Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Simona Bartolo esponente di "Insieme Possiamo"

"Non essere presenti in consiglio comunale a Sansepolcro ci sta pesando"

Print Friendly and PDF

L’esito elettorale tutt’altro che favorevole non l’ha di certo scoraggiata. Conoscendo la sua coerenza e la sua determinazione, Simona Bartolo ha deciso di proseguire il suo impegno con “Insieme Possiamo”, nonostante la sinistra sia “storicamente” uscita dal consiglio comunale di Sansepolcro. La sua esperienza di consigliere comunale è durata appena un anno, quanto basta comunque per sentirsi stimolata nell’andare avanti.

Bartolo, quanto sta pesando alla sinistra il fatto di non avere più rappresentanti in consiglio comunale?

“Senza tanti giri di parole, ci sta pesando molto non avere rappresentanti in consiglio comunale. Del resto, riconfermare la rappresentanza era il nostro primo obiettivo in queste ultime elezioni e purtroppo non lo abbiamo raggiunto. Nonostante ciò, l’esperienza politica di “Insieme Possiamo” non si estingue, il gruppo è presente in città e continua ad essere parte viva ed attiva del dibattito politico, forse anche più di alcune realtà che nelle istituzioni hanno una loro rappresentanza. Le idee, quando ci sono, vengono portate avanti”.

La vostra assenza in consiglio incide anche sui rapporti all’interno della coalizione, oppure il percorso iniziato con le elezioni sta andando avanti?

“Il percorso iniziato con le elezioni non si è mai fermato, anzi prosegue attivamente il coordinamento che faceva riferimento alla candidatura di Andrea Laurenzi sindaco. Purtroppo, non avendo vinto, è fisiologico che qualche elemento si sia perso, ma il nostro gruppo resta una parte importante della coalizione”.

Avete di recente preso posizione sul pericolo di depotenziamento dei servizi sanitari. È questa la preoccupazione principale, oppure vi è anche dell’altro?

“Depotenziare il sistema sanitario di territorio è sempre una follia. Lo è in situazioni normali ma diventa catastrofico in un momento come questo, nel quale l’emergenza sanitaria richiede un ulteriore rafforzamento. Appare assurdo poi veder destinare a questo settore solo le briciole a fronte di tutte quelle risorse che avrebbe dovuto portare il Pnrr. Restano di fondamentale importanza per “Insieme Possiamo” anche i temi relativi a lavoro, ambiente e beni comuni. Siamo molto contenti che il gruppo Fratelli d’Italia si sia svegliato solo ora su temi che noi portiamo avanti da oltre venti anni e per i quali ci siamo tanto battuti, ossia la ripubblicizzazione dell’acqua e l’importanza della gestione pubblica di tutti i servizi essenziali. Meglio tardi che mai! Resta alta l’attenzione anche riguardo alle politiche del lavoro. Mai come in questo momento di crisi economica e pandemica c’è bisogno di vigilare sui livelli occupazionali delle nostre aziende, in primis su Newlat, anche a fronte della perdita del marchio Buitoni, sperando che nel medio periodo non vi siano contraccolpi occupazionali. Naturalmente, se vi fosse una minima speranza di riportare il marchio sul nostro territorio andrebbe fatto tutto il possibile per agevolare questo compito”.

Cosa è necessario fare in questo momento per ridare linfa alla sinistra biturgense?

“Intanto, è fondamentale non tirare i remi in barca. Dobbiamo continuare a confrontarci e a mantenere un dialogo attivo perché i temi su cui intervenire e gli ideali da difendere sono tanti. “Insieme Possiamo” si farà inoltre promotrice di un momento assembleare nel quale coinvolgere tutte le altre realtà di sinistra che hanno a cuore il futuro di Sansepolcro. Sarà importante costruire un rapporto paritetico tra tutti i soggetti interessati per evitare di disperdere le forze. Come sempre, “Insieme Possiamo” c’è!”.

Dopo la scelta di campo fatta nella parte finale della legislatura, Simona Bartolo prosegue il suo impegno politico con l’energia che l’aveva contraddistinta fino in pratica alle elezioni?

“In tutta onestà, il risultato elettorale riportato a casa da me e dal mio gruppo alle ultime elezioni, non è stato del tutto soddisfacente. Dopo un primo momento di rammarico e delusione, ne è seguito uno di riflessione su ciò che avremmo potuto fare per arrivare a raggiungere consensi più ampi. Quello che ho realizzato è che le idee e la passione con cui portiamo avanti i nostri progetti non sarebbero dovute andare disperse e non sarebbe stato neanche giusto perdere un bel gruppo di persone che si è unito a noi e che crede fermamente nel nostro lavoro. Così, senza dubbio alcuno posso confermare che sono e resto attiva in “Insieme Possiamo” con tutta l’energia e la passione che mi hanno sempre contraddistinta”.

Redazione
© Riproduzione riservata
06/01/2022 09:42:20


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Luciana Bassini consigliere comunale a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Lucia De Robertis consigliere della Regione Toscana >>>

Mondo Politica: intervista a Luca Ciavattini esponente della Lega Valtiberina >>>

Mondo Politica: intervista a Chiara Andreini esponente di spicco del Pd di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Massimo Mormii assessore al Comune di Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Politica: intervista a Massimo Bruschi consigliere comunale a Monterchi >>>

Mondo Politica: intervista a Giampaolo Conti consigliere comunale a Umbertide >>>

Mondo Politica: intervista a Daniele Quartucci consigliere comunale a Citerna >>>

Mondo Politica: intervista a Laura Taddei consigliere comunale ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Claudia Mazzoli assessore al comune di Bagno di Romagna >>>