Notizie Nazionali Cronaca

Frosinone, si stringe il cerchio intorno ai sospettati per l’agguato al diciottenne

Tra le ipotesi lo scambio di persona. Il padre: “Amore di papà resisti”

Print Friendly and PDF

Potrebbero essere ben più di due le persone coinvolte, con ruoli diversi, nell'agguato a Thomas Bricca, 18 anni, colpito alla testa da un proiettile esploso da un motorino in corsa con a bordo due persone ieri sera ad Alatri, vicino a Frosinone. Al vaglio degli investigatori ci sarebbero le ricostruzioni di diversi testimoni che avrebbero raccontato di aver visto litigare due gruppi di giovani. Potrebbe essere quella la 'miccia' che ha fatto scattare l'agguato ai danni di Bricca. Per questo l'indagine è a tutto tondo e non si sta focalizzando solamente sui due sospettati per la sparatoria.

«Thomas è stato colpito per sbaglio, colpa del giacchetto che indossava, reale bersaglio dei due ragazzi che hanno fuoco», ha detto Roberta, una amica del diciottenne. Il padre, Paolo Bricca, ha invece espresso il suo dolore su Facebook:  «Thomas amore di papà resisti», ha scritto. In un commento, poi, si è rivolto direttamente a chi ha sparato al figlio: «Figli di putt...mi avete spezzato il cuore bastardi tossici di merd...dio perdona io no, no bastardi». 

Le ipotesi: regolamento di conti o scambio di persona
Intanto, i carabinieri stanno indagando a 360 gradi, ma le piste più probabili sono quelle di un regolamento di conti tra bande per il controllo dello spaccio locale. Acquisite anche le immagini delle telecamere di sorveglianza che saranno confrontate con quelle dei giorni precedenti. Questo perché anche qualche giorno fa c'erano state, negli stessi luoghi, altre risse tra giovani ad Alatri e gli episodi potrebbero in qualche modo essere collegati. Quindi le telecamere potrebbero quindi aver 'immortalato' i sospettati.

Tra le ipotesi che stanno vagliando gli inquirenti non è esclusa quella dello scambio di persona. L'ipotesi, ovviamente, è tra le tante battute dai carabinieri che indagano sul caso. Inoltre, fa notare una fonte delle forze dell'ordine, sarebbero stati esplosi almeno tre colpi nel mucchio da 20 metri. Una distanza che, secondo gli investigatori, potrebbe rappresentare la volontà di ferire, ma non di uccidere.

Omicidio Morganti
L’agguato è avvenuto a circa 200 metri dalla piazzetta in cui, la notte tra il 25 e il 26 marzo 2017, venne picchiato a morte Emanuele Morganti. Anche questa volta, come in quella drammatica occasione, l'aggressione sarebbe legata a una lite tra due bande di giovani. Non si esclude infatti la pista di un regolamento di conti visto che, nel fine settimana, c’erano stati degli episodi di violenza proprio nei pressi del luogo della sparatoria. Sarebbero due i motivi scatenanti: il controllo della piazza e, con esso, la supremazia nelle piccole attività legate allo spaccio di droga.

I comizi
A pochi passi dal luogo della tragedia, l’ex presidente della Provincia e candidato alle Regionali, Antonio Pompeo, stava tenendo un comizio elettorale che è stato subito annullato. «A causa di un grave fatto di cronaca che si è verificato alcuni minuti fa nel centro storico di Alatri, abbiamo ritenuto opportuno annullare l’incontro con amministratori e cittadini che ringrazio comunque per la nutrita presenza», ha spiegato Pompeo ieri sera.

A seguito di quanto avvenuto è stata annullata la visita del ministro per la Disabilità, Alessandra Locatelli, in programma oggi ad Alatri. «Già questa mattina – scrive su Facebook il sindaco Maurizio Cianfrocca –  considerate le risse avvenute nel centro storico nel fine settimana, avevo sentito e scritto al Comando dei Carabinieri chiedendo maggiori controlli al fine di assicurare l'incolumità e la serenità della cittadinanza intera, che ha pieno diritto di vivere la città in piena sicurezza. In questo momento provo un grande dolore per quanto accaduto. Posso assicurare soltanto che sarà adottata ogni azione possibile al fine di evitare che episodi simili possano ripetersi. In questo momento i miei pensieri e le mie preghiere sono per il ragazzo e i suoi cari». 

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
01/02/2023 05:57:05


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Chico Forti rientra oggi in Italia. "Per me ora comincia la rinascita" >>>

Franco di Mare è morto: il "sì" a Giulia come ultimo atto d'amore dell'angelo di Sarajevo >>>

Ritrovato il capolavoro di Michelangelo di cui si erano perse le tracce: era in un caveau di Ginevra >>>

Lasciò morire di stenti la figlia, Alessia Pifferi condannata all'ergastolo >>>

Minorenni trasformate in prostitute, 10 arresti a Bari. Finiti ai domiciliari anche due clienti >>>

Mentana minaccia in diretta le dimissioni. Lo scontro con Lilli Gruber diventa uno scontro con La7 >>>

Ai domiciliari il governatore della Liguria Toti: le pesanti accuse >>>

Eseguivano lavori fognari, cinque operai morti nel Palermitano >>>

Si sgancia l'aerofune su cui stava facendo l'esperienza della Fly Emotion: morta una 41enne >>>

Aviaria, il virus sta mutando e si può trasmettere all'uomo >>>