Opinionisti Olinto Gherardi

La prevenzione crea disoccupazione

Ciò che non tollero assolutamente è l’essere considerato un “problema”

Print Friendly and PDF

Buongiorno, dovrei parlare di argomenti diversi, ma in questa rubrica ci sono già molti opinionisti, anche più bravi di me nell’esporre i loro pensieri, che mi sembra superfluo cambiare l’argomento che tratto ormai da mesi, tanto da sembrarne ossessionato.         Chi legge, molti, pochi, nessuno, può pensare ciò che vuole di quello che scrivo, a me non interessa, scrivo perché mi piace farlo, parlo di ciò che mi preme ed interessa perché mi riguarda in prima persona, me e molti altri come me, ghettizzati per aver rispettato la legge, additati quali fuorilegge, delinquenti, egoisti, causa primaria di ogni male sanitario in essere ed esposti al pubblico ludibrio quali capro espiatorio dello scempio compiuto ad oggi.

Il complottismo che noterà chi legge queste righe è ben lontano dai miei pensieri, ne tengo debito conto a mero titolo di notizia collaterale, sono conscio di quello che accade intorno a me e non mi piace per niente, ogni giorno di più. Scriverne mi permette di esternare il mio profondo disagio, di stemperare la mia rabbia, edulcorare la carica nervosa, illudendomi che eventuali ignoti possano perdere il loro tempo a leggere le mie valutazioni. Non pratico novaxite clandestina, come più volte ribadito in altri pezzi, sono in regola con quanto di “obbligatorio” esiste da quando sono nato, ma non sono disposto a fare da cavia a nessuno, nemmeno sotto ricatto come sta accadendo in questa democrazia impositiva fondata sull’obbligo da dpcm o dl che dir si voglia.

Dal 15 Ottobre u.s. ho lavorato pagandomi l’accesso allo stesso tramite un tampone rapido, un obbrobrio illegale, soldi estorti buttati nel cesso statale, dallo scorso 15 Febbraio sono a casa quale non possessore di lasciapassare di regime, senza stipendio ed annessi vari grazie alle brillanti intuizioni della galeotta cabina di regia che partorisce “misure atte a prevenire la diffusione del morbo”. Personalmente ritengo un sopruso abominevole e viscido come chi lo propone, privare un cittadino del proprio sostentamento in quanto non si piega ad un obbligo illegale, a mia conoscenza è un reato da parte di chi lo applica. Più costoro applicano regole assurde e vessatorie e più mi convinco che non hanno ragione su quanto portano avanti, da notare, oggi verso una fascia ben delineata di cittadini, non verso l’intera popolazione, come richiederebbe una letale emergenza sanitaria al momento che si trova “un vaccino”. Assolutamente tutto ed il suo contrario è stato fatto e viene fatto e sfido qualunque persona assennata ed onesta verso se stessa a non dubitare nemmeno per un nanosecondo.

Non sto nemmeno a citare i saltimbanchi di contorno, quelli che occupano lo schermo televisivo h24 ad elargire “scienza gratuita”, il mio pensiero è rivolto ai cittadini assenti per scelta, agli egoisti per vocazione, agli spacciatori di buoni propositi, ai giusti per decreto, a quelli cattivi dentro che sono emersi numerosi come cavallette, ai giustizialisti salvaculoproprio, ai fiancheggiatori a vario titolo, quali i media, tutti, nessuno escluso e non è un pensiero sereno ne’ positivo… Una cara amica in questa rubrica ha pubblicato un pezzo sulla libertà, sulle varie libertà da contemplare secondo la sua visione, pezzo interessante del quale ritengo di essere parte, così come migliaia di altri che sono stati privati con mezzi illeciti della propria libertà. Magari oggi alla numerosa massa giudicante non interessa una cippa della mia libertà, magari spera che il sistema buono e giusto si occupi definitivamente di questa ingombrante e pedante minoranza che punta i piedi e soprattutto non accusa nemmeno un banale raffreddore senza nemmeno una siringa, magari, se potesse, si farebbe giustizia da sola, come nel far west…sono andato troppo oltre? Sto esagerando? Non credo, sto solo esponendo la realtà attuale e quello che “sento” quotidianamente, c’è intolleranza latente e si percepisce a pelle, si legge sui media, si sente in tv, si tocca con mano sui social e questo porterà solamente ad eventi indesiderati prima o poi. Ciò che non tollero assolutamente è l’essere considerato un “problema” per il prossimo perché lo dice un governo burletta composto da “dipendenti” dei poteri forti, quando il problema reale sono loro e chi li segue ciecamente.

Nessuno ha il fucile puntato per concordare con le mie teorie, ma nemmeno io lo voglio a causa di una diversa opinione e questa è l’altra incongruenza grave, quella che mette a nudo l’umanità circostante, la quale non fa una grinza nell’infamare gratuitamente il prossimo a comando e per sentito dire, pensando unicamente a pararsi il culo per se stessa sulla pelle degli altri. Sono un buono di fondo ed ancora mi impongo di rispettare il pensiero altrui, anche se lo stesso mi sta offendendo, ma il margine di tolleranza è talmente esiguo che non so come potrei reagire fra due giorni ad insinuazioni od accuse dirette. Come più volte ripetuto, finirà molto male- Grazie per l’attenzione.

Olinto Gherardi
© Riproduzione riservata
27/02/2022 12:30:00

Olinto Gherardi

Operaio – Scrittore - Apolitico – 21 anni nel Gruppo Sbandieratori di Sansepolcro dall’avvento del Dott. Piero Gennaioli - Scrittore di poesie - Due pubblicazioni nel 2013(Lo Sbandieratore di Emozioni) e 2015 (All’ombra della Torre) con lo pseudonimo di Uguccione de’ Fiaschi – Collabora alla mostra fotografica di Francesca & Angelo Petruzzi, ManiAnime del Borgo 2016 – Attenzione rivolta al territorio, al Borgo ed al suo patrimonio artistico; diretto e chiaro nell’esposizione del pensiero critico, ma costruttivo. Fotografo amatoriale per hobby-Calcio e Pallavolo gli sports seguiti in prevalenza. redazione@saturnonotizie.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Olinto Gherardi

Piantiamola... >>>

La prevenzione crea disoccupazione >>>

Vai dove dico io >>>

Virus & potere >>>

La croce … ed il lanternone >>>

Male non fare… >>>

Ma il Giudizio? >>>

Faith, hope and…per carità! >>>

Al cinema il bene trionfa >>>

Divergenze cognitive >>>