Opinionisti Maurizio Bragagni

Difendere la democrazia: Perché dobbiamo proteggere il nostro diritto alla libertà

Uno dei più famosi sostenitori della democrazia della storia fu Sir Winston Churchill

Print Friendly and PDF

Sir Winston Churchill è uno dei più famosi sostenitori della democrazia della storia. Durante il suo mandato come Primo Ministro del Regno Unito durante la Seconda Guerra Mondiale, Churchill cercò di difendere la democrazia e la libertà di parola contro i regimi totalitari come la Germania nazista e l'Unione Sovietica. Famosamente dichiarò che "la democrazia è la peggiore forma di governo, tranne per tutti gli altri che sono stati provati". Questa frase sintetizza la sua convinzione nell'importanza della democrazia e la sua visione che, anche se la democrazia non è perfetta, è comunque la migliore forma di governo disponibile. La democrazia e la dittatura sono due forme di governo molto diverse.

La democrazia si basa su un sistema di governo della maggioranza, con i cittadini che hanno il diritto di votare in elezioni libere e eque e un sistema di controlli e bilanciamenti per garantire che nessuna delle branche del governo abbia troppo potere. La dittatura, d'altra parte, è un sistema in cui il potere dello stato è concentrato nelle mani di un singolo leader o di un piccolo gruppo di leader che esercitano un controllo assoluto sul governo e sulla sua popolazione. Le differenze tra democrazia e dittatura possono essere viste nei tensioni attuali tra Russia e Occidente. La Russia è uno stato semi-autoritario, con il Presidente che ha un grande potere sul governo. Il governo russo è stato accusato di usare tattiche oppressive per sopprimere il dissenso e di usare il suo potere per influenzare le elezioni straniere. Al contrario, molte democrazie occidentali hanno una lunga tradizione di elezioni libere e eque, e i cittadini possono esprimere le loro opinioni senza timore di ritorsioni. La Guerra Fredda ha visto la contrapposizione tra democrazia e comunismo, una forma di governo autoritario basata sull'ideologia marxista-leninista. Gli stati comunisti come l'Unione Sovietica cercavano di diffondere la loro ideologia in tutto il mondo, mentre le democrazie occidentali cercavano di proteggere i loro sistemi politici ed economici. Alla fine, sono stati i valori liberali della democrazia a trionfare con il crollo dell'Unione Sovietica e la fine della Guerra Fredda. Tuttavia, Putin e l'ideologia comunista stanno guadagnando forza in Russia, e il paese si sta allontanando da un sistema liberaldemocratico negli ultimi anni. Questo ha creato una nuova divisione tra Russia e Occidente, con il primo che promuove l'autoritarismo e il secondo che difende i valori della democrazia e del liberalismo. Sir Winston Churchill era un fiero antikomunista e un ardente difensore della democrazia e della libertà. Famosamente dichiarò che "il comunismo è la più grande forza del male nel mondo moderno". Churchill credeva che l'Unione Sovietica fosse un regime totalitario che minacciava la libertà e la democrazia. Ha sostenuto una posizione ferma contro l'Unione Sovietica e altri regimi comunisti e ha cercato di promuovere i valori democratici e ideali come contropeso alla diffusione del comunismo. L'opposizione di Churchill al comunismo è stata un fattore significativo nella Guerra Fredda, e il suo lascito come difensore della democrazia e della libertà continua a questo giorno.

La pandemia di Covid-19 ha messo in luce le differenze tra democrazia e dittatura in modo straordinario. Nei paesi democratici, i governi sono responsabili dei loro cittadini e devono consultarli per prendere decisioni su come affrontare la pandemia. Al contrario, nei paesi autoritari, i governi devono essere responsabili dei loro cittadini e possono prendere misure drastiche senza consultarli. Ciò ha portato alcuni paesi ad adottare misure più aggressive per affrontare la pandemia, come lockdown, coprifuoco e altre restrizioni, mentre altri hanno adottato un approccio più moderato. Alla fine, ciò ha portato alcuni paesi ad avere più successo nella contenere la diffusione del virus rispetto ad altri. La pandemia di COVID-19 ha messo in luce le profonde differenze nell'approccio alla gestione del virus da parte di Russia e Cina. La Russia è stata elogiata da alcuni per la sua risposta aggressiva alla pandemia, mentre la Cina è stata criticata per la sua mancanza di trasparenza e le sue tattiche pesanti. Tuttavia, molti osservatori vedono le risposte di entrambi i paesi come profondamente problematiche. Gli approcci autoritari adottati da entrambi i paesi hanno sollevato serie preoccupazioni sulle implicazioni per i diritti umani e la democrazia. In Ucraina, ad esempio, la risposta aggressiva di Russia e Cina alla pandemia è stata vista come un pretesto per promuovere le loro ambizioni geopolitiche, portando al conflitto in corso nella regione. In sintesi, la pandemia ha reso chiaro che le risposte autoritarie di Russia e Cina sono una minaccia per la democrazia e i diritti umani e devono essere contrastate.

La ragione moderna della guerra in Ucraina potrebbe essere elencata come segue: 1. Controversie territoriali: L'Ucraina ha da lungo tempo una controversia con la Russia sullo status di Crimea, una regione che la Russia ha annesso nel 2014. Questa controversia è stata un fattore importante nel conflitto in corso in Ucraina. 2. Coinvolgimento russo: La Russia è stata accusata di fornire sostegno finanziario e militare ai separatisti in Ucraina, il che ha aggravato il conflitto. 3. Instabilità politica: L'instabilità politica in Ucraina nel 2014 ha scatenato una rivoluzione che ha rovesciato il governo del presidente Viktor Yanukovych. Cipoliticalò ha portato a ulteriori disordini e conflitti nel paese. 4. Sentimento nazionalista: Ci è stato un forte aumento del sentimento nazionalista in Ucraina negli ultimi anni, che è stata una fonte di tensione tra i due paesi. 5. Disaccordi energetic: L'Ucraina è stata coinvolta in una controversia in corso con la Russia sui fornitori di energia, che è stata una fonte di tensione tra i due paesi. La principale differenza tra le vecchie e le moderne ragioni della guerra in Ucraina è che le ragioni moderne sono principalmente di natura politica, economica e territoriale, mentre le vecchie ragioni sono più radicate nelle divisioni ideologiche tra i due paesi.

La democrazia moderna è caratterizzata dalla capacità dei cittadini di partecipare attivamente al processo politico e di avere voce in capitolo nei processi decisionali che influenzano la loro vita. Comprende elezioni libere e giuste che consentono la selezione di rappresentanti e leader, la protezione dei diritti civili e politico, la supremazia della legge e l'accesso uguale alla giustizia. Le democrazie moderne sottolineano inoltre l'importanza della diversità e dell'inclusione, la tutela dei diritti delle minoranze e la fornitura di pari opportunità a tutti i cittadini. Inoltre, le democrazie moderne cercano di garantire la giustizia economica e sociale, fornendo opportunità economiche e servizi sociali a tutti i cittadini.

Il rischio moderno del comunismo nella nostra società e nel Regno Unito è la crescente popolarità di ideologie di estrema sinistra, come il socialismo e il marxismo. Negli ultimi anni, il numero di persone nel Regno Unito che si identificano come socialiste o marxiste è aumentato in modo significativo, in particolare tra i giovani. Ciò ha aumentato il rischio che le idee e i valori comunisti influenzino il dibattito pubblico e le politiche. Inoltre, c'è il rischio che ideologie estreme di sinistra possano essere utilizzate per giustificare la violenza e altri atti criminali. Questo rischio è accresciuto poiché alcuni gruppi di estrema sinistra sono stati collegati all'estremismo. I governi, le forze dell'ordine e la società civile devono lavorare insieme per identificare e affrontare la minaccia rappresentata dalle ideologie di estrema sinistra e per assicurarsi che tali ideologie non guidino il dibattito pubblico e le politiche.

L'aumento dei politici di destra nel Regno Unito a causa dell'immigrazione è stata una crescente preoccupazione negli ultimi anni. La questione dell'immigrazione è diventata sempre più politicizzata, con alcuni politici e commentatori che si sono appellati a politiche di immigrazione più restrittive. Ciò ha portato a un aumento delle retoriche e delle politiche percepite come discriminatorie o ostili nei confronti degli immigrati.

Questo tipo di retorica può essere utilizzata per alimentare visioni xenofobe o nativiste e può portare a un aumento dei crimini d'odio. I governi e la società civile devono lavorare insieme per garantire che le politiche sull'immigrazione siano basate su principi di equità, inclusione e uguaglianza e che non portino a discriminazioni o ostilità nei confronti degli immigrate.

Alla fine la differenza è sempre tra il bene e il male, Dio e il male, e coloro che credono e non credono è la moralità. Il bene e Dio sono associati ai valori morali, come gentilezza, giustizia e rispetto degli altri. Il male e coloro che non credono sono associati a valori immorali, come crudeltà, ingiustizia e disprezzo. La differenza tra i due è l'accettazione dei valori morali e la volontà di agire secondo di essi. Coloro che credono in Dio e vivono secondo i buoni valori sono più probabile che siano visti come buone persone, mentre coloro che non credono e agiscono in modo immorale saranno visti come persone cattive. Coloro che non credono in nulla alla fine credono nella mentalità dominante del mondo. Coloro che credono in Dio rispondono solo alla propria coscienza e al proprio cuore. Ciò è dovuto al fatto che sono guidati dalle loro convinzioni spirituali piuttosto che dai valori e dalle opinioni della società. Sono più propensi a prendere decisioni basate sul proprio codice morale piuttosto che seguire la folla e agire in modo coerente con i propri valori. Potrebbero anche essere più aperti mentalmente, disposti a esplorare diversi punti di vista e meno propensi a giudicare gli altri per le loro convinzioni.

In difesa della democrazia, dobbiamo ricordare che la democrazia è l'unica forma di governo basata sul principio dell'uguaglianza e che è l'unico sistema di governo che rispetta e tutela i diritti di tutti i suoi cittadini. La democrazia consente la trasmissione pacifica del potere e incoraggia la partecipazione dei cittadini. Fornisce inoltre una piattaforma per l'espressione di opinioni diverse e lo scambio di idee, rendendola una forma ideale di governo. Inoltre, la democrazia consente lo sviluppo di un'economia forte e di una società stabile. In sintesi, la democrazia è la migliore forma di governo e dovrebbe essere difesa e sostenuta a tutti i costi.

Maurizio Bragagni
© Riproduzione riservata
23/02/2023 20:36:08

Maurizio Bragagni

Maurizio Bragagni è laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Pisa, Master in Business Administration alla Cass Business School, City London University, specializzando a Cambridge in Sutainable Stategy ed Chartered Director of the Institute Director of London, Dottorato Honoris Causa in Economia Politica conferito dalla Bolton University. Il dottor Maurizio Bragagni è Visiting professor alla Bolton, Manchester University, in Leadership, ed è Honorary Senior Visiting Fellow of The Bayes Business School (formerly Cass), the City University of London in management. Maurizio Bragagni è sempre stato impegnato nel dialogo tra nazioni, e nel promuovere la Pace e l’uguaglianza tra le nazioni. Nel 2018 gli è stato conferito O.M.R.I., Cavaliere al Merito della Repubblica Italiano dal Presidente Mattarella, per aver aiutato il dialogo tra Italia e Regno Unito durante la Brexit. Nel 2021 è stato nominato Officer British Empire dalla Regina Elisabetta II (Elizabeth the Great), e nel 2022 la Repubblica di San Marino gli conferisce il Cavalierato col grado di Grand Ufficiale dell’Ordine di San Agata per aver aiutato la Repubblica durante la Pandemia del Covid (Awards). Il dottor Maurizio Bragagni è direttore della Tratos UK Ltd, Freeman della City, Fellow della Society of Leadership Fellows at St George’s House, Windsor Castle,e Fellow della The Royal Society for Arts, Manufactures and Commerce (RCA), presidente della Fondazione Esharelife con cui aiuta più di 3000 bambini, in maggioranza bambine e mussulmane ad uscire dalla povertà. Il dottor Maurizio Bragagni è autore di diversi libri From Roman Invasion to unshakable Bond: The Ango Italian Relationship: A Constant Renaissance, Brexit Business Better Britain, Insight to Hindsight.


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Maurizio Bragagni

L'Immigrazione Moderna: Un problema socioeconomico necessita di soluzioni Innovative >>>

2023 Elezioni suppletive. Cosa accade nel panorama Uk? >>>

Tassazione basata sulla CO2: uno strumento chiave per lo sviluppo sostenibile >>>

Difendere la democrazia: Perché dobbiamo proteggere il nostro diritto alla libertà >>>

Il Covid-19 é il principale responsabile della crisi mondiale >>>

Quid Pro Quo o Qui pro Quo >>>