Notizie Locali Altre notizie

La torre civica di Città di Castello si colora di “giallo” per Patrick Zaki libero

Tingere di giallo l’Italia, per una grande richiesta: #FreePatrickZaki, Patrick Zaki libero

Print Friendly and PDF

Il comune di Città di Castello ha aderito alla proposta di Amnesty International che ha chiesto ai Comuni italiani di illuminare un monumento o una fontana di giallo per lunedì 8 febbraio. L’idea è di tingere di giallo l’Italia, per un’unica grande richiesta: #FreePatrickZaki, Patrick Zaki libero. “Patrick George Zaki, attivista e ricercatore egiziano, si trova dall’8 febbraio 2020 in detenzione preventiva fino a data da destinarsi. Il 25 agosto, per la prima volta da marzo, Patrick ha potuto avere un breve incontro con sua madre. In questi mesi la famiglia aveva ricevuto da Patrick solo due brevi lettere a fronte delle almeno 20 che lo studente aveva scritto e inviato. Dopo estenuanti rinvii, le prime due udienze del processo si sono tenute solo a luglio. Nella seconda, risalente al 26 luglio, Patrick Zaki ha potuto vedere per la prima volta i suoi avvocati dal 7 marzo. In quell’occasione Patrick è apparso visibilmente dimagrito. Il 26 settembre, a seguito di una nuova udienza, il tribunale ha deciso un ulteriore rinvio. Il 7 dicembre il giudice della terza sezione antiterrorismo del tribunale del Cairo ha annunciato il rinnovo per 45 giorni della custodia cautelare dello studente dell’università di Bologna, in carcere da febbraio in Egitto con l’accusa di propaganda sovversiva. Patrick George Zaki rischia fino a 25 anni di carcere per dieci post di un account Facebook, che la sua difesa considera ‘falso’, ma che ha consentito alla magistratura egiziana di formulare pesanti accuse di “incitamento alla protesta” e “istigazione a crimini terroristici”. Nel suo paese avrebbe dovuto trascorrere solo una vacanza in compagnia dei suoi cari in una breve pausa accademica. A causa della diffusione del Covid-19 anche in Egitto per Patrick, così come per altre decine di migliaia di detenuti egiziani, le preoccupazioni legate all’emergenza sanitaria sono fortissime. La custodia cautelare in carcere in Egitto di Patrick Zaki è stata prolungata di 45 giorni. Lo ha riferito all’ANSA  lo scorso 2 febbraio una sua legale, Hoda Nasrallah, confermando indiscrezioni circolate ieri. È questo l’esito dell’ultima udienza, svoltasi ieri sulla custodia cautelare dello studente egiziano dell’Università di Bologna detenuto da febbraio dell’anno scorso con l’accusa di propaganda sovversiva.” (Fonte Amnesty International). Anche la Sezione ANPI di Città di Castello aderisce a tale iniziativa ed invita la  cittadinanza ad esporre un panno di colore giallo.

Redazione
© Riproduzione riservata
08/02/2021 20:27:22


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Altre notizie

Denise Massarenti di Arezzo è la miglior Lady Chef della Toscana >>>

Ente Serristori: Approvato il bilancio 2020 >>>

Settanta cartoline con messaggi di affetto recapitate da allegri “postini” a Città di Castello >>>

Dall’idea di due giovani di San Giovanni, ecco l’unico cimitero virtuale per animali al mondo >>>

Importante ritrovamento archeologico in piazza Grande ad Arezzo: a rischio il futuro del Saracino >>>

Marzilia Ceccagnoli festeggia cent’anni a Villa I Papaveri di Cortona >>>

Anghiari c'é: Comune, Misericordia e Frates lanciano un messaggio per la campagna vaccinale >>>

Tre comuni e dieci musei dell'Alto Tevere nella APP RIM >>>

E’ nato questa mattina alle prime luci dell’alba il puledro che porterà il nome di San Francesco >>>

Arezzo, dati rifiuti 2020: oltre 1.500 tonnellate di Raee gestite da Erion >>>