Notizie dal Mondo Attualità

La Grecia: “Dal 14 maggio apriremo ai turisti"

E lo Stato pagherà il costo di eventuali quarantene

Print Friendly and PDF

Quando sei un Paese per il quale il turismo vale un quarto del tuo prodotto interno lordo, è evidente che il Covid-19 fa danni paragonabili a quelli di una guerra. È il caso della Grecia, che in questi mesi si è sempre segnalata per la ricerca di iniziative volte a sbloccare i flussi turistici, anche con pressioni sugli organismi internazionali per il varo di un vero e proprio passaporto vaccinale.

Ora a scendere in campo è il ministro del Turismo ellenico, Haris Theocharis, che ha approfittato del palcoscenico internazionale della più grande fiera mondiale del settore, l’ITB di Berlino ancorché in modalità virtuale, per annunciare che il 14 Maggio prossimo la Grecia aprirà ufficialmente la stagione turistica.

Per l’annuncio, pur condito di prudenti richiami alle stime degli scienziati, è stata scelta la location-simbolo del Museo dell’Acropoli di Atene.

«Terremo sempre presente la fedele attuazione dei protocolli sanitari» ha detto il Ministro. «Fino al 14 Maggio abbiamo in programma di rimuovere gradualmente le restrizioni, sempre se ciò sarà consentito dalle stime degli infettivologi di fronte allo sviluppo della pandemia. Ad esempio, abbiamo pianificato per Aprile l'implementazione pilota delle misure di sicurezza che nella prima fase riguarda i visitatori provenienti dai paesi dell'Unione Europea, così come da altri Paesi dove la vaccinazione è progredita, come Israele».

Ma quali saranno i protocolli di sicurezza applicati ai turisti? Il Ministro ne ha accennato brevemente: sarà consentito l'ingresso ai viaggiatori che saranno stati vaccinati, o avranno l'immunità a seguito della guarigione o saranno stati trovati negativi al Covid-19 con un recente test (probabilmente nelle 48 ore precedenti l’arrivo o l’imbarco).

Il Ministro ha anche aggiunto che «tutti i turisti potranno essere sottoposti a test a campione, come l'anno scorso. Tuttavia, una differenza significativa rispetto al 2020 saranno i 'test rapidi', grazie ai quali la quarantena per i casi positivi inizierà senza le 24 ore di attesa come nel 2020».

E proprio il tema della quarantena offre una notizia importante. Theocharis ha ufficialmente annunciato che «il costo del ricovero o di qualsiasi altra azione imposta con l’obiettivo di tutelare la salute di turisti, professionisti e cittadini, sarà a carico dello Stato» e ha aggiunto che tutti i protocolli che saranno applicati ai cittadini greci — come l’uso obbligatorio della mascherina nei luoghi pubblici — si applicherà anche ai turisti.

Contestualmente la vaccinazione per le persone che si occupano della fornitura di servizi turistici avrà priorità analoga a quella per le fasce deboli della popolazione. Il che, secondo il Ministro, si aggiunge al mix tra protocolli specifici per le aziende turistiche e formazione degli operatori che ha già caratterizzato tutto il 2020.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
10/03/2021 22:50:42


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Il principe Harry dona 1,5 milioni per i bambini africani >>>

Quanto sa Fauci sull'origine del Coronavirus in Cina? >>>

Covid, Pfizer e Moderna aumentano i prezzi dei vaccini per l'Ue >>>

Tutto pronto per il volo spaziale di Bezos e il suo originale team di bordo >>>

Madrid dedica una piazza a Raffaella Carrà >>>

Putin: si chiamerà “champagne” solo quello prodotto in Russia >>>

Il Gay Pride nel mondo, da Parigi a Los Angeles >>>

Ungheria, Orban: “La nostra legge non è contro i gay, non la ritiriamo” >>>

Trovato in Botswana il terzo diamante più grande del mondo >>>

Il summit Biden-Putin, riparte il dialogo Usa-Russia >>>