Notizie dal Mondo Cronaca

Kevin Spacey accusato di altri sette abusi sessuali nel Regno Unito

“Le aggressioni sono avvenute tra il 2001 e il 2004”

Print Friendly and PDF

Si cerca di far luce sul periodo londinese di Kevin Spacey, direttore del teatro Old Vic di Londra dal 2003 al 2015. È notizia di oggi che il Crown Prosecuton Service (Cps), che funge da pubblico ministero nei procedimenti penali, ha autorizzato a indagare sulle accuse di violenze sessuali del vincitore di due Oscar. Sarebbero altri sette gli abusi, dopo che a luglio scorso il 63enne attore è comparso in tribunale all'Old Bailey per negare cinque accuse relative a tre uomini, che ora hanno tra i 30 ei 40 anni. Quel processo dovrebbe iniziare nel giugno prossimo. Lo scorso mese, invece,  l’attore era stato ritenuto non colpevole nel procedimento che lo vedeva imputato a New York per aver abusato, a quanto sosteneva l’accusa, dell’attore Anthony Rapp in seguito a una festa nel 1986. 

Nel procedimento aperto dal Cps si legge che le accuse sarebbero state denunciate da un uomo che tra il 2001 e il 2004 avrebbe subito sei aggressioni da parte dell’attore americano. Il settimo procedimento penale contro Spacey farebbe parte, invece, di un’altra denuncia che lo vedrebbe responsabile di aver avuto un rapporto sessuale senza consenso. Nel rapporto della corte di giustizia inglese si legge che il caso è stato aperto per «tre reati di aggressione sessuale ai sensi dell'articolo S15 del Sexual Offenses Act 1956; due reati di aggressione sessuale ai sensi della Sezione 3 del Sexual Offenses Act 2003; un reato di indurre una persona a compiere attività sessuali senza consenso contrariamente alla Sezione 4(1) del Sexual Offenses Act 2003 in quanto il reato può trovarsi a cavallo della data di inizio della legge del 2003. Oltre a un reato di violenza sessuale ai sensi della Sezione 3 del Sexual Offenses Act 2003. 

Secondo i media britannici l’attore dovrà presentarsi davanti alla corte il prossimo dicembre. A Spacey era stato anche ordinato di pagare 31 milioni di dollari ai creatori di «House of Cards» dopo essere stato licenziato dallo show a causa di accuse di violenza sessuale. Il suo licenziamento ha costretto lo spettacolo a perdere potenziali guadagni dagli episodi. 

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
16/11/2022 20:02:10


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Iran, allenatrice di pallavolo condannata a morte per le proteste >>>

Afghanistan: esplosione in scuola coranica, 16 morti >>>

La Spagna vieta gli stereotipi di genere nelle pubblicità dei giocattoli >>>

Spagna: sequestro record di 5,6 tonnellate di cocaina nel porto di Valencia >>>

Cina, morto a 96 anni l’ex presidente Jiang Zemin >>>

Usa, rapita a 2 anni nel 1971 e ritrovata grazie al Dna >>>

Bielorussia, l’attivista Maria Kolesnikova in carcere è stata ricoverata in terapia intensiva >>>

Patrick Zaki: “Spero che questo incubo finisca. Voglio tornare a studiare in Italia” >>>

Repubblica Centrafricana, aereo straniero bombarda truppe e paramilitari del gruppo Wagner >>>

Cina, proteste anti lockdown da Pechino a Shanghai: “Via il dittatore Xi Jinping” >>>