Notizie dal Mondo Cronaca

Morto a 96 anni Freeman Dyson, il fisico che turbava l’universo

Collega di Einstein e di Goedel a Princeton, fu geniale, visionario e anticonformista

Print Friendly and PDF

Tra le tante notizie che il coronavirus ha oscurato c’è anche questa. Freeman Dyson (foto) se n’è andato il 28 febbraio all’età di 96 anni. Fisico teorico, una vita trascorsa all’Institute for Advanced Study di Princeton, collega di Einstein e di Goedel, era noto per i suoi importanti contributi all’elettrodinamica quantistica, l’anticonformismo, l’originalità delle sue intuizioni. Non posso dire di averlo conosciuto, ma so qualcosa di lui da Tullio Regge, altro illustre fisico teorico ospite per anni dell’Institute di Princeton. E dai magnifici libri che Dyson ci ha lasciato, soprattutto “Turbare l’universo”, edito da Bollati Boringhieri, ristampato nel 2010, “L’importanza di essere imprevedibili”, pubblicato da Di Renzo nel 2003 e “Lo scienziato come ribelle”, edito da Longanesi nel 2009.

Sfiorato dal Nobel
Dyson amava gli scienziati ribelli ed era ribelle. Il ricercatore geniale è curioso, dotato di pensiero divergente e ha il dono di vedere soluzioni insolite dove gli altri vedono solo problemi. Nelle soluzioni cerca la semplicità e l’eleganza estetica, là dove la scienza quasi si confonde con l’arte. Per questo Regge ammirava Dyson, e ne era ricambiato. Tralasciamo il suo lavoro più importante – l’elettrodinamica quantistica – troppo complesso per trattarlo qui: basterà dire che Dyson riuscì a rendere l’elettrodinamica quantistica uno strumento maneggevole per fare calcoli nella pratica, ma non a completarla come teoria dell’interazione elettromagnetica, cosa che fecero Richard Feynman, Sin-Itiro Tomonaga e Julian Schwinger, ricavandone nel 1965 il premio Nobel. Fu Wolfgang Pauli, passeggiando con lui a Zurigo, a fargli notare i limiti di quel suo lavoro, mentre toccò a Fermi dirgli che non funzionava un analogo lavoro tentato con la cromodinamica quantistica per inquadrare l’interazione forte. Come al solito Fermi aveva ragione, ma all’epoca non si conoscevano ancora i quark.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
23/03/2020 20:09:58


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

In Cina cani e gatti non potranno più essere mangiati >>>

Covid-19: anziana olandese guarisce a 107 anni >>>

Coronavirus, Trump attacca l’Oms: “Complici della Cina, vi blocchiamo i fondi” >>>

Coronavirus: in Germania oltre 2.300 morti >>>

Addio a Linda Tripp, la talpa del caso Lewinsky che fece tremare Clinton >>>

Covid-19: in Gran Bretagna 938 nuovi morti, nuovo record >>>

Coronavirus, morti record negli Usa: 1900 in un giorno >>>

Coronavirus, accelera il contagio in Svezia: oltre 100 morti in un giorno >>>

Coronavirus: oltre 50mila i morti in Europa >>>

Tangenti in cambio di voti per assegnare i Mondiali di calcio, i nomi dei corrotti >>>