Notizie Nazionali Altre notizie

Una zanzara giapponese invade l’Italia, rischio notti insonni e pizzichi dolorosi

La competizione con la Tigre non le permette di espandersi

Print Friendly and PDF

La zanzara giapponese o "Aedes japonicusè già in Italia ed è "un bel zanzarone nero, più grande della Tigre, che si vede molto bene e ad alcune persone - più sensibili - la puntura può dare grossi pomfi. Questo anche perché nel nostro Paese non siamo abituati e, come accade con i nuovi patogeni, anche con le nuove zanzare si possono avere reazioni più aggressive". A lanciare l’allarme è Fabrizio Montarsi, biologo del Laboratorio Entomologia sanitaria e patogeni trasmessi da vettore dell'Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie (Izs Ve) che nel 2015 ha individuato in Friuli Venezia Giulia la prima zanzara giapponese in Italia. "Oggi è stabilmente nel Nord Italia - aggiunge Montarsi - ed è entrata in Fvg arrivando dall'Austria e dalla Slovenia. Ma non è scesa oltre l'area montana e pedemontana perché non è riuscita a prevalere nella competizione con la nostra Tigre". L'Aedes japonicus è considerata la terza specie più invasiva tra le zanzare ed è nella top 100 delle specie più invasive del mondo.

Ama la vita diurna, è molesta, punge l’uomo "soprattutto sulle gambe" e "depone uova resistenti al freddo", precisa l'esperto. Infatti è presente in Paesi europei dal clima ben più rigido di quello italiano, come Svizzera, Germania, Austria, Slovenia e Ungheria. La sua presenza in Italia è dovuta al cambiamento climatico? "Non solo - risponde Montarsi - c'è di mezzo anche la globalizzazione dei viaggi e dei commerci. Arriva dal Sud Est asiatico ma ha trovato nel Paese le condizioni climatiche adatte per radicarsi e diffondersi - avverte -. E qui c'entra il cambiamento climatico, in Italia non fa più freddo come una volta e questo rappresenta un vantaggio per la zanzara giapponese, spesso le uova resistono bene anche in inverno".

La zanzara giapponese è un potenziale vettore di malattie come Dengue o Chikungunya? "Sono in corso degli studi, a cui partecipiamo anche noi dell'Izs delle Venezie - conclude - per valutare se questa specie invasiva può trasmettere la Dengue o Chikungunya, che già sono veicolate dalla nostra Tigre. Al momento non ci sono certezze, solo ipotesi, e per questo stiamo cercando di approfondire questo aspetto".

Notizia e Foto tratte da Tiscali
© Riproduzione riservata
08/06/2024 18:28:30


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Altre notizie

Rana, la guerra legale e l'apertura del Riviera Restaurant sulle rive del Garda >>>

La sorella di Jovanotti: Con il rapimento Orlandi ho scoperto il male >>>

Mille euro al giorno per assaggiare il Maxibon >>>

Borghese, gavetta e risse del passato: "Cuoco? Sei figlio di quella che fa i film sexy nuda" >>>

Il premio per l'isola più sostenibile? Quest'anno va alla più mondana di tutte: Capri >>>

Acqua mista alla sabbia del Sahara: cosa succede alla pioggia >>>

Una zanzara giapponese invade l’Italia, rischio notti insonni e pizzichi dolorosi >>>

Piersilvio Berlusconi boccia l'Isola dei Famosi, poi l'annuncio sul futuro Maria De Filippi >>>

Il terribile e carnivoro vermocane sta invadendo il nostro mare. E' aggressivo e divora di tutto >>>

Seminari aperti ai gay, la frase del Papa: “No, c’è già troppa frociaggine” >>>