Notizie Nazionali Cronaca

Assessore uccide un 39enne in una lite in piazza a Voghera

Si è autosospeso, poi è stato arrestato: “Un colpo accidentale”

Print Friendly and PDF

Ha sparato e il colpo ha ammazzato Youns El Bossettaoui, 39enne di origini marocchine. Con l’accusa di omicidio volontario è finito agli arresti domiciliari Massimo Adriatici, assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera, nell’Oltrepò Pavese. Interrogato fino alle 7 del mattino, agli investigatori ha dichiarato che il colpo è partito accidentalmente. Non è ben chiaro, ma appare probabile, che l’assessore, ex poliziotto che ha abbandonato la divisa per la carriera forense, da molti definito «lo sceriffo», abbia caricato l’arma, una piccola calibro 22, sul momento. Adriatici si è “autosospeso” dalla giunta. Ad annunciare l'uscita, per il momento temporaneo, di Adriatici dalla giunta è stata poco fa il sindaco Paola Garlaschelli, che dall'ottobre scorso guida il Comune oltrepadano. I due uomini avevano avuto una lite, dopo la discussione Adriatici avrebbe sparato il colpo di pistola. Sono subito intervenuti gli operatori del 118 che hanno trasportato il ferito al pronto soccorso più vicino. Il fatto è avvenuto nella centralissima piazza Meardi, alle 22,30 di ieri, davanti a un bar gestito da cinesi. Il 39enne, da quel che riferiscono i carabinieri «con precedenti penali e irregolare in Italia», stava infastidendo i clienti. Forse era ubriaco: lo stabilirà l’autopsia. L’assessore Adriatici era di passaggio. Lo ha visto e ha subito richiesto l’intervento della polizia. Nel frattempo però i due hanno iniziato a discutere e l’ex agente ha estratto la pistola che deteneva con regolare porto d’armi. Sembra l’abbia anche caricata. El Bossettaoui, che era disarmato, lo avrebbe spintonato e gli avrebbe anche tirato un pugno. Nella caduta - secondo quanto dichiara l’assessore - sarebbe partito accidentalmente un colpo che ha raggiunto diretto il cuore del 39enne, appena sopra il capezzolo sinistro. Subito sono stati allertati i soccorsi, ma all’arrivo in ospedale per la vittima non c’è stato nulla da fare: il 39enne è morto in serata. L’assessore è stato fermato dai carabinieri del Comando provinciale di Pavia, diretti dal comandante Luciano Calabrò. Dopo l’interrogatorio, andato avanti fino alle 7 del mattino, la procura ha disposto gli arresti domiciliari con l’accusa di omicidio volontario. Pochi i testimoni sul posto. Per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti, gli investigatori stanno visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza della piazza.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
21/07/2021 13:58:42


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Covid, l’annuncio di Palazzo Chigi: “Un milione di vaccini Pfizer in più a partire da agosto” >>>

Mantova, morto lo pneumologo Giuseppe De Donno >>>

Musica, è morto il cantante Gianni Nazzaro >>>

Green Pass: Palazzo Chigi rilancia app per evitare 'falsi' >>>

Brescia: bidello abusava degli studenti, arrestato >>>

Roma: “C’è una bomba al Colosseo, alla Fontana di Trevi, alla Stazione Termini” >>>

Se non usiamo la testa tra 14 giorni potremmo contare dai 20 mila ai 32 mila contagi al giorno >>>

Morto a Roma lo “chef dei poveri” Dino Impagliazzo >>>

Covid, nella scuola oltre 200mila non vaccinati >>>

Ventimiglia, il parroco nega a una ragazzina di fare la chierichetta >>>