Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Riccardo Leveque consigliere comunale a Città di Castello

"Il maggior rimpianto é non aver conseguito l’unità del centrodestra"

Print Friendly and PDF

Giovane come età, insegnante di professione ed esordiente in assoluto nel consiglio comunale di Città di Castello. E’ Riccardo Leveque, eletto nella lista di Fratelli d’Italia, che ha appoggiato il candidato sindaco Andrea Lignani Marchesani. Facciamo dunque conoscenza con questo volto entrato nell’assise tifernate.


Che tipo di sensazione si prova a entrare in consiglio comunale?
“Entrare in consiglio comunale e sentirsi chiamati per la prima volta dal segretario con la procedura di appello ha suscitato in me forti emozioni. Mi sono sentito orgoglioso di rappresentare la mia città in una istituzione, ho avvertito il senso di responsabilità per l’impegno preso nei confronti degli elettori e per la funzione di servizio che andrò a svolgere, il desiderio di mettere a disposizione energie e idee per contribuire al bene comune dei concittadini e a realizzare coesione e benessere sociale”. 
 

Quanti rimpianti per aver “consegnato” la vittoria nelle mani del centrosinistra?

“Il rimpianto più grande è non aver conseguito l’unità del centrodestra, obiettivo al quale personalmente ho lavorato fino all’ultimo istante, sia sui tavoli di concertazione locali che su quelli regionali. Solo l’unità del centrodestra sarebbe stata in grado di garantire la credibilità di un progetto che vuole cambiare un sistema logoro per le tante divisioni che hanno favorito nel tempo politiche di spartizione del potere piuttosto che interessi collettivi”.


La vittoria di Luca Secondi è il segnale che a Città di Castello i tempi del “ribaltone” non sono ancora maturi, oppure che i tifernati hanno paura di cambiare? 
“A questa domanda ho già parzialmente risposto nella precedente. Aggiungo soltanto che parte dei tifernati è ancora troppo condizionata da un sistema che perdura da oltre settant’anni e che esercita su molti ambiti la propria egemonia”.


Sarà un’opposizione più battagliera che mai quella che vi accingete a fare? 
“L’intento con il quale approcciamo, come gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, non parte dalla “battaglia” a priori, ma agiamo con la volontà politica di vigilare e costruire, mantenendo quelli che sono i vincoli del mandato che l’esito elettorale ci ha consegnato come forza di opposizione. Qualora il sindaco e la giunta comunale ponessero delle condizioni non sostenibili, saremmo pronti a una ferma e decisa contrapposizione che si fonda sui valori e sui principi che costituiscono il nostro paradigma antropologico, culturale e politico”. 


In quale aspetto Città di Castello è a suo giudizio in ritardo e quindi occorre intervenire fin da subito?
“Mi permetto ora io di fare una domanda: dove vede Città di Castello in anticipo? Mi sembra che questa sia purtroppo una situazione generalizzata, ovvero esteso a più ambiti”.
 

Quali sono allora i versanti su cui occorre intervenire con urgenza?
“Dalla sanità alle politiche sociali, dall’agricoltura all’industria, dal commercio al turismo, dalle frazioni al centro storico, dai trasporti alle infrastrutture constatiamo uno stato di arretratezza e di degrado sempre più eclatante, che colloca il nostro territorio in una situazione di sofferenza demografica, economica e culturale mai registrata prima d’ora. Se dovessi dare a tutto questo una priorità, sicuramente privilegerei i settori di rilancio del lavoro, quindi i quattro comparti classici: agricoltura, commercio, industria e turismo.
 

Redazione
© Riproduzione riservata
17/11/2021 10:33:43


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista ad Alessandro Casi assessore del comune di Arezzo >>>

Mondo Politica: intervista a Massimo Minciotti consigliere comunale a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Marco Baccini sindaco di Bagno di Romagna >>>

Mondo Politica: intervista a Laura Chieli consigliere comunale a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Ilaria Finocchi assessore al comune di Caprese Michelangelo >>>

Mondo Politica: intervista a Domenico Duranti uomo di punta del Pd a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Valerio Mancini consigliere della Regione Umbria >>>

Mondo Politica: intervista a Letizia Michelini sindaco di Monte Santa Maria Tiberina >>>

Mondo Politica: intervista a Angjelin Vata consigliere comunale a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Simona Bartolo esponente di "Insieme Possiamo" >>>