Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Giuseppe Carbonaro esponente di Fratelli d'Italia in Valtiberina

"Dall'amministrazione Innocenti ci aspettiamo uno sprint diverso"

Print Friendly and PDF

È il giovane vicepresidente del circolo di Sansepolcro di Fratelli d’Italia, la cui sede è stata ufficialmente inaugurata nel novembre del 2020. Giuseppe Carbonaro sta sempre al pezzo anche in politica, oltre che nello studio e nel calcio, gli altri impegni che porta avanti. E tutti con grande impegno. Molteplici gli argomenti che con lui affrontiamo in questa intervista.

Carbonaro, la vittoria elettorale del 25 settembre sta suggerendo qualcosa in più a livello di organizzazione del circolo e ha portato anche qualche adesione?

“Le elezioni del 25 settembre sono state un risultato incredibile del centrodestra, ma prima di tutto di Fratelli d’Italia. A livello territoriale, Fratelli d’Italia ha preso il 36,81% e a livello locale il 32,51%, un risultato veramente straordinario. Per quanto riguarda le adesioni al nostro circolo, devo dire che c’è stato un forte incremento. Il segnale che le persone riconoscono l’impegno e la serietà che mettiamo a livello locale, sia in amministrazione che come partito. Il lavoro importante che sta facendo Laura Chieli in consiglio comunale e in consiglio provinciale è sotto gli occhi di tutti e per questo già in un solo anno siamo cresciuti moltissimo sia - ripeto - a livello di iscrizioni che di organizzazione del circolo in sé. Le persone continuano a unirsi a noi e a tesserarsi, in base a quello che adesso è un trend nazionale”.

Le prossime elezioni provinciali: cosa può accadere ora che Silvia Chiassai ha per avversario Alessandro Polcri?

“E’ notizia ancora fresca che la Provincia di Arezzo avrà due canditati alla presidenza. Fratelli d’Italia voterà in maniera compatta Silvia Chiassai e così tutto il centrodestra. Una scelta dettata dalla continuità verso un operato di quattro anni, nei quali la Provincia ha modificato il proprio volto in termini di operatività, impegno e progettualità”.

Quale valutazione esprime sul primo anno di amministrazione Innocenti?

“Il nostro è stato un atteggiamento di vigile opposizione collaborativa, in attesa che - come è giusto - la nuova amministrazione potesse prendere dimestichezza con la cosa pubblica. Abbiamo portato in consiglio aspetti che riguardavano il nostro programma elettorale e che, soprattutto, andavano in ascolto della tanta gente che vede in noi un riferimento e continuativamente ci contatta per portare su tavolo consiliare istanze comunemente condivise. Da questa amministrazione ci aspettavamo uno sprint diverso nel mettere mano alle criticità più evidenti che ingessano Sansepolcro e che impediscono alla città di decollare. A tutt’oggi, attendiamo da parte della maggioranza una collaborazione maggiore da parte del governo biturgense, quantomeno nel portare a termine gli impegni assunti di fronte alla cittadinanza riguardo alle tante mozioni da noi presentate e approvate a maggioranza o unanimità. Ribadisco che noi siamo all’opposizione, sì, ma per costruire e collaborare per il bene della città e dei cittadini, non per criticare a prescindere, quindi le nostre critiche dovrebbero essere viste come risorsa preziosa, in quanto non dovute a strumentalizzazioni ideologiche o faziosità”.

Su cosa, a suo giudizio, l’amministrazione comunale di Sansepolcro dovrebbe cominciare a stringere i tempi?

“Credo che l’amministrazione debba stringere sulla questione “ospedale” e sanità locale in genere, sul rilancio del centro storico, su un’effettiva promozione turistica, sulla Ztl, sul decoro urbano - non solo nel centro storico – e sul compimento degli impegni presi in consiglio comunale (vedi i progetti utili per la collettività, Puc, per i percettori del reddito di cittadinanza, per dirne solamente uno), su una buona programmazione della primavera e dell’estate prossime, organizzando anche eventi di rilievo come era nelle sue intenzioni pre-elettorali”.

I primi provvedimenti del governo di Giorgia Meloni avrebbero fatto scendere le quotazioni di Fratelli d’Italia. Per quale motivo?

“Questa affermazione non corrisponde alla verità: nell’ultimo sondaggio del Corriere della Sera di tre giorni fa, Fratelli d’Italia è al 31,4% con un balzo di 1,6% rispetto al mese precedente. Non sembra proprio che le quotazioni di Fratelli d’Italia stiano scendendo; anzi, sono in continua ascesa. Questa è la riprova che nel primo mese di governo la premier è riuscita nell’intento più difficile: quello di dare un’impronta forte e identitaria all’azione di governo. Giorgia Meloni è una leader straordinaria che saprà mantenere le promesse fatte in campagna elettorale e saprà riabilitare l’immagine del nostro Paese nello scenario internazionale”.

Redazione
© Riproduzione riservata
30/11/2022 10:30:59


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Gabriele Marconcini ex assessore del Comune di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Salvio Zoi segretario della Valtiberina di Fratelli d'Italia >>>

Mondo Politica: intervista a Fabio Bellucci consigliere comunale a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Marco Casucci consigliere della Regione Toscana >>>

Mondo Politica: intervista a Daniele Mariotti assessore del Comune di Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Giacomo Benedetti consigliere comunale a Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Politica: intervista a Sara Pierucci assessore del Comune di Umbertide >>>

Mondo Politica: intervista a Marco Baccini sindaco di Bagno di Romagna >>>

Mondo politica: intervista con Sara Marzà, consigliere comunale di San Giustino >>>

Mondo Politica: intervista ad Andrea Lignani Marchesani consigliere comunale a Città di Castello >>>