Saperi e Sapori Ricette

Ciriole al tartufo

Il loro nome deriva dal latino “cereus” che significa bianco

Print Friendly and PDF

Le ciriole al tartufo sono una ricetta tipica umbra. Le ciriole è un formato di pasta fresca tipico delle zone dell’Umbria. Il loro nome deriva dal latino “cereus” che significa bianco, dovuto proprio al fatto che questa pasta viene preparata senza uovo. Questo tipo di pasta è adatto per esaltare molti prodotti tipici umbri utilizzati come condimento come per esempio il tartufo nero.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di Farina
  • Tartufo nero q.b.
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Preparazione

Preparate una spianatoia in cui verserete la farina. Formate una fontana con un incavo al centro. Cominciate con il versare 1 bicchiere di acqua tiepida ed un pizzico di sale. Cominciate ad impastare dapprima delicatamente facendo in modo che tutta l’acqua venga incorporata dalla farina e poi sempre un po’ più vigorosamente. Continuate ad aggiungere acqua in modo da ottenere un impasto elastico, omogeneo e compatto.

Una volta ottenuta la giusta consistenza, lasciate riposare l’impasto formando un panetto con esso e lasciandolo per circa un’ora sotto un canovaccio leggermente umido.

Una volta trascorso il tempo, stendete l’impasto formando una sfoglia abbastanza sottile (all’incirca 1-2 mm di spessore) poi tagliatela o con un coltello o con una macchinetta. Se la volete tagliare con il coltello, cospargete un po’ di semola sopra la sfoglia e avvolgetela su se stessa formando un rotolo. Poi tagliate delle sottilissime fette che una volta tagliate andranno srotolate…ecco che avete ottenuto le ciriole.

Prendete una pentola piena di acqua e portatela a bollore. Una volta che l’acqua bollirà, aggiungete una presa di sale e poi versate le ciriole. Una volta cotte al dente, scolatele e poi conditele con un po’ di olio di oliva. Poi prendete il tartufo nero e in parte grattatelo. Cominciate a mescolare per bene. Infine servite le ciriole al tartufo ben calde con una buona dose di tartufo affettato sopra.

Notizia e Foto tratte da granconsigliodellaforchetta.it
© Riproduzione riservata
29/04/2020 22:29:58


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Ricette

Vellutata di sedano >>>

Sedanini al salmone e crema di finocchio >>>

Carbonara di zucchine >>>

Risotto al prezzemolo con cozze e vongole >>>

Fagioli all’uccelletto >>>

Insalata di peperoni crudi e mozzarella >>>

Pasta con sugo di calamari >>>

Polpette di zucchine al forno >>>

Garganelli al pesto di pistacchio >>>

La vellutata di zucchine >>>