Notizie Nazionali Economia

San Marino, è qui il nuovo paradiso fiscale: tasse al 6% per 10 anni

"Si tratta di una norma che punta sulla qualità più che sulla quantità"

Print Friendly and PDF

Se è vero che i paradisi fiscali sono sempre stati un po' distanti, geograficamente parlando, dal nostro Paese, adesso sarà più facile per i pensionati e per coloro che vogliono pagare meno tasse rimanere, in tutto e per tutto, all'interno dello Stivale. E sì, perché la Repubblica di San Marino dove la prima lingua non è altro che il dialetto romagnolo e confina con Emilia-Romagna e Marche sta preparando il terreno giusto a chissà quante centinaia di nuovi residenti tassandoli del 6% per dieci anni.

I requisiti richiesti

Il numero degli attuali abitanti è pari a un Comune di piccole-medie dimensioni italiano, circa 35mila: si vive bene ad alta quota (circa 750 metri sul livello del mare) e sono in molti che salgono in collina per trascorrere i fine settimana o anche per una semplice passeggiata. Da poco tempo, però, anche il Monte Titano rappresenta importanti interessi economici: il 6% per dieci anni sarà possibile per i cittadini che prendono la residenza per la prima volta ma con redditi che siano maggiori ai 50mila euro e un patrimonio complessivo almeno di 300mila euro. Con questi tre requisiti ecco spalancate le porte del "paradiso".

Quali sono i numeri

"Si tratta di una norma che punta sulla qualità più che sulla quantità", ha dichiarato al Resto del Carlino Marco Gatti, segretario di Stato alle Finanze. "Vogliamo avere figure che possano dare un valore aggiunto al territorio". Secondo le prime stime, il piccolo Stato vorrebbe tra i suoi residenti almeno 500 nuovi pensionati ogni anno per rimpinguare i numeri attuali che vedono come "residenze atipiche" soltanto poche decine di nuove residenze dal 2021 a oggi. "Non c’è un numero predefinito ma c’è sicuramente la volontà anche politica di essere attrattivi per i pensionati stranieri, ovviamente a certe condizioni", ha sottolineato il segretario.

Insomma, si tratta certamente di una ghiotta occasione considerando, ad esempio, che una meta ambita come il Portogallo sta per diventare un ex paradiso fiscale: il governo di Lisbona ha deciso che da quest'anno addio alle pensioni d'oro con tutti i vantaggi degli anni precedenti che spariranno per chi decidesse di insediarsi adesso sulla nazione che si affiaccia in Oceano Atlantico. È vero, ci sono Grecia, Malta, Tunisia e Cipro, per fare alcuni esempi, dove il regime agevolato sulla tassazione è vivo e vegeto ma per chi non si vuole spostare dall'Italia, San Marino potrebbe essere una soluzione ottimale alle condizioni sopra elencate.

"Il nuovo decreto delegato ci permetterà di essere competitivi nei confronti di altre bandiere – sottolinea al quotidiano Gianluca Tucci, Direttore Generale del registro navale sammarinese – soprattutto su quelle offshore, mi riferisco alle Isole Cayman, la Liberia, Panama, che hanno un regime fiscale conveniente. Abbiamo già qualche centinaia di yacht registrati sotto la bandiera sammarinese e questo deve essere un motivo di orgoglio".

Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
24/03/2024 07:24:15


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Cannavacciuolo e il bistrot di Novara chiuso da mesi: "Basta, risolva o se ne vada via" >>>

Fisco, torna il redditometro. Come funziona lo strumento che stana gli evasori >>>

"Con il decreto Salva-casa compravendite sbloccate" >>>

Ristrutturare casa, le spese ammesse e le agevolazioni: cosa resta dopo il superbonus >>>

Il crac Parmalat: una delle più grandi truffe nella storia europea >>>

Addio Portogallo, ecco quali sono i nuovi paradisi fiscali per i pensionati >>>

Cambia l'accertamento fiscale. Sarà obbligatorio discutere la cartella con il contribuente >>>

Standard&Poors premia l'Italia: confermato il rating BBB >>>

Fenomeno Lo/No, il boom del vino dealcolato: i giovanissimi lo vogliono >>>

I quattro scenari indicati nel Def che fanno paura al governo italiano >>>