Notizie dal Mondo Cronaca

In Cina cani e gatti non potranno più essere mangiati

Sono animali domestici, non bestiame

Print Friendly and PDF

Cani e gatti, la cui carne è consumata da una minoranza di cinesi, sono stati esclusi per la prima volta da un elenco ufficiale di animali commestibili. Nel testo, pubblicato in una proposta di legge voluta dal ministero dell'Agricoltura e degli Affari rurali, sono infatti inclusi suini, bovini, ovini, pollame e cammelli. E in particolare si specifica che il termine «bestiame» si riferisce agli animali che «sono stati addomesticati e fatti riprodurre per lungo tempo» al fine di ottenere prodotti come carne, uova e pelliccia oppure per fini medicinali e militari. 

La decisione arriva dopo il divieto di febbraio sul commercio e il consumo di animali selvatici, pratica sospettata della diffusione del coronavirus. Nei giorni scorsi Shenzhen è stata la prima città cinese a mettere al bando il consumo e commercio di carne di cani e gatti.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
10/04/2020 13:34:52


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Betlemme, riaperta la Basilica della Natività >>>

Virus, America Latina: altri 1.600 morti >>>

Coronavirus, l’Oms sospende i test sull’uso dell’idrossiclorochina >>>

Addio a Jimmy Cobb, uno dei più grandi batteristi della storia del jazz >>>

Immuni: è già online parte del codice dell'app italiana per il contact tracing >>>

Israele: Netanyahu alla sbarra, prossima udienza il 19 luglio >>>

L’allarme sul clima: “Il 2020 l’anno più caldo di sempre, sarà un’estate torrida” >>>

La Cina: “Con gli Usa siamo a un passo da una nuova Guerra Fredda” >>>

Morto Alberto Alesina, l'economista che ha conquistato Harvard >>>

Covid-19: altri 1.127 morti negli Stati Uniti in 24 ore >>>