Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista ad Alessandro Bandini consigliere comunale a Sansepolcro

Stiamo lavorando con Sei Toscana per un aumento della raccolta differenziata

Print Friendly and PDF

Raccolta differenziata dei rifiuti e non solo. Alessandro Bandini, consigliere comunale a Sansepolcro e capogruppo di “Borgo al Centro”, lista di maggioranza a sostegno del sindaco Fabrizio Innocenti, ha intenzione di lavorare per migliorare la percentuale selezionata. Ricordiamo poi che Bandini ha anche le deleghe ad ambiente e rapporti con le società partecipate.

Bandini, raccolta differenziata dei rifiuti aumentata soltanto di pochi centesimi percentuali. Quali sono i motivi?

“I motivi sono diversi e anche legati a variabili di natura fisiologica. Negli ultimi anni, così come i cittadini possono verificare sulle bollette della Tari, sicuramente vi è stato un aumento sensibile della raccolta differenziata legata anche alle scelte effettuate di volta in volta dalle amministrazioni. Il dato sul quale dobbiamo riflettere è quello del 45% circa di raccolta differenziata certificata per l’anno 2022, percentuale che l’amministrazione non considera sufficiente, volendo nel corso del proprio mandato attuare politiche che possano incrementare la raccolta differenziata anche attraverso una riconsiderazione del servizio e forme di incentivazione e di informazione maggiormente efficaci”.

Che cosa ha in mente l’amministrazione per raggiungere l’obiettivo che si è prefissata?

“Sono attualmente allo studio dell’amministrazione varie ipotesi ed è serrato il confronto con Sei Toscana ed anche con le altre amministrazioni della provincia, al fine di valutare scelte che possano rendere più efficiente il sistema di conferimento attuale o addirittura pensare a soluzioni innovative che possano essere in linea con il progetto di riorganizzazione del servizio da parte del gestore. A tal proposito il sottoscritto, anche in qualità di referente della Aor (area omogenea di raccolta) di zona, è intenzionato a rapportarsi con le posizioni direttive del gestore a Siena, anche al fine di trovare assieme soluzioni che possano soddisfare le esigenze specifiche del nostro territorio”.

Il sistema “porta a porta” può essere esteso anche a centro urbano, periferie e frazioni?

“Il sistema della raccolta “porta a porta”, attualmente applicato solo all’interno del nostro centro storico, è sicuramente una modalità di conferimento corretta, se fatta nel giusto modo. A tal proposito, ci siamo resi conto che negli anni la stessa non è mai stata accompagnata dalla una previsione regolamentata dell’orario in cui l’utente deve effettuare il conferimento e ciò sicuramente provoca una importante diminuzione dell’efficacia del servizio. Consideriamo necessario intervenire quanto prima e difatti è già iniziato il percorso in commissione per poter colmare questa lacuna ed altre, relative al regolamento sui rifiuti che va sicuramente rivisto. Per quanto riguarda l’estensione anche alle altre parti della città della raccolta porta a porta, posso confermare che a nostro avviso sarebbe una scelta di continuità e coerente con quanto fatto nel centro storico. La direzione è quella e vorremmo attuarla durante il nostro mandato, ma - come dicevo - tale impostazione va inserita nel confronto con il gestore e con i piani di quest’ultimo rispetto alla riorganizzazione del servizio; il tutto comunque sempre nell’ottica di garantire ai nostri cittadini un conferimento puntuale ed un pagamento della Tari che sia coerente con il consumo reale”.

Che tipo di rapporto si sta instaurando con le società partecipate?

“Questa amministrazione si è adoperata fattivamente sin dall’inizio, per poter garantire la presenza all’interno delle compagini sociali di soggetti che possano farsi promotori delle istanze di vallata e di Sansepolcro in particolare; nello stesso tempo, la presenza costante alle assemblee dei soci, dove non mancano le occasioni di poter far sentire la voce dei nostri concittadini e di quelli della vallata, è frutto della volontà di essere sempre  informati ed attivi rispetto alle dinamiche delle società partecipate”.

Redazione
© Riproduzione riservata
16/03/2023 09:57:05


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Fabrizio Matassi, da promessa dello sport ad affermato ortopedico >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" l'assessore della Provincia di Arezzo Laura Chieli >>>

Ferrer Vannetti, imprenditore all’avanguardia e presidente di successo >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" il presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" il vice sindaco di Sansepolcro Riccardo Marzi >>>

Intervista esclusiva al cantante aretino "Il Cile" all'anagrafe Lorenzo Cilembrini >>>

Mondo Politica: intervista ad Antonio Cominazzi assessore del Comune di Badia Tedalda >>>

Mondo Politica: intervista a Monica Marini consigliere comunale a Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Politica: intervista a Mario Menichella assessore del Comune di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Gianluca Giogli consigliere comunale a Monterchi >>>