Notizie Nazionali Economia

Bot a sei mesi, il tasso scende a un nuovo minimo storico

Anche stamani i rendimenti dei titoli di Stato si sono mossi in ribasso

Print Friendly and PDF

Prosegue il buon andamento per il debito dell’Italia. Anche questa mattina i rendimenti dei titoli di Stato del nostro Paese si sono mossi in ribasso, in linea con i bond governativi degli altri Paesi europei. In particolare, l’emissione in asta odierna di Bot semestrali da 7 miliardi di euro ha toccato nuovi minimi storici portandosi a quota -0,524%, dallo -0,521% del precedente collocamento. Nel frattempo lo spread Btp/Bund si muove in area 106 punti base mentre il rendimento del Btp a dieci anni è stabile allo 0,62% (-1 punto base). C’è attesa per l’asta a medio lungo termine di domani dove verranno offerti 8,75 miliardi del nuovo Btp a 5 anni (agosto 2026), del Btp a 10 anni e del Ccteu aprile 2029. Il mercato resta forte nonostante l’attenzione sia rivolta tutta sulla due giorni di meeting della Federal Reserve, la Banca centrale americana, che è in programma da ieri. Nell’incontro dovrebbero proseguire le discussioni sull' inizio del tapering, vale a dire la riduzione graduale degli stimoli monetari da parte dell’istituto Usa. Si tratta di un percorso che potrebbe anticipare una analoga mossa anche da parte della Banca centrale europea (Bce). Sullo sfondo restano le preoccupazioni sui rischi per la ripresa economica legati alla diffusione della variante Delta del Covid-19, oltre ai timori circa l’accelerazione dell’inflazione. Intanto ieri buone notizie sono arrivate dall’Fmi. Il Fondo monetario internazionale ha alzato le stime di crescita italiane sia per quest'anno che per il prossimo con un miglioramento per il 2021 anche dei conti pubblici. Nell'aggiornamento al «World economic outlook», l'organismo con sede a Washington ha rivisto al rialzo le stime per il Pil italiano nel 2021 portandole a +4,9% dal +4,3% ipotizzato a giugno. Analoga revisione anche per il Pil del 2022, salito a +4,2% dal precedente +4%. Sul fronte dei conti pubblici è stimato un miglioramento con le previsioni per il rapporto deficit/Pil di quest'anno passato a 11,1% da 11,8% di giugno e quello debito/Pil sceso a 157,8% da 159,9%.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
28/07/2021 13:58:45


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Smart working, Brunetta: “Tra un mese il contratto per il lavoro da remoto nella Pa” >>>

Massimo Moratti dona 1,5 milioni ai lavoratori dell’azienda di famiglia in cassa integrazione >>>

Cingolani: “Riscriviamo il metodo di calcolo delle bollette. Mitigheremo l’aumento” >>>

Smart working, pronta la bozza sul lavoro agile nella pubblica amministrazione >>>

Bollette, in Cdm un decreto per lo stop agli oneri di sistema contro gli aumenti >>>

“Taglio del cuneo fiscale e riforma dell’Irpef”: il piano di Franco per ridurre le tasse >>>

Cernobbio, Lamorgese: “Green Pass fondamentale per far ripartire in sicurezza il Paese e le imprese” >>>

Al forum Ambrosetti, Colao: “Fibra e 5g ovunque entro il 2026” >>>

Coronavirus, 140 milioni per sostenere discoteche, piscine e palestre rimaste chiuse >>>

Lavoro, al Mise un autunno di fuoco: 87 i tavoli di crisi ancora aperti >>>