Notizie Locali Attualità

Le mascherine “Luxury” di Tela Umbra stanno facendo il giro del mondo

Bacchetta: grazie alla tradizione tessile la città si fa conoscere a livello internazionale

Print Friendly and PDF

Le mascherine glamour “Luxury” griffate Tela Umbra stanno facendo il giro del mondo grazie ad un ampio reportage realizzato dai videogiornalisti, Francesco Sportelli e Luigi Navarra per “The Associated Press”, di cui fa parte APTN (The Associated Press Television News), la prima agenzia di stampa internazionale con sede negli Stati Uniti d’America. L'Associated Press è una cooperativa di organi d'informazione (circa 1700 giornali e 5000 emittenti radiotelevisive), con 242 sedi che coprono oltre 120 paesi del mondo. Un servizio di oltre sei minuti (allegato) realizzato all’interno del laboratorio della Tela Umbra in pieno centro storico, che immortala tutte le fasi di lavorazione della  mascherina da “sera” per le grandi occasioni uscita fuori dai telai dell’800 un capolavoro della tradizione tessile ispirato al momento che il Paese sta vivendo. “Luxury”: si chiama così la mascherina prodotta dal laboratorio “Tela Umbra”, già divenuta oggetto di tanti “mi piace” sul web (profilo Instagram in particolare), con richieste della stessa arrivate anche da ogni parte del mondo. La mascherina è realizzata con tessuto in puro lino e filo dorato: ogni pezzo è unico, essendo lo stesso costruito a mano e proprio per questo il prodotto è proposto in “Limited edition”. Il reportage che ora è a disposizione degli organi di informazioni piu’ importanti in Europa ed America inoltre racconta anche la affascinante storia di Tela Umbra attraverso i volti e lo voci delle sei socie lavoratrici e del presidente, il Professor Pasquale La Gala che ha evidenziato la straordinaria opportunità offerta da questa ulteriore occasione di promozione internazionale del laboratorio per far conoscere la secolare tradizione tessile tifernate. Il sindaco, Luciano Bacchetta, nel ringraziare “gli organi di informazione a tutti i livelli per il prezioso lavoro che svolgono nel raccontare e far vedere le bellezze e peculiarità uniche che Città di Castello con orgoglio annovera”, ha evidenziato come “ancora una volta la città grazie ai suoi gioielli storico-artistici sta facendo il giro del mondo in un momento difficile per tutti.”

TELA UMBRA

Il laboratorio Tela Umbra, fondato nel 1908 dalla baronessa Alice Hallgarten e dal marito Leopoldo Franchetti, è un’esperienza storica e produttiva unica al mondo. È l’unico laboratorio nel quale vengono prodotti artigianalmente manufatti utilizzando lino puro, lavorati su telai manuali di fine ‘800, utilizzando disegni originali di epoca medioevale e rinascimentale. Alice Hallgarten Franchetti, giovane americana innamorata dell’Italia, passa interi pomeriggi camminando nelle campagne, in visita a povere case dove analfabetismo e malattie rendono ancora più difficile una vita già dura. Incontra donne che le narrano degli stenti cui sono costrette le loro famiglie mentre, sedute al telaio, tessono stoffe con arte e perizia tramandate per generazioni. È da quegli incontri che scaturisce la passione che maturerà radicalmente la vita di Alice e di quante la seguiranno nell’impresa. Prende vita, già chiara in lei, l’intuizione di consentire alle madri di esercitare quell’arte come in casa, accanto ai loro bambini; ma questa volta con strumenti efficienti, in un ambiente sano ed organizzato come impresa in grado di sostenersi negli anni. Nasce in quel momento quel particolarissimo esempio di integrazione tra arte ed umanità che ancora oggi vive con il nome di Tela Umbra.

Redazione
© Riproduzione riservata
26/11/2020 12:16:08


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Messaggio di Mons. Domenico Cancian per la festa dei giornalisti 2021 >>>

Zona gialla per la Toscana sino al 30 gennaio >>>

Screening di massa a Chiusi della Verna >>>

Anghiari è il "Borgo Toscano del 2020": una vittoria a colpi di like >>>

Assogal Umbria: Eridano Liberti è il nuovo presidente >>>

Ex 3 bis: anche la Regione Toscana si è espressa positivamente, ora il via ai lavori >>>

Caccia al cinghiale in Umbria consentita fino al 31 gennaio >>>

La polizia municipale di Arezzo festeggia San Sebastiano: il bilancio di un anno difficile >>>

Il ripristino della ex Ferrovia Centrale Umbra nel Pnnr >>>

Montone: cento candeline per nonna Maria >>>