Sport Nazionale Calcio (Nazionale)

Serie B: dopo l'esordio, ieri sera il primo gol fra i cadetti di Camillo Tavernelli

Il 21enne cresciuto nel Sansepolcro ha siglato il 2-0 del Cittadella sul Pordenone

Print Friendly and PDF

Dopo l'esordio in B, ecco anche la prima rete fra i cadetti di Camillo Tavernelli, 21 anni, il tifernate cresciuto nel Sansepolcro (che lo fatto debiuttare in Serie D), poi passato al Gubbio e quest'anno al Cittadella, attuale capolista del campionato. Ieri sera, nel turno infrasettimanale della Serie B, i veneti hanno superato per 2-0 il Pordenone e, dopo l'1-0 firmato da Gargiulo alla fine del primo tempo, Tavernelli ha coronato la sua ottima prestazione realizzando la rete della sicurezza all'8' della ripresa: stop e botta al volo di destro da dentro l'area che non ha lasciato scampo al portiere avversario Perisan. Ancora complimenti a Camillo Tavernelli!

Nella foto: Camillo Tavernelli (a destra) il giorno dell'ufficializzazione del passaggio al Cittadella

 

Redazione
© Riproduzione riservata
21/10/2020 05:40:13


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Calcio (Nazionale)

Il mistero dei tamponi al Monza Calcio, ora indaga l'Antimafia >>>

Serie C: domenica di pareggi per Perugia e Gubbio >>>

Serie C: a fine novembre la decisione, ha detto Ghirelli >>>

Allarme di Galliani: calcio italiano a rischio default >>>

Annullati la fase nazionale dell'Eccellenza e il Torneo delle Regioni >>>

Serie C: un grande Perugia supera 3-0 il Padova e lo aggancia in vetta >>>

Serie C: Ternana capolista e macchina da gol nel girone C >>>

La Serie D si ferma fino a domenica 22 novembre >>>

Campionati regionali e provinciali sospesi fino al 24 novembre, ma ok ad allenamenti individuali >>>

La Serie D non si ferma: il 74% delle società favorevole alla prosecuzione >>>