Notizie Locali Attualità

E45: iniziati i lavori di ripristino della piazzola franata due anni fa

E da qualche giorno completata la ripavimentazione fra Sansepolcro e San Giustino

Print Friendly and PDF

Piazzola di sosta ed ex 3 bis: siamo in pieno inverno, ma quest’anno sulla E45 la situazione non è ferma come lo era totalmente un anno fa di questi tempi, quando all’altezza dell’oramai noto viadotto Puleto l’Italia si ritrovò spezzata in due. Pochi giorni fa, la ditta incaricata ha iniziato i lavori di rifacimento della piazzola compresa fra le due uscite per Pieve Santo Stefano, che aveva ceduto per larga parte della superficie nella giornata dell’11 febbraio 2018 e sul conto della quale il prossimo 18 febbraio si terrà l’udienza preliminare, poiché vi sono tre dirigenti Anas accusati di negligenza e imperizia. I titolari dell’impresa che esegue l’intervento si erano incontrati prima di Natale con amministrazione comunale e residenti di collina nelle vicinanze della piazzola e avevano visionato le case interessate per elaborare lo stato di consistenza. Una volta tutto a posto, è stato dato il via al ripristino della piccola area, per un importo che sfiora i 700mila euro; presto, quindi, si potrà tornare a sostare e a percorrere le due corsie, mentre da quasi due anni si circola soltanto su quella di sorpasso a causa del conseguente restringimento. Passando al tratto della vecchia Tiberina da rimettere in sesto fra Valsavignone e Canili di Verghereto, risulta che Anas abbia ricevuto gli ultimi ok necessari anche dal punto di vista ambientale. “Quanto mancava per sbloccare l’iter e per prepararci alla fase operativa – ha commentato il sindaco pievano Claudio Marcelli – tanto più che a piccoli passi la primavera si sta avvicinando e proprio per quel periodo è stato garantito l’inizio dei lavori”. Per un cantiere che deve aprire, un altro che da poco ha chiuso con la riconsegna dei quasi cinque chilometri compresi fra le uscite di Sansepolcro sud (chiusa in entrata) e San Giustino, in direzione di Perugia, dove da novembre fino allo scorso 16 gennaio è rimasto in vigore il salto di carreggiata. La pioggia ha disturbato il primo mese, poi il bel tempo ha accompagnato il secondo, favorendo il completamento della ripavimentazione dopo un profondo lavoro di risanamento della sede stradale. Niente più allungamento del tragitto fino allo svincolo nord con relativa inversione, quindi, per chi dalla città biturgense deve percorrere l’arteria in direzione di Perugia. Sono infine sospesi, per questioni legate all’attualità della stagione invernale, i lavori sui viadotti Puleto e Tevere IV (lungo quest’ultimo oltre un chilometro e mezzo), salvo rattoppi o altri interventi che non creino intralcio alla circolazione stradale. Si riprenderà quando i rigori di stagione si saranno attenuati, ma ancora non è stata stabilita una data precisa. 

Redazione
© Riproduzione riservata
22/01/2020 21:56:17


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Autismo Arezzo scrive ai candidati sindaco della città: questi i nostri problemi >>>

"Basta spari vicino alle abitazioni", sit-in di protesta a Sansepolcro nel weekend >>>

Un'associazione per la ricerca contro il cancro intitolata a "mamma coraggio" Silvana Benigno >>>

Maltempo, codice giallo per tutta la domenica nella Toscana meridionale >>>

Spari vicino alle abitazioni, a Sansepolcro sit-in di protesta contro i cacciatori >>>

"La via del Cavaliere": a Città di Castello la mostra di foto inedite di Silvana Benigno >>>

Tre collegamenti per la E78 in Umbria >>>

Tutto tace a Sansepolcro dopo le polemiche relative al vincitore del Palio della Balestra >>>

Città di Castello, neanche il Covid ferma nonna Lisa Zappitelli al seggio per votare al referendum >>>

Bomba d'acqua a Marciano della Chiana: al lavoro il Consorzio 2 Alto Valdarno >>>