Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Cesare Sassolini esponente di Forza Italia a Città di Castello

"Il nostro partito appoggia Donatella Tesei alla presidente della Regione dell’Umbria"

Print Friendly and PDF

Dopo la parentesi record dei 25 anni consecutivi in consiglio comunale, Cesare Sassolini (dapprima esponente di Alleanza Nazionale e ora di Forza Italia) continua a essere impegnato in politica nella veste di componente dello staff del vicepresidente della Regione dell’Umbria, Roberto Morroni. Un trend favorevole, quello attuale, per il partito fondato da Silvio Berlusconi anche in Umbria e presto arriveranno gli appuntamenti elettorali che contano.

Sassolini, quali contenuti sono emersi dal congresso provinciale perugino di Forza Italia?

“E’ stata ribadita la linea del partito con l’appoggio di Donatella Tesei. La presidente della Regione dell’Umbria, che era presente, ha detto subito: “Sono tornata a casa”, ricordando le sue origini in Forza Italia prima di passare alla Lega. I lavori congressuali sono stati svolti in funzione anche delle elezioni regionali del prossimo anno: Roberto Morroni, vicepresidente della Regione e uomo di punta del nostro partito, auspica che vi siano più eletti possibile di Forza Italia e Andrea Romizi, sindaco di Perugia, potrebbe essere il valore aggiunto. Siamo comunque un partito in ascesa e l’obiettivo massimo è quello di avere tre eletti in Regione. I due uomini forti sono senza dubbio Morroni, gran lavoratore e meritevole di una eventuale conferma a vice della Tesei e Romizi, che ha dalla sua la… carta d’identità, essendo più giovane”.

Cosa ne pensa del nuovo corso di Forza Italia a Città di Castello e più in generale del dopo Berlusconi?

“A Città di Castello sta lavorando bene, con giovani e volti nuovi che si sono fatti avanti e che hanno aderito. C’è anche una presenza in consiglio comunale, quella di Tommaso Campagni, proveniente dalla lista civica in appoggio a Roberto Marinelli: Campagni è entrato poco dopo l’insediamento del nuovo consiglio, in sostituzione di un consigliere dimissionario e il suo ingresso ha fatto sì che passasse in Forza Italia. Il partito – lo ripeto – è in crescita: per quanto riguarda il dopo Berlusconi, se a botta calda poteva sembrare un momento particolare, oggi possiamo affermare che Forza Italia va avanti con le proprie gambe e con un percorso importante all’interno del Partito Popolare Europeo, anche perché molti che erano fuoriusciti per convergere nella Lega adesso stanno rientrando. D’altronde, nel centrodestra c’è bisogno di moderazione e raziocinio e Forza Italia incarna proprio questi principi, essendo la componente moderata della coalizione con un leader, Antonio Tajani, che è uomo delle istituzioni capace di trasmettere tranquillità, ma allo stesso tempo anche di mettere in riga il partito. Una persona di equilibrio che può essere benissimo vista come la figura giusta al momento giusto”.

Tornando alle elezioni regionali del prossimo anno, c’è chi dà per scontata la ricandidatura di Donatella Tesei e chi non esclude l’eventualità di Andrea Romizi. Ma quante probabilità vi sono per quest’ultimo?

“Da più parti richiedono Romizi e in effetti ha la possibilità di farlo. Premetto però che il centrodestra è unito e che l’idea di sostituire la Tesei sta già perdendo quota, quindi siamo tutti favorevoli a un Tesei-bis, perché la presidente ha lavorato bene nonostante un Covid-19 che abbia di fatto bloccato l’attività per due anni. Adesso stiamo recuperando bene, i dati economici dell’Umbria sono migliori di quelli nazionali. L’unico aspetto sul quale fare di più è la sanità, che comunque rimane migliore rispetto a quella di altre regioni. Qualcuno definisce la Tesei una sorta di “amministratore delegato” della Regione dell’Umbria, invece che presidente, ma questo appellativo non ci sembra offensivo. Facciamo un paragone con le aziende private: un amministratore delegato capace è la forza di esse, poi non dimentichiamo che la Tesei è un avvocato e che quindi conosce bene determinati meccanismi legati alla pubblica amministrazione”.

Concludendo con le elezioni comunali della primavera 2024, la sfida più interessante si prospetta quella di San Giustino. Corrado Belloni è o non è il candidato sindaco del centrodestra?

“Belloni deve finire di chiudere gli accordi con tutti i partiti e i movimenti che lo sorreggono. Occorre quindi che tutti lo vedano come la persona giusta, altrimenti succede che fra i partiti si arrivi e fare lo sgambetto. Belloni è il più papabile alla carica di sindaco, ma ci vuole il substrato che lo appoggia. Un passo in avanti lo ha compiuto, ma deve ancora finire il percorso di unificazione della coalizione e creare le condizioni per la condivisione attorno al suo nome: il candidato non deve autoproclamarsi, ma avere il riconoscimento degli altri. La Lega di oggi non è più quella di qualche tempo fa, se non altro perché adesso il primo partito è Fratelli d’Italia e in contemporanea c’è Forza Italia che si sta avvicinando al “Carroccio”. I numeri non sono più quelli di allora”.    

Redazione
© Riproduzione riservata
29/11/2023 11:27:56


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Intervista esclusiva al cantante aretino "Il Cile" all'anagrafe Lorenzo Cilembrini >>>

Mondo Politica: intervista ad Antonio Cominazzi assessore del Comune di Badia Tedalda >>>

Mondo Politica: intervista a Monica Marini consigliere comunale a Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Politica: intervista a Mario Menichella assessore del Comune di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Gianluca Giogli consigliere comunale a Monterchi >>>

Mondo Politica: intervista ad Antonio Molinari consigliere comunale a Umbertide >>>

Mondo Politica: intervista a Ginevra Comanducci presidente del consiglio comunale di San Giustino >>>

Mondo Politica: intervista a Simone Gallai consigliere comunale a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Gionata Gatticchi consigliere comunale a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Mario Checcaglini consigliere comunale ad Anghiari >>>