Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Claudio Serafini, consigliere a Città di Castello

"Il mio obiettivo è quello di cercare di creare il più possibile movimento in città"

Print Friendly and PDF

In consiglio comunale è entrato due anni fa per la prima volta: Claudio Serafini è esponente della lista civica “Luca Secondi Sindaco” e quindi siede sugli scranni della maggioranza a Città di Castello. Molto motivato anche lui, come gli altri colleghi della lista, è stato protagonista di una particolare “missione” nei giorni scorsi.

Serafini, Lei ha di recente rappresentato il Comune di Città di Castello in una importante trasferta a Bruxelles. Di che cosa si è trattato?

“C’erano dei rapporti avviati dall’Anci dell’Umbria e sono stato delegato dal sindaco Luca Secondi per rappresentare appunto Città di Castello; a Bruxelles abbiamo presentato cinque progetti nei seguenti ambiti: sociale, trasporti, turismo e cultura, ambiente e digitalizzazione. I fascicoli sono passati in commissione e ora vedremo quale sarà il risultato: di certo, si è trattato di un gran lavoro compiuto dalla segreteria dell’Anci dell’Umbria. Quelli di Bruxelles, sono stati quattro giorni pieni di incontri e di contatti con i funzionari. Anche le altre nazioni hanno fatto come noi e la preferenza è verso quei progetti che vedono coinvolti più Stati”.

Ha un passato politico nelle file dell’Fdu, poi da qualche mese ha fatto la sua scelta, aderendo a Italia Viva. Per quale motivo?

“Per lo spirito riformista. Sembra che stiano rispuntando i valori del riformismo in un periodo che invece è caratterizzato da un immobilismo pressochè generale. Se guardiamo al centrodestra, prevale la tendenza conservatrice e dall’altra parte c’è un Partito Democratico che vorrebbe muoversi, ma che ancora non riesce del tutto a farlo. Italia Viva ha dimostrato un coraggio maggiore verso le riforme nell’area di centrosinistra: se non altro, sembra che ci voglia provare e allora ho deciso di entrarvi per questo motivo”.

C’è un obiettivo, se non un desiderio particolare, che muove il suo impegno istituzionale di consigliere comunale e che magari vorrebbe vedere tradotto in pratica di qui a fine legislatura?

“Credo che l’obiettivo di fondo mio sia lo stesso che hanno altri miei colleghi: cercare di creare il più possibile movimento in città attraverso manifestazioni ed eventi che la caratterizzano. Voglio però essere più preciso: alcune di queste manifestazioni, anche di livello elevato, debbono andare avanti trovando una nuova linfa; a queste, ne dobbiamo aggiungere altre di nuova creazione, perchè Città di Castello possa diventare sempre più attrattiva. Di gente da fuori ne viene tanta, ma sono convinto che ne possa venire altrettanta, stimolata dalle proposte della città. Ecco perché dico: rinvigoriamo quanto già abbiamo e mettiamoci ancora del nostro”.

Lei rappresenta la lista civica che in campagna elettorale, due anni fa, ha sostenuto il sindaco Luca Secondi. È alla prima esperienza da consigliere comunale proprio come gli altri due esponenti della lista, Fabio Bellucci e la capogruppo Rosanna Sabba. Chi fra voi tre è il più attivo?

“Lo siamo tutti, ovviamente alla nostra maniera e non esitiamo nel presentare interrogazioni, interpellanze e mozioni quando lo riteniamo opportuno. Ci compensiamo per quelle che sono le nostre prerogative: se Bellucci si adopera molto per la parte a sud del territorio comunale, la Sabba è una persona che, anche per la professione che svolge nella vita, cura molto gli aspetti tecnici. Io invece fungo più da referente politico puro, anche nei rapporti con la giunta, soprattutto quando si trattano risvolti di natura economica. Tanto per fare l’esempio più fresco, ho presentato una interpellanza a sindaco e giunta per conoscere i costi sostenuti per il noleggio delle tensostrutture montate nelle piazze cittadine per una settimana per ospitare il Salone Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato 2023 e i costi del noleggio delle tensostrutture montate nelle piazze cittadine degli anni 2018, 2019, 2020, 2021, 2022 nelle piazze cittadine per 4 settimane per ospitare le manifestazioni di Altro Cioccolato, Mostra del Fumetto e la Mostra del Tartufo. Fra di noi siamo coesi e il gruppo che rappresentiamo non sta certo in disparte; trattandosi di tre esordienti in consiglio, abbiamo dovuto affrontare una fase di rodaggio e pian piano siamo migliorati, nel senso che siamo entrati sempre più nei meccanismi della macchina amministrativa. All’inizio abbiamo ascoltato molto e parlato poco; adesso abbiamo gli elementi giusti per parlare di più e sotto questo profilo ci siamo dovuti “formare” da soli, perché non esiste una scuola in tal senso”. 

Redazione
© Riproduzione riservata
06/12/2023 13:08:19


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Intervista esclusiva al cantante aretino "Il Cile" all'anagrafe Lorenzo Cilembrini >>>

Mondo Politica: intervista ad Antonio Cominazzi assessore del Comune di Badia Tedalda >>>

Mondo Politica: intervista a Monica Marini consigliere comunale a Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Politica: intervista a Mario Menichella assessore del Comune di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Gianluca Giogli consigliere comunale a Monterchi >>>

Mondo Politica: intervista ad Antonio Molinari consigliere comunale a Umbertide >>>

Mondo Politica: intervista a Ginevra Comanducci presidente del consiglio comunale di San Giustino >>>

Mondo Politica: intervista a Simone Gallai consigliere comunale a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Gionata Gatticchi consigliere comunale a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Mario Checcaglini consigliere comunale ad Anghiari >>>