Viaggi e Vacanze Italia

Le isole della Gallura: tutti i tesori incastonati in un mare che toglie il fiato

La Maddalena è la regina di quest’area

Print Friendly and PDF

Oltre i confini del Consorzio Costa Smeralda, davanti ai quali si possono ammirare le isole di Mortorio, Soffi, Nibani e delle Bisce, la costa nord-orientale della Gallura si arricchisce di tanti altri gioielli incastonati in un mare da sogno. A nord, a ridosso delle Bocche di Bonifacio, regnano per esempio le isole della Maddalena e di Caprera, che insieme alle loro vicine, e alle isole di fronte alla Costa Smeralda, completano il Parco nazionale dell'arcipelago maddalenino. La Maddalena è la regina di quest’area: la sua omonima cittadina è tappa d’obbligo per gli amanti dei paesaggi e della storia, che qui fa parlare di sé fin dal Neolitico per arrivare alla fine del Settecento, quando diventa teatro dell’invasione francese da parte del giovane Napoleone Bonaparte e del suo esercito, poi ricacciati indietro da Domenico Millelire e da cinquecento militi sardi.

Non da meno è la sua vicina Caprera, collegata tramite il Ponte Moneta. I suoi paesaggi marini e terrestri annoverano una varietà di specie animali e vegetali unica. Le sue spiagge, tra cui Cala Coticcio e la Spiaggia del Relitto, sono mete famose in tutto il mondo e luoghi imperdibili per chi la visita. Ma l’isola ha anche una prestigiosa storia da raccontare che inizia nel 1856, quando Giuseppe Garibaldi la designa come dimora per sé e la sua famiglia. Oggi la sua sua casa è il cuore del museo a lui dedicato, il Compendio Garibaldino di Caprera. L’isola inoltre è sede del Centro Velico Caprera, una delle più prestigiose scuole di vela al mondo, nonché setting di numerose regate che regalano ai bagnanti degli spettacoli mozzafiato. Ma gli amanti dei panorami esotici non possono non visitare anche l’isola Spargi, con la bellissima Cala Corsara, e passare di fronte all’isola di Budelli, famosa per l’iconica Spiaggia Rosa, che insieme all’isola di Santo Stefano completano le maggiori dell’Arcipelago della Maddalena.

Quasi in competizione per bellezza e fama, al largo di Olbia conquistano la scena le isole di Tavolara, famosa anche per essere considerata il regno più piccolo del mondo, e di Molara, altri due fiori all’occhiello di queste coste. Le due, che fanno parte dell’Area marina protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo, sono tra i luoghi più iconici della Sardegna. Entrambe sono visitabili, con sentieri ideali per il trekking e per delle piacevoli passeggiate in mezzo alla natura. Molara inoltre è ricca di punti di interesse storico e archeologico, tra i quali l’antico borgo medioevale di Gurguray e l’antica chiesa di San Ponziano, che aggiungono ulteriore fascino al già suggestivo panorama di vegetazione e calette dalle acque limpide tutte da scoprire.

Notizia e Foto tratte da Tiscali.it
© Riproduzione riservata
28/10/2020 18:26:59


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Italia

Dormire nelle botti tra le colline d'Abruzzo >>>

Cala del Faro, sole e relax davanti ai profili dell'isola di Caprera >>>

Isola Capo Rizzuto in Calabria >>>

I posti più belli da vedere a Rio Marina >>>

Riapre Gardaland con tante novità e il parco acquatico Legoland >>>

Sardegna, le Domus de Janas candidate a patrimonio dell'Unesco >>>

Non solo Riviera: alla scoperta della Romagna più antica e segreta >>>

Roccia dell'Orso, una scultura naturale che domina Palau e il nord Sardegna >>>

Come raggiungere l’Isola del Giglio e cosa visitare per fare una vacanza da sogno >>>

Tra fiori e mare da sogno: i colori della primavera in Costa Smeralda >>>