Notizie Nazionali Cronaca

Salvato all’alba dopo la notte sul ghiacciaio con vestiti da trekking

Grave un trentenne. Mistero sulla sua identità

Print Friendly and PDF

Èstato recuperato dal Soccorso alpino valdostano con una temperatura corporea di 25 gradi, non aveva con sé documenti per identificarlo tranne un bancomat con un nome orientale, e non si capisce come sia arrivato in una zona crivellata da crepacci senza l’attrezzatura adatta. Ora è in Rianimazione all’ospedale Parini di Aosta in condizioni ancora gravi, ma in rapida ripresa. Forse potrà spiegare cosa è successo.La missione di soccorso si è conclusa questa mattina all’alba via elicottero. L’alpinista aveva chiamato ieri pomeriggio, lanciando l’allarme in inglese, «già in evidenti condizioni di ipotermia, spossato» spiega il direttore del Soccorso alpino valdostano, Paolo Comune. Era rimasto bloccato sul ghiacciaio di Bionnassay, a quota 3.100 metri, nel massiccio del Monte Bianco. Si trovava a valle rispetto al bivacco Durier (3.358 metri) e al col de Miage.

Ieri, però, è stato impossibile procedere sia con la missione in elicottero a causa di vento e nebbia sia con l’invio di una squadra via terra, «difficile a causa dell'elevato livello di rischio per i soccorritori dovuto alla pericolosità della zona da versante italiano e per le tempistiche. 

Questa mattina, con un miglioramento del meteo in alta quota, è partita da Courmayeur una squadra via terra, composta anche dalla Guardia di finanza di Entrèves, per procedere al recupero che poi è stato portato a termine dall’elicottero, «grazie a un pilota eccezionale che ha saputo muoversi nonostante il vento da montagne russe» dicono le guide alpine in servizio a bordo. Intorno alle 7,30 il paziente è arrivato a terra.

L'uomo, che dalle 2,30 della notte non ha più risposto al telefono, era equipaggiato da escursionista, in modo inadatto a quella situazione di alta montagna e ghiaccio: «Non aveva attrezzatura e abbigliamento per la progressione su ghiacciaio – raccontano i soccorritori -. Non abbiamo trovato né ramponi né imbrago né picca. Abbiamo guardato velocemente lì intorno, c’erano solo i bastoni». «Il mistero è come sia arrivato fin lì – dice Comune – perché per raggiungere quella zona ci sono buchi e crepacci. Comunque nessuna persona consapevole dei rischi che si corrono su quel tipo di territorio si inoltrerebbe adesso lassù».

Quando la guida alpina è stata calata sul posto, l’uomo era semicosciente, in uno stato grave di ipotermia, e fradicio. «Al telefono aveva detto che aveva una tenda, ma lo hanno ritrovato sotto un telo coperto dalla neve» dice Comune. Su di lui i soccorritori hanno trovato solo un bancomat che riporta un nome orientale. Adesso la guardia di finanza procede alle indagini per l’identificazione.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
02/10/2022 19:40:42


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

E' morto il ciclista Davide Rebellin, travolto in bici da un camion >>>

Padova, 26enne muore in un incidente stradale e c'è un retroscena >>>

Frana a Ischia: lungo vertice dei pm a Napoli, nessun indagato >>>

Montesano chiede alla Rai di reintegrarlo a Ballando con le stelle: “Diritti calpestati” >>>

Vibo Valentia, arrestato un uomo accusato di aver violentato la figlia >>>

Terni: 42 enne straniero investito da una bici e poi ucciso a calci e pugni in strada >>>

Esplosione nel Reggino causata da una fuga di gas: un morto e due feriti >>>

Lega, Umberto Bossi lascia l’ospedale di Varese: “Grazie a tutti” >>>

La frana a Ischia, sale a sette il numero delle vittime: c’è anche un neonato >>>

E' morto Renato Balestra, decano dell'alta moda >>>