Saperi e Sapori Ricette

Testaroli

Sono un piatto a base di farina di grano

Print Friendly and PDF

I Testaroli sono un tipo di pasta di antica origine, diffusa già ai tempi di Roma imperiale. Sono diventati nel corso dei secoli un piatto tipico della Lunigiana (area nord ovest della Toscana). Ancora oggi vengono realizzati con gli stessi ingredienti di un tempo: farina, acqua e sale.

Il termine “Testaroli” deriva dalla parola “testo” che rappresenta il contenitore in ghisa (un tempo in argilla) con il quale avviene la prima fase di cottura. Sono a base di farina di grano (ma anticamente erano fatti col farro). Una volta preparati si presentano come dei dischi di pasta porosa sottile che viene poi tagliata in pezzetti, creando la pasta, da far cuocere per poi essere condita con il tipico “pesto di basilico” derivante dalla vicina Liguria.

I Testaroli possono essere conditi anche con altri sughi: ai funghi, al formaggio grana, alla ricotta, ecc. La loro porosità consente di assorbire i condimenti molto più delle normali paste, ed il loro spessore li rende assai più gustosi al palato. Assolutamente da provare! 

INGREDIENTI PER I TESTAROLI

farina 300 g

acqua 450 g

sale fino 1 pizzico

PER IL CONDIMENTO

basilico 40 g

parmigiano reggiano 50 g

olio extra vergine di oliva 30 g

 

COME PREPARARE I TESTAROLI

Per preparare i testaroli, iniziate dal condimento: pulite le foglie di basilico con un panno morbido e ponetele nel bicchiere alto di un mixer. Unite il Parmigiano e l'olio.

Frullate tutto con un mixer ad immersione fino ad ottenere un composto omogeneo. Tenete da parte e passate ai testaroli: scaldate molto bene una padella in ghisa, a fuoco medio-basso. Intanto in una ciotola ampia ponete la farina, il sale e versate l'acqua a filo mentre mescolate con la frusta 7. Dovrete ottenere una pastella liscia e omogenea 8. Quando la padella sarà ben calda, ungetela con un filo d'olio da spargere con della carta da cucina .

Prendete un mestolo di pastella e versatela partendo dal bordo più esterno fino a riempire tutta la padella uniformemente. Lo spessore di ciascun testarolo dovrà essere compreso tra i 3-5 mm. Lasciate cuocere per circa 3-4 minuti, poi con una spatola girate dall’altro lato, cuocendo per circa 1 minuto. Man a mano trasferite i testaroli su un tagliere per farli raffreddare.

Una volta finito l’impasto, tagliate i testaroli oramai freddi prima a strisce, poi a rombi di circa 5 cm di lato. Una volta pronti fate rinvenire un po' alla volta i testaroli in acqua bollente salata a piacere per circa 2-3 minuti. Preparate i piatti da portata ungendo il fondo con un filo d'olio.

Scolate i testaroli bene nel piatto, conditeli con ancora un po' di olio e cospargete con il condimento a base di basilico e formaggio. Servite subito i testaroli!

Redazione
© Riproduzione riservata
22/01/2020 05:15:50


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Ricette

Gli "Gnudi" toscani >>>

Linguine con asparagi e speck >>>

Linguine fave e prosciutto >>>

Ciriole al tartufo >>>

Risotto con formaggio al vino rosso e radicchio >>>

Torta all’arancia morbida >>>

Penne in salsa di scarola e prezzemolo >>>

Tortini di tagliatelle intrecciate >>>

Pere al forno con gorgonzola e noci >>>

Frittata con le foglie dell’aglio >>>