Opinionisti Alessandro Ruzzi

Rischi nascosti sulle strade aretine

Troppi senza assicurazione

Print Friendly and PDF

Qualche giorno fa si dava notizia di una serie di controlli ad opera della municipale nel territorio comunale di Arezzo: punto saliente ed oggetto di questa riflessione è il numero di infrazioni rilevate durante un'unica sessione di controllo dove non credo siano passati milioni di veicoli. Specificatamente 67 gli automobilisti sanzionatidi cui 25 multati perché non avevano sottoposto il veicolo a revisione periodica; inoltre tre automobili, infine, sono state poste sotto sequestro perché circolavano scoperte da assicurazione obbligatoria.
Spesso si parla di coloro che inciampano in assicurazioni farlocche anche perché la ricerca del risparmio esasperato fa dimenticare la cautela e spinge invece a incappare in truffatori, oltre a numerosi guidatori che acquistano documenti falsi o contraffatti. Un grosso rischio per coloro che vengono coinvolti in incidenti con questi veicoli che debbono confidare di essere risarciti dal fondo vittime della strada. Ho chiesto al comando della municipale dettagli: a fine 2015 col processo di dematerializzazione del contrassegno RCA, è stata creata una banca dati assicurativi dei veicoli, consultabile attraverso il portale dell'automobilista. Sono inoltre stati sviluppati strumenti tecnologici che hanno consentito controlli automatizzati mediante l'utilizzo di telecamere dotate di tecnologia OCR. Anche la nostra Polizia Municipale si è dotata di uno di questi strumenti (Targasystem) che ha portato ad innalzare notevolmente il numero di veicoli controllati e, di conseguenza, alla rilevazione di violazioni alle norme del Codice della Strada relative alla mancata copertura assicurativa ed alla mancata revisione periodica. 
 
Tanta, troppa roba. Figurarsi altrove....
 
 

Alessandro Ruzzi
© Riproduzione riservata
28/02/2023 10:19:28

Alessandro Ruzzi

Aretino doc, ha conseguito tre lauree universitarie in ambito economico-aziendale, con esperienza in decine di Paesi del mondo. Consulente direzionale e perito del Tribunale, attento osservatore del territorio aretino, ha cessato l'attività per motivi di salute, dedicandosi alla scrittura e lavorando gratuitamente per alcune testate giornalistiche nelle vesti di opinionista. alessandroruzzi@saturnonotizie.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Alessandro Ruzzi

Femminicidio ad Arezzo: insulso titolista >>>

La lingua italiana si evolve? >>>

Sono un boomer, con orgoglio >>>

Israele ha perso appoggi nel mondo intero >>>

Arrivano le elezioni europee, quale futuro? >>>

Un 25 aprile come gli altri >>>

V.A.R. nelle partite di calcio >>>

Palestina senza futuro >>>

L'Italia e le istituzioni sovranazionali >>>

Ebrei che sputano ai cristiani >>>