Notizie Nazionali Altre notizie

Come andare in Sardegna in traghetto

Sono varie le compagnie che offrono questo tipo di viaggio

Print Friendly and PDF

Le opportunità per andare in traghetto in Sardegna oggi sono molteplici. Sono infatti varie le compagnie che offrono questo tipo di viaggio, che partono poi da diversi porti italiani, da Livorno sin già a Napoli e Palermo. Per avere una panoramica di tutte le offerte disponibili TraghettiPer è il portale leader dei “traghetti Sardegna”, che consente di trovare rapidamente la soluzione più interessante giorno per giorno.

Come prenotare il traghetto
Una volta per prenotare il traghetto per la Sardegna era obbligatorio recarsi presso un’agenzia viaggi, che ovviamente applicava al prezzo del viaggio anche la sua commissione. A meno di non vivere vicino a un porto, cosa che permetteva di andare in una biglietteria di una compagnia navale per prenotare direttamente, come si fa del resto in una stazione ferroviaria. Oggi per fortuna le cose stanno diversamente da un tempo, infatti per prenotare un traghetto si può restare comodamente a casa. Lo si può infatti fare da internet, approfittando di portali come TraghettiPer. Questo tipo di siti consente di inserire la data per la partenza e quella del ritorno e di avere una panoramica di tutte le proposte disponibili, considerando ovviamente solo le navi che offrono ancora dei posti liberi. Le partenze sono numerose, ogni giorno della settimana e del week end, in diverse ore della giornata in modo da poter trovare la soluzione che meglio risponde alle esigenze del singolo viaggiatore.

Quanto costa andare in Sardegna in traghetto
Non è facile indicare una cifra di massima, visto che le variabili sono numerose. Il costo inferiore lo si ha per le partenze in periodo autunnale o invernale, con la prenotazione del solo posto ponte. Avvicinandosi all’estate e all’alta stagione aumentano i prezzi dei traghetti, e un aumento si ha anche nel caso in cui si voglia salire a bordo con un mezzo di trasporto. Più tale mezzo è grande e maggiore sarà il costo del biglietto, visto che si occupa più spazio in stiva: quindi un viaggiatore che va in moto in Sardegna spende meno di uno che civ a in camper. Si devono poi considerare prezzi accessori, come ad esempio l’eventuale costo di una cabina o della prenotazione di una poltrona. Periodicamente le compagnie navali propongono offerte particolari, in genere per le partenze infrasettimanali, quando le navi partono non completamente piene.

Quanto dura il viaggio
Anche qui, non è semplice fare una dichiarazione, si va infatti dai viaggi più veloci, anche meno di 6 ore per la tratta da Piombino a Olbia o da Civitavecchia a Olbia, per raggiungere anche le 12 ore per i viaggi notturni da Genova verso i vari porti dell’isola. Partendo di notte ovviamente si ottiene il vantaggio di dormire a bordo del traghetto, cosa che consente di arrivare freschi e riposati in Sardegna al mattina. I traghetti sono comunque navi comode e dotate di tutti i confort. Il viaggio quindi, per quanto lungo, non è poi così fastidioso o pesante. Si può trovare a bordo anche un comodo ristorante, nel quale trascorrere del tempo per la consumazione dei pasti.

Redazione
© Riproduzione riservata
11/07/2019 15:24:36


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Altre notizie

Aifa: “Gli italiani prendono troppi farmaci” >>>

Mihajlovic choc: "Ho la leucemia ma vincerò questa battaglia" >>>

Come andare in Sardegna in traghetto >>>

Cicciolina: voglio il Reddito di Cittadinanza dai 5 Stelle >>>

Italiani a rischio estinzione >>>

Roulette online: capire come funziona per vincere sempre? >>>

Germi in auto: il volante è quattro volte più sporco di un bagno pubblico >>>

Sanremo 2019, ecco tutti i compensi >>>

Tassa di sbarco fino a 10 euro per chi arriva a Venezia >>>

Aglio e sapone di Marsiglia le “armi” contro l’invasione delle cimici asiatiche >>>