Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Massimo Mormii assessore al Comune di Pieve Santo Stefano

La struttura polivalente quasi pronta

Print Friendly and PDF

Siede da 18 anni in consiglio comunale a Pieve Santo Stefano: cinque anni all’opposizione dal 2004 al 2009, poi sempre in maggioranza con sindaco Albano Bragagni prima e Claudio Marcelli adesso. Massimo Mormii è stato nel frattempo anche assessore: per dieci anni ad ambiente, attività produttive e assetto del territorio e dal 2019 è il vice di Claudio Marcelli, con deleghe a urbanistica e lavori pubblici.

Mormii, su quale versante dell’urbanistica Lei adesso sta lavorando?

“Attualmente, stiamo cercando di dare una forte accelerata al completamento dell'iter burocratico relativo al completamento del piano strutturale con successiva convocazione della conferenza paesaggistica per giungere poi, in tempi il più breve possibile, alla formulazione del piano operativo, in modo da poter fornire finalmente, ai cittadini, risposte certe alle richieste di interventi edilizi (nuove costruzioni, piani di recupero del patrimonio edilizio esistente ecc.)”.

Lavori pubblici: cosa prevede il prosieguo dell’anno in corso e vi sono difficoltà nel realizzare alcuni interventi?

“Per quanto concerne l'attività relativa ai lavori pubblici intendiamo, prima di tutto, procedere con il completamento della struttura polivalente posta all'ingresso del paese, in modo che possa ospitare definitivamente, al suo interno, le associazioni di Pieve che necessitano di una nuova collocazione ed inoltre poter svolgere tutte le altre attività per le quali è stata progettata (biblioteca, sala riunioni ecc.)​. Dobbiamo poi dare inizio all'ampliamento del cimitero del capoluogo, poichè in tempi piuttosto brevi potremmo avere problemi nelle tumulazioni viste anche la mortalità che quotidianamente si presenta. Procederemo inoltre con il miglioramento della viabilità ordinaria nelle zone che necessitano maggiormente di interventi manutentivi”.

In che modo riesce a gestire le esigenze del capoluogo con quelle delle frazioni in un territorio geograficamente abbastanza vasto?

“Normalmente, nel piano triennale dei lavori pubblici vengono indicate le priorità, che dettano quindi i tempi di esecuzione degli interventi. Interventi che tengono conto ovviamente sia del capoluogo che delle frazioni, cercando di far ruotare tali interventi in modo da mantenere uno standard accettabile per tutte le situazioni. Purtroppo, spesso, i programmi vengono poi superati dalle emergenze che inficiano quanto stabilito”.

Unione dei Comuni sì, Unione dei Comuni no: pensa anche Lei che l’ingresso di Pieve Santo Stefano sia più vicino di qualche tempo fa?

“La scelta di uscire dall'Unione dei Comuni fu adottata a seguito di divergenze politico amministrative fra il nostro Comune e la dirigenza dell'Unione. Trascorso ormai un decennio da quella scelta, non posso dire se i tempi siano​ maturi per un nostro rientro: posso dire soltanto che le condizioni demografiche dei Comuni della Valtiberina​ cambiano rapidamente e che certi servizi effettuati in proprio diventano sempre più onerosi, per cui a priori non posso escludere nulla”.

Subito dopo l’inizio della guerra in Ucraina, proprio Pieve ha accolto diverse persone nel suo territorio. Siete organizzati anche per altri eventuali arrivi?

“Premesso che la gestione dei profughi è esercitata direttamente dalla Prefettura, tengo a precisare che il nostro Comune si è reso sempre disponibile, aiutato anche delle numerose associazioni di volontariato che Pieve annovera ed anche da semplici cittadini, a ricevere ed aiutare coloro che amaramente lasciano il loro Paese per integrarli nel modo migliore nel nostro tessuto sociale”.

Redazione
© Riproduzione riservata
20/05/2022 09:19:51


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Letizia Donati assessore al Comune di Sestino >>>

Mondo Politica: intervista a Francesco Serini consigliere comunale a Citerna >>>

Mondo Politica: intervista a Umberto Ricci esponente della Lega Valtiberina >>>

Mondo politica: intervista con Gabriele Marconcini, ex assessore del Comune di Sansepolcro >>>

Mondo politica: intervista con Monia Paradisi, consigliere comunale di Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Paolo Fratini sindaco di San Giustino >>>

Mondo Politica: intervista a Sara Pierucci assessore al comune di Umbertide >>>

La fotografia naturalistica nel teleobiettivo di Alessandro Zanelli >>>

Mondo Politica: intervista a Cristina Tappini consigliere comunale a Citerna >>>

Mondo Politica: intervista a Daniele Mariotti assessore al comune di Anghiari >>>