Notizie Nazionali Cronaca

Covid, via al super Green pass: record di certificati scaricati in 24 ore

Vaccini, boom di prime dosi

Print Friendly and PDF

Il super Green pass entra in vigore in Italia e in 24 ore si registra un nuovo record di certificati scaricati: 1,3 milioni, tra quelli base e quelli rafforzati che consentono a chi è vaccinato di poter accedere a ristoranti, cinema, teatri, stadi. Le nuove misure volute dal governo per contrastare la pandemia saranno valide fino al 15 gennaio. 

La stragrande maggioranza dei Green pass scaricati, quasi 970mila, è legata alle vaccinazioni. Segnale inequivocabile che l'entrata in vigore delle nuove restrizioni un primo risultato lo ha portato: ridurre ulteriormente la platea dei non vaccinati. Si vedrà nei prossimi giorni se l'effetto continua, così come bisognerà aspettare lunedì prossimo per avere i primi dati sui controlli e capire se gli italiani si sono adeguati o meno ai nuovi divieti. A guardare come è andata il primo giorno, però, l'impressione è che la maggioranza abbia accolto con favore il nuovo corso. A prescindere dai controlli, che come era prevedibile sono stati soft e limitati.

Boom di prime dosi, nel Lazio sono raddoppiate

 "La buona notizia è che nelle ultime due settimane abbiamo praticamente ottenuto circa 390mila nuovi vaccinati", evidenzia Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, secondo il quale "se si dovesse mantenere questo tipo di incremento vaccinale, nel giro di due mesi saranno rimasti solo gli irriducibili a non vaccinarsi". 

"Abbiamo avuto un incremento del 39% dei vaccini somministrati nell'ultima settimana - afferma l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato -, anche delle prime dosi che sono raddoppiate, per cui sicuramente c'è una spinta anche legata all'entrata in vigore dei nuovi strumenti". Trend positivo, anche se più contenuto, in Lombardia, con 32mila prime dosi in una settimana, e nelle altre Regioni, mentre il vicepresidente di Federfarma, Alfredo Procaccini, assicura che l'incremento delle prime vaccinazioni è evidente anche nelle farmacie.

Booster dopo 5 mesi per i guariti vaccinatiIntanto, il ministero della Salute chiarisce che nei soggetti vaccinati prima o dopo un'infezione è indicata la somministrazione di una dose di richiamo, purché sia trascorso un intervallo minimo di almeno cinque mesi. Nel documento si ribadisce anche il consiglio a vaccinarsi entro 12 mesi dalla guarigione per chi non si è mai vaccinato e di fare comunque la seconda dose se l'infezione è stata contratta entro i primi 14 giorni dalla prima dose.

notizia e foto tratte da Tgcom 24
© Riproduzione riservata
07/12/2021 05:51:27


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Viareggio, arrestato il 44enne barricato in casa >>>

Ruby ter: processo a Berlusconi rinviato al 16 febbraio >>>

Ministero: in Italia l'11,8% dei lavoratori si trova in situazione di povertà >>>

Beppe Grillo e il patron di Moby indagati per i contratti pubblicitari per il blog >>>

Morta Elena Curti, l'ultima figlia naturale di Benito Mussolini >>>

Col braccio in silicone per il vaccino, l'odontoiatra non è più sospeso >>>

Udine, scritta con minacce di morte al governatore Fedriga sul muro di un supermercato >>>

Morte di David Rossi, mail alterate “quando il pc era nella disponibilità della famiglia” >>>

Covid, Sileri: "Omicron? Non c'è scampo, raggiungerà tutti gli italiani" >>>

Gabicce Mare, muore donna di 46 anni morsa due volte da un ragno violino >>>