Notizie Nazionali Cronaca

Coronavirus, scendono ancora i decessi: oggi se ne contano 542 contro i 604 di ieri

Crescono però i nuovi casi. Il totale è ora di 17.669 vittime dall'inizio dell'epidemia

Print Friendly and PDF

Gli scienziati lo vanno ripetendo da tempo che la discesa è iniziata ma che per vedere la fine ci vorrà tempo e i dati di oggi gli danno ragione. Scendono ancora una volta di decessi. Oggi se ne contano 542 contro i 604 di ieri, per un totale di 17.669 vittime da inizio epidemia. E sale a 96 il numero dei medici vittime del Covid. Aumentano però i nuovi casi, 3.836 contro i 3039 di ieri.  Sale anche il numero dei malati da 880 a 1.195, ma continua ad alleggerirsi la pressione sugli ospedali, con 233 ricoverati in meno nei reparti Covid ordinari e altri 99 in meno nelle terapie intensive. Questo perché continuano ad aumentare i positivi in isolamento domiciliare. Da registrare anche un forte aumento dei tamponi, passati dai circa 33 mila dei giorni scorsi a oltre 51 mila. Ma gli effetti di questa impennata dei test l’avremo tra qualche giorno, quando saranno notificati gli esiti dei tamponi. Intanto la Fondazione Gimbe, in base al suo modello previsionale lancia un monito: l’allentamento delle misure restrittive non dovrebbe avvenire prima del 2 giugno, quando l’aumento dei casi scenderà allo 0,1% la «soglia utilizzata ad Hubei per allentare le misure», ricorda il direttore della Fondazione, Nino Cartabellotta. Per arrivare a quello 0,1%, il modello Gimbe prevede un calo significativo a partire dal 16 aprile, quando l’aumento dei casi scenderà al 2%, per calare all’1% il 27 aprile, allo 0,5% il 7 maggio, fino allo 0,1% del 2 giugno. Secondo la Fondazione «l'allentamento delle misure «dovrà essere graduale e differenziato per tipologia di intervento e, ove possibile, `personalizzato´ nelle varie Regioni monitorando strettamente l'insorgenza di nuovi focolai». Se nelle prossime settimane sarà confermato il rallentamento dei nuovi casi, «con una certa dose di spavalderia la Fase 2 - rileva la Fondazione - potrebbe essere avviata tra fine aprile e inizio maggio, accettando il rischio di una nuova impennata dei contagi». 

Aumentano i casi in Lombardia, 1.089 in più rispetto ai 791 di  ieri. Allarme della Regione per la ripresa della mobilità. Più 10% i cittadini lombardi che, rispetto alla scorsa settimana, si sono mossi ieri dalle proprie abitazioni. In Toscana continuano invece a salire i contagi (+ 206) e i decessi (+36), ma prosegue il calo dei ricoveri in rianimazione.

Stabile il Lazio con 117 nuovi casi, con una importante inversione di tendenza: per la prima volta le persone uscite dalla sorveglianza perché non più positive al Covid hanno superato quelle in entrata. Leggermente in crescita i nuovi contagi nella Capitale che da 26 passano a 31. Al sud incrementi sopra la media in Puglia, dove si registrano 120 casi in un solo giorno.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
08/04/2020 20:02:59


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Silvia Romano, prima uscita dopo la quarantena >>>

Coronavirus, il bollettino della Protezione civile: contagi e decessi bassi >>>

Open Arms, no al processo a Salvini >>>

Bocelli dona il plasma: “Ho avuto il Covid” >>>

Roma, multe fino a 500 euro per chi getta mascherine in strada >>>

Movida, il sindaco Sala: “Niente più alcolici da asporto dopo le 19 a Milano” >>>

Coronavirus: 300 nuovi contagi, 92 morti in 24 ore, 34 in Lombardia >>>

Tutti contro gli assistenti civici, anche il Viminale >>>

Coronavirus, da oggi i test sierologici per individuare gli asintomatici >>>

Tutti fuori, da Nord a Sud. Il ministro Lamorgese ai giovani: 'State attenti' >>>