Notizie Nazionali Cronaca

Baby Gang condannato a quasi 5 anni di carcere

Dalle armi alle rapine: il volto violento dei trapper

Print Friendly and PDF

Arriva la prima condanna per reati commessi da maggiorenne per il trapper Baby Gang, finito al centro di diversi episodi di cronaca nell’ultimo anno. Il tribunale di Milano lo ha condannato a 4 anni e 10 mesi di reclusione per una rapina, che avrebbe commesso con altri due complici nel luglio del 2021 in provincia di Milano, quando con la minaccia di una pistola avrebbe sottratto a un giovane a bordo della macchina di lui 130 euro e un paio di auricolari. 

Il musicista ventenne è stato invece assolto dall’altra rapina per cui era imputato. Quella - secondo la procura di Milano - che fece con il trapper Neima Ezza il maggio precedente nella zona della movida delle Colonne di San Lorenzo. Per questi due episodi, per cui il pm Leonardo aveva chiesto una pena a 4 anni, il 19 gennaio 2022 era stato arrestato e messo in carcere.,Da San Vittore Baby Gang era uscito una ventina di giorni dopo su ordine del Tribunale del Riesame che nelle accuse contro di lui aveva ravvisato «profili di lacunosità e debolezza» tali da «non permettere di ritenere integrato un quadro indiziario grave. Durante il periodo detentivo il ventenne, con un cellulare introdotto in carcere, aveva registrato dei filmati utilizzati per il videoclip di una canzone. L’annuncio dello stesso su Instragram («prossimo singolo rimarrà nella storia del rap, visto che sono il primo artista “detenuto” ad aver girato un video in un carcere») gli era costato una denuncia per «accesso indebito a dispositivi idonei alla comunicazione da parte di soggetti detenuti».

Lo scorso settembre il cantante ventenne, difeso dall’avvocato Niccolò Vecchioni, è stato nuovamente arrestato e riportato a San Vittore. Questa volta per la rissa con sparatoria del 3 luglio in zona corso Como, in cui insieme ad altri componenti del suo gruppo, tra cui il “collega” Simba La Rue, si sarebbe scontrato con due coetanei senegalesi. I due erano stati feriti alle gambe da un suo amico con una pistola portata da Baby Gang.

Una vicenda per la quale la procura di Milano ha chiesto un altro processo. Così come a Monza dove dovrà difendersi dall’accusa di detenzione di una pistola trovata durante una perquisizione sotto il cuscino del letto in una casa di cui disponeva alle porte di Milano.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
27/01/2023 06:04:36


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Centrale di Suviana: la ricerca dei dispersi va avanti >>>

Recuperato un medaglione col volto di Federico da Montefeltro trafugato negli anni '70 >>>

Olive danneggiate e puzzolenti? Boom dell'olio deodorato: come viene prodotto e perché si diffonde >>>

Forte esplosione in una centrale idroelettrica a Suviana, sull'Appennino Bolognese: è strage >>>

Occhio alla mail dell'Agenzia delle Entrate: sei alert per difendersi dal phishing >>>

Ilaria Salis nuovamente in aula tenuta al guinzaglio. Negati i domiciliari, minacce agli avvocati >>>

Dopo l’attacco dell'Isis in Russia anche in Italia è scattata l'allerta terrorismo >>>

Sesso con l'ex marito, lei non vuole e lo evira: il gesto choc >>>

"È per l'inclusione". Annullata la festa del papà in un asilo di Roma >>>

Bufera arbitri, Abbattista a "Le Iene": "Adesso sono libero di denunciare lo schifo" >>>