Notizie Locali Economia

Il Tribunale Civile di Firenze, conferma il sequestro giudiziario delle quote di Sei Toscana

sequestro giudiziario della quota rappresentativa del 5,14% del capitale di Ecolat

Print Friendly and PDF

Il Tribunale di Firenze, Sezione Imprese, ha confermato il provvedimento del 28/03/2019 sequestro giudiziario della quota rappresentativa del 5,14% del capitale sociale di Servizi Ecologici Integrati Toscana Srl..

Ripercorriamo le tappe della vicenda.

Nel 2014 l’assemblea di SEI deliberava di aumentare il proprio capitale sociale.

Molti soci procedevano a sottoscrivere la porzione di aumento di propria competenza mediante compensazione di propri crediti. Anche Ecolat, di proprietà di Estra Spa, e Cooplat sottoscrivevano la parte di loro spettanza compensando il proprio debito da sottoscrizione con il proprio credito da finanziamento soci. L’organo amministrativo di SEI riteneva, però, non validi i conferimenti effettuati da Ecolat e Cooplat richiedendo un versamento in denaro per “ragioni di cassa” (reputando, invece, valide le compensazioni effettuate da altri soci tra cui STA).

Tale decisione veniva impugnata da Ecolat e Cooplat che, nell’ambito del giudizio, proponevano una domanda cautelare diretta ad ottenere, in via provvisoria e d’urgenza, l’anticipazione dell’accoglimento delle domande avanzate nel giudizio di merito.

Pendente la decisione sulla domanda cautelare, SEI Toscana - in gran fretta - procedeva alla vendita in danno delle quote sottoscritte da Ecolat e Cooplat a favore principalmente di STA.

Prima che si concludessero le vendite in danno, Ecolat e Cooplat, in via prudenziale, al fine di “bloccare” tali vendite in danno, liberavano anche in denaro le quote sottoscritte.

Anche questi versamenti in denaro non venivano accettati da SEI Toscana che quindi procedeva a trasferire gran parte di queste quote a STA.

Con provvedimento assunto il 7 maggio, depositato il 13 agosto 2018, il Tribunale di Firenze, con articolata motivazione, dava ragione a Ecolat e Cooplat e  ordinava a SEI di ritenere interinalmente avvenuta la liberazione per compensazione dell’aumento di capitale sociale sottoscritto da queste ultime società.

Anche alla luce di questo, Ecolat ha presentato un ricorso per sequestro giudiziario innanzi al Tribunale di Firenze inerente la quota venduta in suo danno da SEI.

In data 28 marzo 2019 il Tribunale ha disposto, inaudita altera parte, il sequestro giudiziario di una quota rappresentativa il 5,14% del capitale sociale di SEI.

Con Ordinanza del 15 aprile 2019 ha confermato il sequestro giudiziario concesso non ritenendo fondate nessuna delle censure sollevate da STA:

La decisione del Tribunale  conferma la necessità di ristabilire un equilibrio societario e una corretta dialettica tra i soci che abbia come primario fine quello di migliorare il servizio per i cittadini.

Redazione
© Riproduzione riservata
19/04/2019 14:54:45


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Confesercenti Arezzo, l’allungamento del mercato in zona Giotto non deve durare più di due edizioni >>>

Dopo le riaperture scattano gli aumenti: andare dal parrucchiere può costare il 30% in più >>>

“Ripartenza? Ora occorre carburante vero, altrimenti rischiamo grosso” >>>

Il mercato ad Arezzo torna alla normalità con tutti i suoi banchi >>>

Valdichiana, appello ai sindaci per sostenere le imprese >>>

Gli imprenditori non sono untori. No alla responsabilità penale se il lavoratore si ammala >>>

La vittoria di Confartigianato: ridotta la Tari per le piccole e medie imprese >>>

Tesei: "Crollo del Pil in Umbria stimato sul 6% annuo" >>>

Lunedì riaprono i negozi, ma ristoranti e bar attendono di conoscere le regole >>>

Agriturismi: “Ripartire subito in sicurezza, ma con regole chiare” >>>