Opinionisti Alessandro Ruzzi

Arezzo e Sansepolcro: diverse assai

Dal caso Coingas al "tenutario del bello"

Print Friendly and PDF

Il Comune di Sansepolcro si presenterà come parte civile nel procedimento Coingas, a differenza del Comune di Arezzo che si limiterà ad eventuale azione nei confronti dell'amministratore Staderini. La scelta di Sansepolcro -come quella di numerosi altri comuni soci della partecipata- mi pare molto più corretta in termini di tutela della cittadinanza quale corpo sociale che può essere stato penalizzato dalle azioni sbagliate dell'amministratore, non potendo escludersi condanne ad esponenti politici aretini proprio per le azioni che hanno portato a domandarsi se € 400.000 di consulenze non nascondano comportamenti penalmente rilevanti. Sviluppi che insomma vadano ad allargare la platea degli individui responsabili del danno alla collettività. La attuale amministrazione comunale di Sansepolcro non può definirsi in continuità con le precedenti a trazione sinistrorsa, né è appiattita sulle posizioni politiche che nelle ultime tornate amministrative hanno portato la destra alla guida di comuni importanti come Arezzo, Montevarchi, Cortona, Castiglion fiorentino. Tra le amministrazioni spiaccicate sulla linea Ghinelli figura certamente quella di Bibbiena: quel sindaco presenzialista sta a Ghinelli come Romiti stava a Gianni Agnelli. Chi non ricorda la famosa battuta che se "l'avvocato" teneva l'orologio sopra il polsino, allora Romiti teneva le palle sopra i boxer...

Ma questo è problema della cittadinanza di Bibbiena, idem in Montevarchi, mentre Cortona ha deciso di rompere il fronte valutando necessario tutelare la cittadinanza cortonese costituendosi parte civile contro chiunque possa aver avuto un ruolo nella sottrazione di quei denari.

Ragionando in termini ipotetici in base alle anticipazioni apparse sulla stampa si è lasciato intravedere un legame diretto per le consulenze affidate al commercialista dall'allora presidente amministratore di Coingas, mentre l'affidamento delle consulenze allo studio fiorentino pare dovuto a interessi diversi che riportano alla concessione della presidenza di Estra ad un componente della maggioranza comunale aretina più per soluzione di difficoltà politica che per legittimità della attribuzione. È in questo ambito infatti che si collocano le situazioni giudiziarie del sindaco di Arezzo e di tutti coloro che possan aver avuto ruolo nella determinazione dei vertici della importante società partecipata aretina. Persone che risultano assolutamente nella capacità di rifondere il danno che potrebbe essere stato procurato a tutti i soci della stessa (attraverso la partecipazione in Coingas), basta guardare le loro denunce dei redditi degli ultimi anni. Se per motivi di convenienza politica puntano i piedi contro la costituzione di parte civile del Comune di Arezzo nella procedura Coingas, basterebbe che queste stesse persone, dinanzi a notaio, si accollassero pubblicamente la restituzione di quanto immotivatamente ed ingiustamente sottratto ai cittadini. Che poi le partecipate in era Ghinelli non vadano benissimo (vedi Arezzo Fiere) lo ricorda il caso Multiservizi (servizi cimiteriali) colle registrazioni di maneggi; società che ha perso negli ultimi anni quasi mezzo milione (dice per diminuzione clienti, cioè pochi morti..), spero che Gugliemo Borri la raddrizzi. Spero anche che le inchieste si sgonfino -non farebbe piacere sapere che qualcuno di questi si è arrubbato i nostri soldi. In via subordinata (come dicono gli avvocati) mi accontenterei della archiviazione per Franco Scortecci e la ex dipendente Coingas. Vedremo.

In assenza di atti di correttezza verso i cittadini soci, plaudo quindi alla scelta biturgense: Sansepolcro 1, Arezzo 0.

Ma ad Arezzo è stato istituito l'incarico di "tenutario del bello": allego foto del 25 aprile, piazza Grande ad Arezzo, utile a comprendere come non ci voglia uno scienziato per intervenire contro l'oltraggio che loggia e mattonato subiscono da mesi da astanti (bicchierati) ed esercizi (intoccabili privilegiati). Il Sindaco -ed assessore alla cultura- aretino forse è stato assente troppo a lungo dalla città che lo ha eletto oppure ha problemi di visione o sta prendendo pel culo i suoi elettori: non serve il tenutario del bello per dire che così non va. Come non è accettabile il dissesto delle pietre stradali in tutta la parte antica di Arezzo. Ma lasciamo pure quel vigliacco filo elettrico a traverso delle logge, lo salti o c'inciampi o pigli la scossa.

Ma il tenutario tiene alla cittadinanza onoraria di Bertelli: che bischero che sono, pensavo che Prada-patron fosse aretino (di colcitrone...).

Io avevo sentito parlare di altri tenutarii, quelle che gestivano i casini o bordelli (zona Via delle fosse), ma non si finisce mai di imparare. Quindi "il bello" non va confuso col "121", "la Gozzona" o "il paradisino": nomi mitici, ma solo sentiti dire. Incluso un racconto circa la tenebrosa Tenedini o la "semplice col bubili".

Forse a Sansepolcro erano rimasti a prima delle legge Merlin, quindi in questo caso Sansepolcro 0, Arezzo 1.

Io so' de Rezzo, ma io tifo pel Borgo...

Redazione
© Riproduzione riservata
04/05/2021 17:40:09

Alessandro Ruzzi

Aretino doc, ha conseguito tre lauree universitarie in ambito economico-aziendale, con esperienza in decine di Paesi del mondo. Consulente direzionale e perito del Tribunale, attento osservatore del territorio aretino, ha cessato l'attività per motivi di salute, dedicandosi alla scrittura e lavorando gratuitamente per alcune testate giornalistiche nelle vesti di opinionista. alessandroruzzi@saturnonotizie.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Alessandro Ruzzi

Gaudeamus igitur >>>

Eutanasia, l'importante è parlarne >>>

Corsi e ricorsi storici >>>

Italiani a Tokio 2020: 10 oro,10 argento, 20 bronzo >>>

Green pass ed economia >>>

La pandemia e i suoi effetti economici >>>

Arezzo, la stretta osservanza e altre amenità >>>

Ddl Zan e inginocchiamenti >>>

Cencio dice male di straccio >>>

La stupidità spaglia >>>