Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Onelia Nardelli consigliere comunale a Caprese Michelangelo

"Il nostro ospedale di vallata sta riducendo posti letto e servizi essenziali e questo è un male"

Print Friendly and PDF

E’ stata dipendente comunale a Caprese Michelangelo e dal 2018 ricopre nello stesso ente l’incarico istituzionale di consigliere di maggioranza, delegato a sanità, sociale e rapporti con le associazioni. Onelia Nardelli è dunque giunta all’ultimo anno di questa legislatura e con lei tracciamo il bilancio della sua prima esperienza politico-amministrativa.

Consigliere Nardelli, da dipendente ad amministratore comunale: come ci si trova in questa nuova veste e soprattutto che cosa ha appreso di nuovo sul funzionamento della macchina amministrativa?

“Sono stata per quasi 38 anni una dipendente comunale di Caprese Michelangelo, con la qualifica di Istruttore Amministrativo – funzionario responsabile dei Servizi Demografici. Il mio lavoro mi  ha sempre dato molta soddisfazione e mi ha anche molto gratificato: in un Comune piccolo come il nostro, dove tutti ci conosciamo, diventi per tutti un punto di riferimento, quindi mi sono affezionata a tutta la popolazione e quando mi è stato proposto di far parte di questa lista, considerando soprattutto il gruppo di persone dal quale era formata, ho accettato e posso dire che oggi sono veramente soddisfatta della mia scelta e di tutto il percorso. Mi è sembrato di rientrare un po’ nel mio passato. In questa nuova veste mi sono trovata bene e anche se non ero proprio digiuna del funzionamento della macchina amministrativa, devo dire che da dipendente ad amministratore esiste un bel po’ di differenza. L’amministratore deve perseguire degli obbiettivi, deve il più possibile rispettare il programma e gli impegni assunti. Cercare di intercettare finanziamenti, portare avanti progetti, valorizzare al massimo le potenzialità del territorio e stare vicino ai bisogni e alle richieste di tutta la popolazione. Questo percorso mi è servito per arricchire il mio bagaglio di esperienze ed è stato per me molto positivo”.

Lei si occupa di sanita e sociale: è preoccupata per gli scenari che potrebbero prospettarsi per la Valtiberina?

“In questo percorso mi sono occupata di sanità e sociale. Il periodo che abbiamo vissuto è stato di grande criticità anche per la nostra vallata. Oltre al Covid, sono cambiati e sicuramente peggiorati molti servizi. Il nostro ospedale di vallata sta riducendo posti letto e servizi essenziali e questo è un male: la Valtiberina toscana merita un ospedale efficiente e sicuro nella presenza di personale medico specialistico. Le emergenze sanitarie non insegnano nulla? Tendiamo a dimenticare che una sanità forte e capillare è necessaria e che il nostro è un territorio vasto e con un indice alto di anzianità. Dobbiamo essere uniti nelle richieste alle istituzioni regionali perché si rafforzi la sicurezza dell’intero plesso ospedaliero di Sansepolcro per garantire la giusta cura e assistenza alla popolazione. Dovremo riorganizzare i servizi territoriali. C’è il problema grave dei pochi medici, auspico la copertura dei posti vacanti di medici e soprattutto pediatri, di cui nelle aree montane come Caprese vi è la totale mancanza. Siamo stati senz’altro penalizzati dall’accorpamento delle aree Aretina e Casentino: oggi che abbiamo riconquistato l’autonomia della nostra zona, credo che con la nuova direzione del distretto si torni, al più presto, a garantire un servizio più efficiente”.

Lei è delegata anche ai rapporti con le associazioni e ricopre il ruolo di segretario della Misericordia locale. Quanto conta l’Associazionismo in una realtà come quella di Caprese?

“In qualità di segretario della locale Misericordia, mi sento di dire con certezza che l’associazionismo e il volontariato nei piccoli borghi come Caprese rivestano un ruolo sempre più importante. In un piccolo Comune come il nostro, con una popolazione che non arriva alle 1500 unità, si trovano diverse associazioni, tutte caratterizzate da importanti punti in comune, quali l’assenza di scopo di lucro e la capacità di ottenere un significativo apporto di risorse umane a titolo gratuito e volontario. Molti cittadini sono impegnati in almeno un’associazione e ognuno cerca di dare il proprio importantissimo contributo. Importante è stato il ruolo delle associazioni, soprattutto nel trascorso periodo della pandemia, quando anche a Caprese Michelangelo abbiamo attraversato quei momenti difficili: la macchina del volontariato, assieme all’amministrazione comunale, non si è tirata indietro. È stata determinante nell’aiuto alimentare, nella spesa recapitata agli anziani e nella distribuzione di mascherine e medicinali. E di questo ne sono orgogliosa. Ma ora, finalmente, torniamo ad organizzare durante l’anno importanti eventi, da manifestazioni sportive, folkloristiche, feste tradizionali e religiose ecc., che hanno sempre una bellissima riuscita… feste che coinvolgono tutta la nostra popolazione che partecipa unanime”.

La minoranza consiliare è collaborativa nei vostri confronti?

“La minoranza consiliare è parte integrante del consiglio comunale. Il comportamento dei consiglieri di minoranza nelle nostre riunioni consiliari, a parer mio, è stato improntato sempre alla correttezza istituzionale, alla lealtà e anche alla moderazione e all’educazione nel linguaggio, seppur nel loro ruolo di opposizione; Caprese è tutta una famiglia e il lavoro svolto anche dalla nostra minoranza è sempre risultato costruttivo nell’interesse e per il bene del nostro Comune”.

Fra meno di un anno si torna alle urne. Onelia Nardelli sarà di nuovo in lizza?

“Non lo so: l’esperienza è stata bellissima, questi anni sono stati per me un bel capitolo della mia vita. Mi piacerebbe e sarebbe per me molto ambizioso, se solo avessi qualche anno in meno, quindi dubito purtroppo che si possa ripetere. Non chiudo nessuna porta, ma se possibile direi… spazio ai giovani!”.

Redazione
© Riproduzione riservata
06/07/2022 09:40:01


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Laura Chieli consigliera comunale a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Tommaso Romanelli consigliere comunale ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Rossana Sabba consigliere comunale a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Gloria Pettinari, consigliere comunale a Monterchi >>>

Mondo politica: intervista con Alessandro Bandini, consigliere comunale di Sansepolcro >>>

Mondo politica: intervista con Vincenzo Tofanelli, responsabile di "Azione" per l'Altotevere >>>

Mondo Politica: intervista a Fabio Santioni consigliere comunale a Caprese Michelangelo >>>

Mondo Politica: intervista ad Annalisa Mierla, vicesindaco di Umbertide >>>

Mondo Politica: intervista a Luigi Gennari consigliere comunale a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Fabio Buschi ex sindaco di San Giustino >>>