Notizie Nazionali Cronaca

Attivisti per il clima imbrattano di fango l'esterno della Basilica di San Marco

Con un paio di estintori hanno lanciato contro le mura della chiesa del liquido misto a fango

Print Friendly and PDF

Attivisti per il clima hanno imbrattato l'esterno della Basilica di San Marco a Venezia, nel corso di un'azione che hanno definito "un allarme anti-incendio". Con un paio di estintori hanno lanciato contro le mura della chiesa del liquido misto a fango, esponendo poi uno striscione con lo slogan "fondo riparazione". Alcune persone li hanno presi di mira, contestando questa forma di proteste per il clima. Sul posto sono arrivati gli agenti della Digos per prendere le generalità dei partecipanti.

 Il blitz

In tutto sono stati cinque gli attivisti che hanno dato il via al blitz; altri tre si sono aggiunti esponendo poi gli striscioni arancioni con la richiesta di istituire "un fondo permanente di riparazione", da utilizzare nella ricostruzione delle città colpite da fenomeni atmosferici estremi. Dure le parole di condanna dell'azione da parte del proto della Basilica di San Marco, l'architetto Mario Piana, arrivato sul posto pochi istanti dopo l'inizio del blitz.

Sei attivisti fermati dalla Digos

Sono 6 attivisti sono stati portati in questura a Venezia  Non si conosce, al momento, la loro identità e la città di residenza. Secondo quanto si è appreso ad intervenire per primi sono stati gli agenti del commissariato San Marco assieme alla polizia locale. Del fatto è stata informata l'autorità giudiziaria. Gli investigatori avrebbero sequestrato del materiale in possesso agli imbrattatori tra cui alcuni estintori. I vigili, nel frattempo, sono impegnati nel sopraluogo alla Basilica per valutare l'entità dei danni e per accertare il componente usato per la dimostrazione.

Basilica ripulita immediatamente

Intanto le operazioni di pulizia della facciata della Basilica di San Marco sono iniziate immediatamente. Gran parte del liquido - una miscela di acqua e argilla - "sparato" sulle pareti in marmo è stato già stato lavato dagli addetti alla manutenzione della chiesa. I dimostranti hanno imbrattato la facciata sud del monumento e il colonnato della Basilica. 

Zaia: "Azione assolutamente da condannare"

"Questa non è la modalità giusta. Rispetto al massimo le proteste democratiche di tutti, ci mancherebbe, soprattutto se riguardano temi così importanti come quello del cambiamento climatico. Abbiamo appena concluso la Cop 28 e mi sembra di capire che da lì grandi segnali non ne siano usciti". Lo dice il Presidente del Veneto Luca Zaia. "Ma da qui ad imbrattare la Basilica di San Marco piuttosto che altri edifici direi decisamente no - aggiunge -.Basti pensare che questo imbrattamento poi si tradurrà in un peggioramento del clima. Perchè? Perchè ci sarà più emissione di Co2, qualcuno metterà in moto delle auto per mandare degli operai lì a pulire, ci saranno dei macchinari che verranno accesi, dell'energia elettrica che verrà utilizzata. A me sembra quasi un controsenso". Per il Governatore del Veneto le proteste devono essere fatte "in maniera rispettosa non solo della proprietà altrui ma in particolar modo del clima. Se si vuole veramente porre la questione evitiamo di fare manifestazioni come queste che sono assolutamente da condannare".

Notizia e foto tratte da Tiscali News
© Riproduzione riservata
07/12/2023 13:39:39


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Frustate e botte a un bimbo di cinque anni: fermate la madre e la zia >>>

Altavilla, phon rovente in bocca e attizzatoio incandescente: così hanno ammazzato Emmanuel >>>

Crollo durante la costruzione di un supermercato a Firenze: 3 operai morti e 2 dispersi >>>

Rigopiano, tre condanne in più. E all'ex prefetto 1 anno e 8 mesi >>>

Paura per Vittorio Cecchi Gori: ricoverato in terapia intensiva. "Il quadro è serio" >>>

Il ministro Crosetto ricoverato d'urgenza in ospedale nella notte, forse pericardite >>>

Più di 1 milione di italiani sotto i 35 anni sono a forte rischio dipendenza dai social >>>

Genova, trova la moglie svenuta nel garage: corna, storia estrema >>>

La triste parabola della dinastia Agnelli. Dai fasti del Novecento alle aule dei tribunali >>>

Misseri verso libertà, sindaco 'non sia nuovo circo mediatico' >>>