Notizie Nazionali Cronaca

Respinto il legittimo impedimento per Salvini

La difesa: “Il giudice lo priva dei diritti civili”

Print Friendly and PDF

Respinta dal Tribunale di Torino la questione di legittimo impedimento sollevata dalla difesa di Matteo Salvini per l'udienza di oggi del processo in cui il leader della Lega è imputato di vilipendio alla magistratura. L'avvocato Claudia Eccher aveva motivato la questione con il fatto che Salvini, da lei definito «capo del centrodestra», era impossibilitato a partecipare da impegni legati all'attuale situazione politica. Il giudice Roberto Ruscello ha deciso diversamente e ha disposto la prosecuzione dell'udienza, che è ripresa con la testimonianza di Alessandro Canelli, sindaco di Novara.

Durissimo il commento dell’avvocato Eccher: «è un ordinanza che priva la persona dei suoi diritti civili. Non riconoscere un legittimo impedimento al senatore Salvini in un momento di crisi emergenziale del governo mi pare che sia un fatto abbastanza grave». E aggiunge: «Salvini ha interesse a difendersi nel processo, non dal processo. Per far questo però gli deve essere anche riconosciuta la necessità di espletare le sue attività politico istituzionale. Per noi la crisi del governo impone come leader del centrodestra qualificato dai sondaggi pubblicati, che lui dovesse essere a Roma. In questi momenti il centrodestra si deve confrontare, sedere al tavolo e verificare gli scenari del paese. Per noi l’impedimento era assolutamente legittimo  e andava riconosciuto nonostante oggi non fossero calendarizzati impegni al Senato ma alla Camera. Mi pare una forzatura dire che non ci sia legittimità».

L'episodio contestato a Salvini risale al 14 febbraio 2016 quando, durante il congresso regionale della Lega tenutosi a Collegno, nel Torinese, Salvini, allora europarlamentare, pronunciò alcune frasi sulla magistratura ritenute offensive. In precedenza l'accusa aveva chiesto che venissero acquisiti alcuni fermo immagine del filmato del congresso già acquisito in precedenza e alcune fotografie e di sentire eventualmente anche due testimoni che avevano scattato le foto. Alla richiesta si è opposta l'avvocato Eccher. Il giudice ha ammesso la produzione documentale riservando ogni decisione in merito a ulteriori testimonianze al termine dell'istruttoria.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
19/01/2021 05:11:23


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Genovese, nuovo ordine di cattura in carcere >>>

I funerali di Stato per Attanasio e Iacovacci. Il sacerdote: 'Angoscia per giustizia disattesa' >>>

Coronavirus in Italia, il bollettino del 24 febbraio: 16.424 nuovi casi e 318 decessi >>>

Morto suicida l’ex sottosegretario Antonio Catricalà >>>

Sequestro di persona, rapina ed estorsione: sgominata una baby gang nel Catanese >>>

La studentessa accoltellata in strada: l’ex fidanzato aveva già provato con il veleno >>>

Femminicidio nel Ferrarese, fermato il compagno della vittima >>>

Arrivate a San Marino le prime dosi del vaccino russo Sputnik >>>

Covid: Bertolaso, a Brescia siamo di fronte alla terza ondata >>>

Fausto Gresini non ce l'ha fatta:il Covid-19 se l'è portato via a 60 anni >>>