Notizie Nazionali Cronaca

Covid, per ritirare la pensione in Posta non servirà il Green pass

Giù i ricoveri: da +18% a +7% in una settimana

Print Friendly and PDF

E' in dirittura di arrivo il Dpcm che individuerà i negozi per i quali non sarà necessario il Green pass. Sarebbero in corso le ultime limature al testo e la firma potrebbe arrivare giovedì. Tra le novità ci sarebbe anche l'ingresso "pass free" alle poste per il ritiro della pensione, mentre per gli altri servizi postali resterà necessario il certificato (base o rafforzato).

Scatta l'obbligo di Green pass per i servizi alla persona

Nell'immediato, da giovedì e fino al 31 marzo niente taglio, acconciatura e manicure senza Green pass. Scatta infatti l'obbligo - previsto dal decreto legge del 7 gennaio - del possesso della certificazione verde per accedere a quelli che vengono definiti "servizi alla persona": parrucchieri, barbieri, estetisti. La misura vale anche per i colloqui con i detenuti in carcere. Dall'1 febbraio saranno interessati pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali, "fatti salvi quelli necessari per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona", il cui elenco è in via di definizione.

In netta frenata la crescita dei ricoveri Covid

Intanto i dati evidenziano un calo della crescita dei ricoveri Covid. Secondo il report degli ospedali sentinella della Federazione aziende sanitarie e ospedaliere, nella settimana dall'11 al 18 gennaio l'aumento dei pazienti nei reparti ordinari è stato del 7,1% dopo il 18% del periodo 4-11 gennaio. Lievemente maggiore la crescita dei ricoveri in terapia intensiva, pari al 9% (era del 18% la settimana prima). Crescono invece del 27,5% i ricoveri dei pazienti pediatrici: tra i piccoli malati il 34% ha meno di sei mesi e complessivamente quasi due su tre fra i minori ricoverati (il 61%) hanno meno di 4 anni e si trovano quindi in una fascia di età non vaccinabile, mentre il 25% ha tra i 5 e gli 11 anni. 

Pressing delle Regioni per abolire il sistema dei colori

La spinta dei contagi, tuttavia, potrebbe far finire la metà delle Regioni in arancione a breve. Ecco perché, al tavolo tecnico tra governo e Regioni, i presidenti hanno rinnovato la richiesta di modificare il sistema dei colori. L'ipotesi emersa è quella di considerare casi Covid soltanto i pazienti ricoverati che hanno sviluppato la malattia, senza includere gli asintomatici in ospedale per altre patologie. Frenata, invece, sulla richiesta di riduzione a 5 giorni delle quarantene per i sintomatici.

notizia e foto tratte da Tgcom 24
© Riproduzione riservata
20/01/2022 06:06:52


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Auto nel giardino dell'asilo, parla la donna indagata: 'Siamo sotto choc, chiedo scusa' >>>

Netflix paga 55,8 milioni di euro di tasse al Fisco italiano >>>

Identificato in Italia il primo caso di vaiolo delle scimmie >>>

Cosenza, ragazzo picchiato dallo zio perché gay: "Adesso muori a casa" >>>

Uccide la moglie a Rimini e ferisce la figlia che la difende >>>

Rimorchiatore italiano partito da Ancona affonda al largo della Puglia, cinque morti >>>

L'Aquila, auto piomba in un giardino di un asilo: muore il piccolo Tommaso >>>

Liliana Segre invita Chiara Ferragni al Memoriale della Shoah di Milano >>>

Flatulenze in Rai, Dania Mondini: “I capi mi dissero: resta lì o non lavori più” >>>

Caso Saman, tutti a processo i familiari della 18enne pachistana >>>