Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Luca Secondi possibile candidato sindaco a Città di Castello

"Per gestire la macchina amministrativa ci vuole esperienza"

Print Friendly and PDF

È l’uomo indicato dal Partito Democratico per ricoprire il ruolo di sindaco di Città di Castello alle prossime comunali. Luca Secondi, 40 anni, attualmente vicesindaco tifernate con delega ai lavori pubblici nella seconda legislatura a guida Luciano Bacchetta, era stato assessore all’ambiente nel quinquennio 2011-2016 e in quello precedente, con sindaco Fernanda Cecchini,  aveva svolto le mansioni di presidente del consiglio comunale in rappresentanza di una lista civica.

Secondi, Cesare Sassolini ha parlato di mosse tattiche fra centrodestra e centrosinistra, nel senso che uno schieramento avrebbe aspettato di regolarsi in base alle decisioni dell’altro. Ora però una prima mossa il centrosinistra, o meglio il Pd, l’ha compiuta: quanto conta la tempistica in certi casi?

“Diciamo intanto che la partita non è ancora chiusa. Il mio nome è stato indicato da diverse forze politiche, fra le quali il Partito Democratico. Ciò mi gratifica, perché testimonia il lavoro che ho finora svolto. Per il resto, non entro nel merito delle questioni per rispetto verso la coalizione. Se ci sarà bisogno, andremo alle primarie: come dire, libertà a tutte le forze politiche”.

Ammesso che sia Lei il candidato sindaco di coalizione, quanto diventerebbe difficile raccogliere l’eredità di Luciano Bacchetta?

“Diciamo che l’esperienza fatta ha dimostrato di essere vincente, però ora serve una ricetta nuova. La pandemia ha cambiato le risposte da mettere in campo: il pragmatismo amministrativo deve prevalere sulle divisioni ideologiche”.

E a Lei l’esperienza di vicesindaco cosa ha insegnato?

“Che il saper gestire l’ordinaria amministrazione e avere le competenze per farlo ti permette di progettare soluzioni in prospettiva. Se ti ritrovi schiacciato nel dover inseguire il quotidiano e non hai le competenze per la gestione di esso, tutto diventa più difficile quando devi programmare politiche per il futuro”.

Una domanda classica che si pone in campagna elettorale: cosa avrebbe eventualmente intenzione di fare nei primi cento giorni? E Lei può essere la figura in grado di compattare il centrosinistra?

“Su questo evito di rispondere, perché ancora dovranno essere definite la mia candidatura e la compagine che mi supporterà. L’unica cosa che ho detto è stata chiara: sono stato indicato, mi metto a disposizione e il metodo di scelta non deve essere basato sui veti. La sintesi deve essere fatta sui programmi e non sui veti: se poi vi sono più proposte sui nomi, allora si ricorre alle primarie. Se tutto questo potrà servire per compattare il centrosinistra non lo so, ma ribadisco il concetto e la cosa peggiore per il centrosinistra è quella di far capire che tutto sta avvenendo attraverso veti incrociati nelle segrete stanze”.

Il Partito Democratico ha già un suo programma elettorale?

“Il Partito Democratico è ovviamente nel solco del centrosinistra ed è un attivo protagonista del centrosinistra uscente: non dimentichiamo che è il partito di maggioranza relativa. Rivendichiamo quindi il ruolo di protagonisti nella programmazione politica della città”.

Qualora fosse Lei il candidato sindaco di coalizione, presenterebbe la squadra degli assessori prima di andare al voto?

“E’ prematuro fare valutazioni, tanto più che – lo ripeto – al momento sono soltanto un candidato indicato e non un candidato ufficiale. Ho dato la mia disponibilità e non entro nel merito del dibattito e del confronto politico in atto. Non voglio quindi interferire e attraverso la mia disponibilità ho suggerito la metodologia. Certamente, sono pienamente consapevole del ruolo che mi potrebbe essere assegnato: l’importante è che i passaggi avvengano secondo i principi della trasparenza e della massima democrazia. A quel punto, se le volontà convergeranno sul sottoscritto, andremo avanti, altrimenti – come ricordato – il verdetto arriverà dalle primarie”.   

Redazione
© Riproduzione riservata
27/07/2021 09:37:55


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Matteo Casini candidato a sostegno di Andrea Laurenzi >>>

Mondo Politica: intervista a Lorenzo Moretti presidente del consiglio comunale di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Luca Chiarentin in lista con Danilo Bianchi ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Lara Chiarini candidata al fianco di Andrea Laurenzi >>>

Mondo Politica: intervista a Cinzia Talozzi candidata al fianco di Danilo Bianchi ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Mario Menichella candidato elezioni amministrative a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Fabrizio Innocenti candidato sindaco a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Giuseppe Torrisi consigliere comunale a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista con Alessandro Polcri candidato sindaco ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Giacomo Moretti candidato con Danilo Bianchi sindaco ad Anghiari >>>