Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Matteo Del Barba in corsa con la lista che appoggia Alessandro Polcri

“Abbiamo creato un gruppo di persone oneste, competenti e attaccate al territorio"

Print Friendly and PDF

È ancora giovane, ma già si è costruito un buon bagaglio di esperienza in questi cinque anni. Matteo Del Barba, consigliere comunale di maggioranza ad Anghiari, è stato uno degli scudieri del sindaco Alessandro Polcri, ricoprendo l’importante ruolo di presidente della commissione urbanistica. Adesso, è di nuovo in corsa come candidato nella lista del primo cittadino uscente.

In tema di urbanistica, quale bilancio si può stilare dei cinque anni di amministrazione Polcri?

“Abbiamo approvato tutti gli strumenti urbanistici all’interno del nostro mandato. Non era mai capitato, un segnale importante per famiglie e imprese. In autunno, quindi, si apre una nuova scommessa sul piano urbanistico: siamo andati avanti rispetto alla legge 65 regionale, riducendo la superficie edificabile presente nel nostro territorio e andando ad armonizzare quello che già è presente. Anghiari non ha bisogno delle grandi lottizzazioni, aspetto che è stato rimosso, bensì le richieste sono quelle di ristrutturazione o di poter far - sì - nuove costruzioni, ma accanto a quelle già presenti puntando molto sulla valorizzazione e sul riuso dei volumi esistenti della campagna e della collina. Passando al centro storico, invece, sono state “ridotte le maglie”; ovvero, tutti quei limiti eccessivi che erano presenti nel vecchio piano, andando pure a fare una distinzione tra centro e centro antico. È stata eseguita una schedatura di tutto il patrimonio edilizio già esistente, ma quando si parla di urbanistica bisogna tener conto anche del sottosuolo: proprio per questo, sono state eseguite una serie di analisi e studi sia di carattere geologico che idrogeologico, oltre che sismico, con tempi di rientro addirittura di due secoli. Sono state infine individuate altre aree commerciali e artigianali riducendo però il perimetro, tanto da essere ora calibrato alla nostra realtà”.

Quali operazioni sono rimaste in sospeso?

“Due, al momento, sono i grandi progetti che non siamo riusciti a mettere in cantiere entro il mandato. Da una parte, il progetto “Ciclovia della vecchia Ferrovia dell’Appennino Centrale”, che prevede un tratto di 18 chilometri, con un primo stralcio di 380mila euro e un secondo di 150mila + 140mila, dei quali la metà stanziati dalla Regione Toscana e l’altra metà ripartita fra i tre comuni interessati, ovvero Sansepolcro, Anghiari e Monterchi e l’Unione dei Comuni della Valtiberina. Un’opera che si inserisce perfettamente in rete con gli altri Comuni della Toscana, perché da un versante si riaggancia con la ciclopista dell’Arno e il sentiero della bonifica e dall’altra con i percorsi lungo il Tevere che portano in Umbria. Dall’altra parte, occorre rammentare anche che la città di Anghiari fa parte integrante del prodotto turistico “ I cammini di Francesco in Toscana”. Il Santo di Assisi, insomma, continua ad essere un punto di riferimento per tante persone con varie esperienze di vita legate alla spiritualità, ma anche ad altri aspetti come cultura, storia e tradizione.
A tal riguardo, il Cipe ha già stanziato due milioni di euro, destinati ai Comuni coinvolti, per la messa in sicurezza dei sentieri che segneranno “I Cammini”. Entrambe le strategie verranno realizzate nel giugno del prossimo anno. Insomma: siamo a buon punto”.

La vostra lista è un mix fra conferme e volti nuovi. Con quale criterio è stata quindi composta?

“Abbiamo creato un gruppo di persone oneste, competenti e attaccate al territorio, pronte a lavorare da subito e a farlo con entusiasmo, per portare sempre più in alto il Comune di Anghiari. Peraltro, abbiamo “attinto” dai vari mondi: imprenditoria, cultura e associazionismo. Non ci sono state particolari difficoltà nel chiudere la lista, poiché in questo quinquennio in tanti si sono avvicinati al nostro gruppo; abbiamo lavorato come una vera squadra, nonostante le tante difficoltà”.

Ad Anghiari la sfida a tre si fa sempre più interessante. Per ciò che vi riguarda, quali sono i sentori che avvertite?

“Posso soltanto dire che l’aria che si respira è buona. Le assemblee pubbliche sono state un successo: l’empatia con il pubblico è stata forte e anche nei social il gruppo lista ha superato gli altri. La volontà popolare sembra chiedere continuità, anche se davanti c’è ancora una settimana di duro lavoro; rispetto al 2016, sono convinto che stavolta si registrerà la netta affermazione di una delle tre liste: la gente vuole stabilità e chiarezza sui programmi; vuole gente competente e soprattutto coerente. Noi garantiamo serietà e stabilità. Ricordo  ancora una volta che siamo stati il primo Comune ad aver definitivamente approvato, al 31 agosto, tutti gli strumenti urbanistici. Questo è un fatto. E i fatti parlano più delle parole”.

Qualora Polcri venisse eletto, ha detto che stavolta farà la giunta al completo. In questa squadra c’è posto per Matteo Del Barba?

“I risultati raggiunti nei cinque anni passati sono stati il frutto di un lavoro collettivo in cui ognuno ha avuto un ruolo importante. Vogliamo ripartire da qui. Dall’altra mi sento pronto a dare il mio contributo fattivo per aiutare la squadra a far più e meglio”.

Uno o più motivi validi per votare Alessandro Polcri?

“Alessandro si merita tutto il mio sostegno: ha capacità amministrative, è giovane, ha una visione innovativa ed è al passo con i tempi. La vecchia politica non è riuscita a fare quello che Polcri ha realizzato in poco tempo: regalare un’immagine nuova al nostro Comune. La sua preparazione e l’onestà che ha dimostrato in questi anni meritano un’altra possibilità”.

Redazione
© Riproduzione riservata
28/09/2021 09:01:09


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Luca Gradi assessore al Comune di Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Politica: intervista a Franco Mollicchi esponente del Pd di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Massimo Foni esponente di "Cittadini per Sansepolcro" >>>

Mondo Politica: intervista ad Antonio Cominazzi assessore al comune di Badia Tedalda >>>

Mondo Politica: intervista a Roberta Rosini assessore al comune di Montone >>>

Mondo Politica: intervista a Gabriele Giuseppe Furlan consigliere comunale ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Riccardo Leveque consigliere comunale a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Mauro Mariangeli assessore al comune di Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Francesca Mercati assessore al comune di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Riccardo Marzi vicesindaco a Sansepolcro >>>