Notizie Locali Politica

Rifiuti, tanti gli interventi realizzati per un netto salto di qualità a Sansepolcro

L’assessore Gabriele Marconcini spiega quanto è stato fatto per migliorare il servizio

Print Friendly and PDF

A Sansepolcro c’è una sfida da vincere: quella sui rifiuti. Da anni, c’è bisogno di produrre una svolta, così da innescare dinamiche virtuose che possano, nella sostanza, contribuire a sdoganare un concetto semplice e cruciale, ovvero quello secondo cui non è detto che i rifiuti siano sempre e solo un problema, ma che - al contrario - questi possono talvolta divenire addirittura una risorsa. Come amministrazione comunale, siamo intervenuti massicciamente in questo ambito, perché crediamo che la salvaguardia dell’ambiente e la qualità della vita di questa comunità siano fortemente condizionate dal problema rifiuti. Allo stesso tempo, con la consapevolezza del fatto che l’unico modo di abbattere la Tari sia quello di aumentare drasticamente la quota dei rifiuti differenziati, abbiamo agito energicamente per compiere un netto salto di qualità nella raccolta dei rifiuti e, più in generale, nella gestione del servizio. Per raggiungere questo obiettivo, abbiamo sostenuto importanti investimenti che, con un coinvolgimento attivo dei cittadini, potrebbero davvero fare la differenza. Ricordiamoli.

Il progetto “Differenziare per Risparmiare”

Grazie a questa iniziativa, i supermercati Coop, Gala-Famila, Pam e Simply hanno potuto applicare uno sconto di 5 centesimi di euro sia per ogni chilogrammo di rifiuti differenziati conferiti nell’isola ecologica, sia per ogni dieci oggetti di plastica smaltiti attraverso gli eco-compattatori.  In meno di sei mesi, il progetto “Differenziare per Risparmiare” ha permesso di raccogliere più di 38mila chilogrammi di rifiuti differenziati a cui, fra l’altro, dovranno sommarsi i materiali di plastica smaltiti negli eco-compattatori. Dopo la conclusione della prima tranche, all’inizio di questo mese il progetto è stato riattivato e prorogato fino al 31 dicembre 2019.

Installazione delle fototrappole e lotta agli abbandoni

Da un anno a questa parte, l’attivazione delle fototrappole ha permesso di esercitare un efficace controllo di molte postazioni di raccolta dei rifiuti, facendo diminuire sensibilmente il numero complessivo di abbandoni. Ciò ha permesso di limitare certi atteggiamenti che, oltre a produrre degrado, ricadevano negativamente sulle tasche della collettività. In particolare, l’adozione della fototrappola “E-Killer” ha permesso di estendere ulteriormente i controlli anche a tutte quelle postazioni che non hanno dispositivi fissi. Questa particolare fototrappola è infatti dotata di telecamera ad alta definizione, capace di registrare anche in orario notturno e a diversi metri di distanza dalla postazione di interesse: inoltre, lo strumento può essere facilmente nascosto nei luoghi più impensabili, come dentro auto civetta, in mezzo alla vegetazione e sopra tetti o balconi. Grazie a queste particolari caratteristiche, la fototrappola “E-Killer” si è immediatamente rivelata molto efficace.

Introduzione degli ispettori ambientali

Oltre che dalle fototrappole, nell’intero territorio comunale un’importante azione di controllo è stata esercitata anche dagli ispettori ambientali, che hanno soprattutto aiutato i cittadini ad adottare comportamenti più corretti nella gestione dei propri rifiuti. Queste figure hanno effettuato capillarmente un lavoro di segnalazione e accertamento di comportamenti scorretti, che hanno poi talvolta portato all’emissione di vere e proprie sanzioni. Visti gli esiti positivi, tale servizio è stato attivato anche per il secondo semestre del 2019.

Installazione degli eco-compattatori

Grazie ai tre eco-compattatori posizionati a fianco delle tre casette dell’acqua - posizionate in via Anthony Clarke, in viale Osimo e in largo Porta del Ponte - è stato messo a disposizione dei cittadini un ulteriore canale di smaltimento per tutti quei materiali come gli imballaggi in plastica, le bottiglie in “pet” e i flaconi in “hdpe”, come quelli utilizzati per i detersivi e altri prodotti analoghi. La possibilità di riconoscere tutti gli utenti in possesso della eco-card ha permesso di inserire questi dispositivi nel progetto “Differenziare per Risparmiare”: per ogni 10 conferimenti, è stato pertanto riconosciuto uno sconto nei supermercati aderenti di 5 centesimi di euro. A fianco delle casette dell’acqua e degli eco-compattatori, sono stati inoltre collocati anche i contenitori per raccogliere le pile, i farmaci scaduti e l’olio alimentare esausto utilizzato per la preparazione e la conservazione del cibo.

Educazione ambientale nelle scuole

Nella consapevolezza del fatto che sia sempre più decisivo coinvolgere i giovanissimi nelle attività di sensibilizzazione al tema dei rifiuti e, più in generale, a quello dell’ambiente, come amministrazione comunale abbiamo supportato tutti i progetti di educazione ambientale che hanno interessato quasi tutte le scuole del territorio: oltre al sostegno dato all’istituto tecnico economico “Luca Pacioli” e al liceo “Città di Piero” per promuovere ed effettuare la raccolta differenziata a scuola, con il progetto “Ri-Creazione” sono stati coinvolti più di 350 studenti di 15 classi delle primarie e secondarie.

Attivazione del numero verde per il ritiro del… verde

Il ritiro del verde a domicilio è un servizio semplice, ma cruciale, che è stato attivato all’inizio del 2019 e che ha dato la possibilità a tutti i cittadini di poter smaltire gli sfalci e i resti delle potature in maniera pratica e gratuita, chiamando il numero verde 800127484 o collegandosi al sito internet di Sei Toscana per fissare un appuntamento.

Introduzione dei cassonetti dell’organico

Una fra le soluzioni più strategiche per l’aumento della raccolta differenziata è sicuramente stata l’introduzione dei 90 cassonetti dell’organico in quasi tutto il territorio comunale: se si considera che la frazione organica dei rifiuti urbani (avanzi di cibo, scarti vegetali e piccole potature) costituisce circa il 30% della produzione totale dei rifiuti, si può facilmente capire quanto sia ampio il margine di crescita della raccolta differenziata, grazie al corretto utilizzo di questi cassonetti. Per raggiungere un simile obiettivo c’è però bisogno della massima collaborazione da parte di tutti. E allora, al fine di sollecitare una sempre maggiore attenzione nel conferimento di questa tipologia di rifiuti, nei prossimi giorni le campagne di comunicazione saranno accompagnate anche da un aumento dei controlli nelle varie postazioni. Si ricorda che nei cassonetti dell’organico possono essere conferiti scarti alimentari, alimenti deteriorati, piccoli ossi, gusci d’uovo, fondi di tè o caffè, fiori, erba secca, fogliame e piccole potature, segatura, ceneri di camino (fredde), shoppers e stoviglie e altro materiale compostabile (come il Mater-Bi®), tappi di sughero, tovaglioli e fazzoletti di carta sporchi di residui organici (anche colorati).

Orari del “porta a porta”

Infine, per quanto riguarda il servizio “porta a porta”, è stato fatto un lavoro di coordinamento con il gestore per ricalibrare efficacemente il servizio sugli orari di ritiro dei rifiuti. In definitiva, per gli utenti del centro storico non dovrebbe cambiare nulla. Tuttavia, in considerazione dei tanti ritardi rilevati nell’esposizione dei rifiuti, si raccomanda di rispettare puntualmente i giorni e gli orari di ritiro, in modo tale da non inficiare gli aspetti benefici che si legano alla raccolta “porta a porta”. Il mancato rispetto degli orari di conferimento comporta infatti il ritiro dei rifiuti da parte del camion dell’indifferenziato, cioè di quello sbagliato. E’ importantissimo che ciò non accada, altrimenti non sarà possibile compiere progressi in questa lunga battaglia che stiamo tutti combattendo per aumentare drasticamente la quota di rifiuti differenziati.

Redazione
© Riproduzione riservata
14/10/2019 09:37:48


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Discorso del sindaco di Arezzo all'assemblea dei soci Anci >>>

Verso la stretta finale sulla giunta regionale dell'Umbria >>>

Riapre il dormitorio di Arezzo. In fase di definizione il progetto di “social housing” >>>

Centrosinistra di Arezzo a "caccia" di un candidato sindaco >>>

Si dimette il coordinatore della Valtiberina di Forza Italia Roberto Neri >>>

Torna a riunirsi il consiglio comunale di Città di Castello >>>

La Politica aretina Maria Elena Boschi riconosce come leader solo Renzi e Salvini >>>

Intitolata a Mario Magri la passeggiata pedonale e ciclabile parallela a via dei Carabinieri >>>

Ancora lontana la composizione della giunta che guiderà la Regione Umbria >>>

L'esponente del Pd nazionale, la tifernate Anna Ascani, "terrorizzata" da Salvini >>>