Notizie Locali Economia

Operai in cooperativa "salvano" l'azienda

E' la "Ceramica noi" di Città Castello: la proprietà voleva delocalizzare

Print Friendly and PDF

Hanno il logo dell'azienda rilevata e gestita con una loro cooperativa, da quando la precedente proprietà aveva ipotizzato la delocalizzazione in Armenia, gli 11 operai della Ceramica noi di Città di Castello che domenica ha aperto le porte della fabbrica alla città per festeggiare il successo della fase di start-up e per ringraziare le "tante persone ed imprese" che hanno sostenuto il loro avvio. Con un investimento di 180 mila euro, hanno infatti acquistato i macchinari utilizzati dalla vecchia proprietà e affittando il capannone. "Tutti per uno un sogno per tutti" lo slogan che si sono fatti tatuare. Il loro impegno li ha portati a riconquistare i vecchi clienti, per il 90 percento negli Stati Uniti, riuscendo a non fermare la produzione.

Redazione
© Riproduzione riservata
17/11/2019 20:33:56


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Banca di Anghiari e Stia: Da oltre cento anni al servizio del territorio >>>

L’assemblea di Consiag approva il Bilancio 2019: >>>

Violenta grandinata si abbatte sulle aziende agricole della Valtiberina >>>

Saldi estivi, budget quasi dimezzato per le famiglie aretine >>>

Edilizia Valtiberina in allarme: chiusi tutti i siti per inerti >>>

Bando del Gal “Alta Umbria Food”: opportunita’ per la promozione delle produzioni agroalimentari >>>

Premio fedeltà al lavoro, 12 riconoscimenti per Confcommercio Arezzo >>>

Cortona: 200.000 presenze sfiorate nel 2019 >>>

La ditta Busatti di Anghiari anticipa il TFR ai dipendenti >>>

“Le Pmi messe in ginocchio dal Covid19 e ora strozzate dalla morsa del Fisco” >>>