di conto e dall'importo che si vuole inviare.

Attenzione però anche in questo caso a che ora viene eseguito il bonifico urgente. Se viene eseguito la sera o durante un giorno festivo, i soldi arriveranno il giorno lavorativo successivo (se per esempio viene eseguito di sabato o domenica, arriverà lunedì). Quindi se si vuol far arrivare il denaro il giorno stesso, deve essere effettuato nel corso della mattina di un giorno feriale. Viene offerto da più banche rispetto al bonifico istantaneo, conviene quindi solo se la propria banca non offre quest'ultimo.

Bonifico istanteneo

Il bonifico istanteno è stato introdotto in Italia solo nel 2017. Si tratta di una modalità di pagamento istantenea offerta da una serie di istituti credito (ma non tutti), vale a dire che il pagamento avviene in tempo reale. La prima differenza dal bonifico ordinario e urgente quindi è che il denaro viene trasferito in modo immediato, impiega in media 10 secondi.

Per questo tipo di bonifico è necessario verificare che la propria banca o istituto finanziario aderisca a questo servizio, mentre qualsiasi banca offre la possibilità di effettuare bonifici ordinari.

Un’altra fondamentale differenza è che questo servizio offerto dalla banca è attivo 24 ore su 24, per 7 giorni alla settimana (ivi compresi i festivi), per 365 giorni all’anno, a differenza degli altri bonifici che viaggiano solo in determinate ore e solo nei giorni lavorativi.

Il costo di un bonifico istantaneo è variabile e dipende dalla banca aderente, generalmente si aggira attorno ai 3 euro. Anche in questo caso dipende dalla banca e dall’importo, alcuni infatti offrono questo serivizio a prezzi più bassi ed a volte il costo viene calcolato in base all’importo da trasferire.

Questo tipo di bonifico ha un limite di importo massimo di trasferimento. In passato il limite massimo per i bonifici istantanei era di 15.000 euro ma le normative europee hanno aumentato questo importo a 100.000 euro.

Tuttavia, tale estensione non rappresenta un obbligo per gli istituti bancari, poiché ciascuna banca può stabilire autonomamente il limite massimo di importo per i propri clienti, purché non superi i 100.000 euro. Un altro limite molto importante è che vista l'immediatezza del trasferimento è irrevocabile. Mentre il bonifico ordinario (entro poche ore) e urgente (entro pochi minuti) può essere annullato, quello istanteneo una volta inviato non può essere revocato.

Se non si ha un conto corrente è comunque possibile fare un bonifico istantaneo se si possiade una carta conto, che generalmente permette di effettuare questo tipo di operazioni. In alternativa si può effettuare recandosi presso un tabaccaio e sfruttando il servizio T-Bonifico. Alcuni circuiti di pagamento e istituti bancari offrono infatti il servizio del bonifico presso il tabaccaio. È necessario quindi recarsi dal proprio tabaccaio e chiedere quali sono i circuiti disponibili e le modalità d’uso

Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
03/05/2023 21:03:20


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio L'Esperto

Fanno più debiti gli uomini o le donne? Il dato ufficiale che fa chiarezza >>>

A caccia di detrazioni per le spese sanitarie. Come e quali scaricare >>>

Fondo pensione, come sfruttare al meglio le linee garantite >>>

Cedolare secca con aliquota al 26%, le istruzioni dell'Agenzia Entrate >>>

Btp Valore, ecco perché conviene acquistarlo >>>

Fisco: in arrivo la revisione di Irpef e Ires >>>

Pensioni, Quota 96,7 in scadenza: requisiti, come funziona e come fare domanda >>>

Come si divide l'eredità in assenza di testamento e quando è fondamentale >>>

Assicurazione sulla vita ma non solo: come scegliere la polizza più vantaggiosa >>>

Energia, prezzi come a giugno 2021 ma bollette più care di 330 euro >>>