Notizie Nazionali Cronaca

Denise Pipitone, i genitori: “Messina Denaro ci dica se sa dov'è”

La bambina rapita a Mazara nel 2004

Print Friendly and PDF

«Ci appelliamo a dei sentimenti forse assopiti, al vero senso dell'essere un genitore amorevole. Stato, magistrati, chiedete al boss Matteo Messina Denaro se sa dov'è la nostra Denise. Noi siamo convinti che se decidesse di fornire la risposta alla nostra domanda, metterebbe fine al nostro calvario». Lo scrivono su Facebook Piera Maggio e Pietro Pulizzi, i genitori di Denise Pipitone, la bambina rapita a Mazara del l'1 settembre 2004. «La nostra richiesta al boss Matteo Messina Denaro - spiegano rispondendo a chi li interroga su questa iniziativa - non è per accusarlo di qualcosa... Ricordo a tutti che per la ricerca di Denise, dall'inizio fino a un bel po' di mesi, ci fu un blocco su tutto il territorio in tutti sensi». La ricerca di Denise, concludono i genitori, «probabilmente ha potuto dare fastidio anche su altri fronti... quindi non è scontato, ma può essere fattibile che qualcuno abbia voluto sapere o saputo la ragione del perché i propri affari venissero ostacolati da un evento imprevisto e magari capirne la causa dei mali e quindi aver saputo chi li abbia causati...».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
21/01/2023 13:44:18


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Parroco rimosso nel Pinerolese: sul suo conto transitati 500 mila euro >>>

Tornano freddo e gelo, spinti da una corrente artica in arrivo da oggi >>>

Catturato nel Napoletano il killer della ‘ndrangheta evaso dai domiciliari nel Milanese >>>

Frontale in galleria sulla A14, tre morti e un ferito: perdono la vita padre e due figli >>>

Roma, Francesco Totti e Ilary Blasi in tribunale per l’udienza sui Rolex e le borse “rubate” >>>

Regeni, la rabbia dei genitori: “Abbiamo i nomi" >>>

Pistole puntate e gioielli portati via, tre banditi rapinano Roby Facchinetti >>>

Addio a Gianfranco Lanci, l'italiano che salì ai vertici dell'industria informatica mondiale >>>

Caso Cospito, anticipata udienza in Cassazione. L’Antimafia: 41 bis o massima sicurezza >>>

Cancro, 380 mila casi nuovi ogni anno: 3,6 milioni gli italiani malati >>>