Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Manuela Malatesta assessore al comune di Monterchi

"Ottimi in termini di visite i risultati del Museo della Madonna del Parto"

Print Friendly and PDF

Turismo e accoglienza: questi gli ambiti di Manuela Malatesta nella veste sia di operatrice dell’ufficio turistico comprensoriale che di assessore del Comune di Monterchi. Niente di meglio, quindi, che affrontare con lei l’argomento turismo, ora che l’estate 2023 volge al termine e che un bilancio diventa attendibile, trattandosi del primo anno di normalità dopo la parentesi del Covid-19.

Assessore Malatesta, a cosa è dovuto l'incremento di presenze turistiche fatto registrare quest'anno da Monterchi?

“Rispetto all'andamento turistico generale, si può affermare con certezza che i risultati in termini di visite al museo che custodisce la Madonna del Parto sono più che ottimi; per quanto riguarda le presenze turistiche, aspettiamo che siano resi pubblici i dati statistici ufficiali. L'incremento degli ingressi al museo è sicuramente dovuto alle diverse apparizioni di Monterchi e della Madonna del Parto in alcuni programmi Rai (si ricorda ad esempio la puntata di Art Night dello scorso giugno); bellissima e di spessore anche l'ultima uscita sul magazine Finestre sull'Arte. Tutto contribuisce al favorire la conoscenza della nostra realtà fuori dal nostro comprensorio, in territorio nazionale e non. Anche l'ormai annosa questione riguardo alla sentenza sullo spostamento dell'opera ha consentito un enorme ritorno in termini di visibilità: nel bene e nel male pur che se ne parli, anche se la questione non ci rende affatto fieri, speranzosi e abbastanza certi che la cosa possa chiudersi in tempi celeri e definitivamente”.


Dopo la morte di Velio Ortolani, quale futuro per il museo delle sue bilance, sapendo che Monterchi è di fatto l'unico luogo al mondo a vantare una esposizione del genere?

“C'è un accordo in atto fino al 2025 che servirà a mantenere le cose come sono oggi; la volontà dell'amministrazione è quella di poter valorizzare maggiormente la collezione di Velio Ortolani e gli spazi che la ospitano da ormai diversi anni, nell'ottica di una nuova fruizione degli spazi museali per attirare maggiore diversificato pubblico. Il lavoro svolto dal team didattica di Toscana d'Appennino (che gestisce le strutture museali di Monterchi) ci ha permesso di constatare che il Museo delle Bilance non è preferito solo da un pubblico prettamente adulto, ma che con le dovute spiegazioni si presta particolarmente bene anche a un progetto laboratoriale con i bambini e i ragazzi della fascia della scuola dell'infanzia fino alla secondaria di primo grado: sarà in quest'ottica che lavoreremo, pensando al potenziale pubblico fruitore del museo e all'attivazione di un percorso strutturato con le scuole del comprensorio e oltre”.

Da operatrice turistica, in che misura gli eventi in Valtiberina incidono nell'attrarre turisti?

“L'attrattiva di un territorio si misura in larga parte anche grazie agli eventi che caratterizzano il calendario annuale: la giusta dose di grandi eventi già consolidati negli anni, assieme a piccoli eventi collaterali e spot, è la carta vincente, assieme a una promozione adeguata trasversale su tutti i canali di comunicazione. La Valtiberina si presenta assolutamente in linea sotto questo punto di vista: i borghi, tutti, vantano iniziative, eventi riti e tradizioni ormai consolidate e di grande attrattiva; gli argomenti sono disparati ma tutti di grande interesse per un turista o potenziale visitatore: rassegne teatrali e musicali, mostre di calibro internazionale nei musei, concorsi e festival letterari, iniziative legate allo sport, ecc.. Sarebbe auspicabile pensare di destagionalizzare, riuscendo a coprire quei pochi mesi dell'anno rimasti senza iniziative importanti e trovare il modo corretto di comunicare la fervida realtà di questo territorio che è molto connotato dagli eventi che vi si svolgono, grazie in primis al tessuto associativo, fonte di un lavoro fondamentale e imprescindibile. Allo stesso modo è importante che tutto il tessuto cittadino sociale e commerciale collabori attivamente alla costruzione di eventi e occasioni di incontro sia per locali che non”.

Candidatura dell'Alta Valle del Tevere a capitale italiana della cultura 2026: vi attende ora un tour de force fino al 27 settembre?

“Stiamo vivendo giorni concitati fra riunioni, incontri con i cittadini e tessuto associativo, per un lavoro di concerto che punta alla scrittura di un dossier per presentare il territorio dell'Alta Valle del Tevere Toscana e Umbra come candidata a Capitale della Cultura per il 2026, anno cardine per l'ottavo centenario della morte di Francesco, il 3 ottobre 1226 ad Assisi. Il forte legame della nostra terra con questa figura sarà il filo rosso che collegherà gli innumerevoli progetti che stiamo scrivendo. Un lavoro molto serrato che speriamo porti al risultato aspirato; il mio auspicio per il nostro territorio è che faccia tesoro dell'importante lavoro che sta svolgendosi proprio in queste ore e che i progetti e le idee che ne deriveranno serviranno ad avere un quadro chiaro e limpido delle nostre potenzialità”.

Redazione
© Riproduzione riservata
13/09/2023 12:25:53


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Sottosopra "mettiamo a nudo" Sonia Fortunato, nota imprenditrice di Sansepolcro >>>

75 anni di storia per l’Aia Città di Castello >>>

Fabrizio Matassi, da promessa dello sport ad affermato ortopedico >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" l'assessore della Provincia di Arezzo Laura Chieli >>>

Ferrer Vannetti, imprenditore all’avanguardia e presidente di successo >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" il presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" il vice sindaco di Sansepolcro Riccardo Marzi >>>

Intervista esclusiva al cantante aretino "Il Cile" all'anagrafe Lorenzo Cilembrini >>>

Mondo Politica: intervista ad Antonio Cominazzi assessore del Comune di Badia Tedalda >>>

Mondo Politica: intervista a Monica Marini consigliere comunale a Pieve Santo Stefano >>>