Economia L'Esperto

Superbonus 110 dopo gli emendamenti: regole e novità. Si va verso una detrazione a 10 anni

La soluzione che dovrebbe contribuire a smaltire la montagna di 19 miliardi di crediti bloccati

Print Friendly and PDF

Un veicolo finanziario in grado acquistare e rivendere i crediti incagliati, ridando liquidità al sistema e sbloccando un'empasse che da mesi tiene in scacco imprese e cittadini. E' questa la soluzione che dovrebbe contribuire a smaltire la montagna di 19 miliardi di crediti bloccati del superbonus. Un veicolo che vedrebbe impegnate le grandi società pubbliche, con Enel X in testa, che offrono così la propria mano tesa al governo. Che intanto con un lavoro di moral suasion su banche e istituzioni, ha incassato la promessa a far ripartire le acquisizioni dei crediti. Un doppio canale che si è concretizzato grazie anche alle novità introdotte nel decreto superbonusarrivato al rush finale in commissione alla Camera e atteso mercoledì in Aula.

Lo sblocco dei crediti

"Abbiamo sensibilizzato le istituzioni e le banche. Le banche e le Poste hanno annunciato che ricominceranno, in un quadro di maggiori certezze che abbiamo dato sotto il profilo giuridico, ad acquistare questi crediti", ha spiegato il ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti, annunciando anche l'arrivo del veicolo: "E' in corso l'elaborazione di un sistema, una specie di piattaforma, che dovrebbe in qualche modo permettere di smaltire tutto l'arretrato". Escluso invece il ricorso agli F24, su cui il governo chiude: il loro utilizzo "genererebbe sostanziali e rilevantissimi problemi di cassa", spiega il sottosegretario Federico Freni. Possibile che invece qualcosa si faccia sul fronte dei Btp. L'ipotesi del veicolo era nell'aria da giorni, ma si attendeva prima di capire come si sarebbe sviluppato il lavoro in Parlamento. Una volta visto che gli emendamenti avevano preso la strada giusta, si è potuti uscire allo scoperto.

L'estensione fino a 10 anni

E' in arrivo la possibilità per i contribuenti che hanno fatto lavori col superbonus e portano le spese in detrazione di spalmare lo sconto su 10 anni anziché 4, utilizzando così maggior spazio fiscale su più annualità. Lo annuncia il sottosegretario all'economia Federico Freni in una pausa dei lavori della commissione Finanze. "La stiamo depositando", ha detto Freni in riferimento alla modifica, puntualizzando che comunque le persone interessate rappresentano "numeri residuali".

La soluzione di "Enel X"

La soluzione strutturale per i crediti edilizi incagliati "esiste", assicura Enel X: è "un veicolo finanziario" con uno schema che la società ha "già testato con alcuni partner finanziari su volumi limitati". "Siamo quasi pronti, è questione di poco e potremo dare un decisivo impulso allo sblocco dei decreti incagliati", assicura il ceo Francesco Venturini.

Gli emendamenti e le modifiche più significative

Tra le altre modifiche, la commissione Finanze ha dato il via libera alla proroga al 30 settembre del termine alle villette, che entro il 30 settembre scorso avevano effettuato almeno il 30% dei lavori, per concludere la spesa e portarla in detrazione beneficiando del 110%. Per salvare le cessioni del 2022, inoltre, arriva la possibilità per chi non ha concluso il contratto di cessione entro il 31 marzo di effettuare la comunicazione all'Agenzia delle Entrate con la 'remissione in bonis': ovvero, entro il 30 novembre, pagando una sanzione di 250 euro. Cessione e sconto in fattura restano per l'eliminazione delle barriere architettoniche e anche per gli istituti per le case popolari (Iacp), le onlus e il terzo settore, e per i lavori su immobili colpiti da eventi sismici e anche per l'alluvione delle Marche. Si allarga poi ulteriormente, anche a tutti i cessionari che acquistano crediti da una banca, lo scudo dalla responsabilità in solido per chi acquista i crediti del superbonus.

Giorgetti: "Favorevole a detrazioni fino a 20 anni"

"Io sono assolutamente favorevole al sistema delle detrazioni: 5, 10 anche 20 anni. Il principio è che non si debba passare necessariamente dal sistema della cessione che è fallito e che ha mandato in tilt il sistema delle banche e di chi devono acquistare". Così il ministro dell'Economia Giorgetti. E in effetti prende corpo il provvedimento per una estensione almeno fino a 10 anni. 

Redditi bassi

Nel pacchetto manca però la misura per i redditi più bassi per spalmare su 10 anni il recupero in detrazione delle spese del superbonus, denunciano alcuni partiti di opposizione. La misura, secondo quanto si apprende, avrebbe richiesto coperture che al momento sono considerate da rinviare a dopo il Def. Uno "stralcio", attacca Alleanza Verdi e Sinistra, con cui il governo "conferma di avere a cuore il benessere dei ricchi e delle banche". Il relatore si dice "fiducioso" sul fatto che il Parlamento darà una risposta al problema degli 'esodati' del superbonus in modo trasversale con il contributo di maggioranza e opposizione. 

 "Costato 117 miliardi, ora cambiare"

"Il Superbonus, con gli altri bonus edilizi, è costato alla finanza pubblica ad oggi 117 miliardi. E' importante sostenere l'edilizia e continuare a farlo, ma nel quadro di una finanza pubblica sostenibile". Lo ha detto il ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti intervento all'assemblea generale di Confindustria Alto Adriatico. "Un Paese che deve guardare con attenzione ai suoi conti deve scegliere dove investire, e il governo ha deciso di farlo nel sostegno a chi investe e lavora. Serve passare da un approccio per cui lo Stato può mantenerti anche se non lavori, a premiare chi si impegna, un vero e proprio cambio di filosofia, un progetto ambizioso che vuole ristrutturare l'organico della fiscalità con l'obiettivo di facilitare chi fa impresa in Italia e allo stesso tempo attrarre operatori esteri", ha concluso.

Notizia e Foto tratte da Tiscali
© Riproduzione riservata
28/03/2023 07:02:10


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio L'Esperto

Risparmio, raddoppiati Bot e Btp in mano alle famiglie italiane >>>

Locazioni brevi, come cambia la cedolare secca >>>

Bonus luce e gas 2024: le novità e i requisiti per ottenerlo >>>

Pensionati, niente Portogallo? Ecco tutte le mete alternative >>>

Ecco chi andrà in pensione con le nuove misure >>>

Riforma Irpef, si passa da quattro a tre aliquote: risparmi fino a 260 euro >>>

Le criptovalute a fine 2023: il punto della situazione e cosa ci aspettiamo nel 2024 >>>

Quest’anno tredicesima più alta per molti italiani >>>

Pensioni, aumenti in arrivo a dicembre 2023: a chi spetta e quanto sarà la maggiorazione >>>

Bene rifugio, l’oro è tornato a splendere, ma attenzione alla tassazione >>>